sabato 7 aprile 2012

Generi letterari: Chick Lit

Oggi inauguriamo la sezione parlando di un genere letterario particolare, il chick lit, letteratura d'evasione e leggera, ma non per questo di serie b.
Il chick lit è un genere letterario emerso negli anni novanta grazie a scrittrici britanniche e statunitensi, che si rivolgono prevalentemente a un pubblico di donne giovani, single e in carriera. Chick è un termine informale per "ragazza" derivato da chicken ("pollastrella") mentre lit è l'abbreviazione di literature. Presenta alcuni elementi in comune con il tradizionale romanzo rosa, ma tende a essere umoristico e irriverente. Le protagoniste sono di solito donne dinamiche, alla moda, fra i venti e i quarant'anni, che vivono in grandi città e lavorano in settori come l'editoria, la pubblicità, la finanza o la moda.

Il capostipite del chick lit, è Il diario di Bridget Jones di Helen Fielding, best-seller mondiale e usato come soggetto dell’omonimo film. Grande successo ebbe anche la serie televisiva Sex and the City, basata sul romanzo omonimo di Candace Bushnell.

Fra i romanzi chick lit di maggior successo si possono citare la serie di I love shopping di Sophie Kinsella e tutti i suoi libri conclusivi. Anche Il diavolo veste Prada di Lauren Weisberger rientra nel genere ma riesce ad essere meno graffiante e incisivo della Kinsella. Se si cercano risate a go go allora la regina indiscussa di tutti i romanzi chick lit resta la Kinsella.
Molte sono le scrittrici italiane che si sono accostate al genere: Tiziana Merani (Devo comprare un mastino, Amori a progetto, Se son rose), Stefania Bertola (Aspirapolvere di stelle), l'attrice Geppi Cucciari con il romanzo d'esordio Meglio donna che male accompagnata, e Federica Bosco.
                                                                              by
                                                                            Licio 

Nessun commento:

Posta un commento