domenica 18 novembre 2012

Angel



Oggi recensiamo un nuovo testo. Parliamo di angeli e demoni.
Questo libro mi ha colpito perchè anch'io ho scritto di un personaggio semi angelo ma non solo... per cui quando ho letto questo libro ho pensato un po' ai miei personaggi anche se alla fine sono totalmente diversi e così anche la storia
Chissà magari un giorno ve lo posterò sul Blog, ovviamente quando sarà finito.
Comunque non volevo parlare del mio testo, come al solito divago.
Parliamo di Angel.



Titolto: Angel
Autore: L.A. Weatherly
Prezzo: € 16,50
Pagine: 552 p.
Editore: Giunti
Genere: Narrativa - Paranormal
Voto copertina: 3 stelline (davvero bello lo sfondo ma la ragazzina però è inquietante mi ricorda The ring per questo il voto è sceso)
Voto originalità: 2,5 stelline
Voto testo: 3 stelline
Voto formato: 5 stelline (adoro questi formati mignon)

Willow è una ragazzina particolare, vive con la madre Miranda, affetta da una malattia mentale, e con la zia, che lei considera un triste specchio della sua vita futura. Dopo la scuola, Willow lavora come meccanico e fa la chiaroveggente. Ripara le macchine perfettamente, così come è infallibile nel prevedere il futuro. Perché lei il futuro lo vede davvero, con il solo tocco della mano. E vede anche il passato. Così quando Beth, la perfetta cheerleader biondo miele, le chiede un consulto, Willow, involontariamente, sbircia nel suo passato e scopre che Beth ha avuto un incontro con gli angeli. Questo è l'inizio di una storia che si sviluppa in un trionfo di amori e battaglie per la salvezza del mondo. Gli angeli in questo libro sono talmente perfidi che hanno addirittura creato un corpo speciale di sterminatori. Uno dei loro obiettivi è proprio Willow, prima ragazza mezza umana mezza angelo. E il destino vuole che il suo cacciatore sia il bellissimo Alex, un giovane guerriero assoldato dalla CIA che lavora attivamente per l'esiguo corpo degli Angel Killer. Il mondo degli angeli sta morendo, e proprio gli angeli, con la loro infida bellezza, stregano gli umani per portare a termine la loro missione: stanno concertando un'invasione di massa sulla terra per succhiare l'energia ai terrestri e sopravvivere.

Premetto dicendo che amo gli angeli e i demoni, ovviamente chi mi conosce sa che amo il fantastico nel senso ampio del termine. Quindi elfi, fatati e via dicendo. Casa mia presumo potrebbe diventare un museo di statue fantastiche per rendere l’idea.
Ho comprato questo libro spinta dalla curiosità. Come sempre dietro ogni testo urlano al capolavoro.
“Questo libro mi ha rubato il cuore…”
“Questo libro ha rivoluzionato la storia del Paranormal…”
Frasi di questo tipo, ma solitamente chi recensisce prima di noi il testo ha stranamente dei gusti molto lontani dai lettori comuni.
Tralasciamo alcune frasi un po’ strane, metafore del tipo: “capelli castani così piastrati che al tatto dovevano essere taglienti come carta.” Insomma non è il massimo ma qui la colpa può essere del nostro traduttore che si è preso una licenza molto poetica passiamo alla storia.
I presupposti per un buon testo c’erano tutti. Ovviamente trovarsi angeli non dolci e magnifici come ognuno di noi immagina può lasciare sconcertati e può piacere o meno ma almeno questo posso definirlo un elemento di originalità nella trama. Non tutto ciò che dovrebbe essere bene alla fine lo è davvero o forse le circostanze mutano l’essere più buono di questo mondo.
Adoro le parti poliziesche e qui abbiamo la CIA, o almeno si parla di organizzazioni come la AK Angel Killer a cui è stata commissionata la missione Angelo.
Alex, il protagonista maschile, è cresciuto nell’organizzazione AK, addestrato per uccidere gli angeli che si nutrono del chakra degli umani. A questi angeli, un po’ sopra le righe, si attribuiscono tutti i mali del mondo, come cancro, malattia mentali e molto altro ancora.
Willow è un semi angelo e detiene nel suo destino la possibilità di uccidere gli Angeli che stanno devastando la terra e che si preparano alla seconda ondata che piegherà l’umanità.
Purtroppo lo scorrere degli eventi avviene in modo lento, troppo lento e poco movimentato. La parte centrale potrebbe esser soppiantata da flash di varie tappe con possibili problemi di percorso. Anche se l’autrice ci mostra qualche incontro sfortunato non basta a rendere il testo movimentato. Parti dell’intero libro sono inutili allo svolgimento della trama. Un esempio è quando si nascondono nella casetta tra le montagne della Sierra Nevada. Qui passiamo a pagine e pagine di dolcezza, amore, conoscenza e fiducia che potevano esser sviluppate lentamente durante la trama e farle culminare a questo punto. È difficoltoso riuscire a superare un’intera parte piatta e nonostante l’autrice si muova verso gli altri personaggi cercando di catturare l'attenzione.
Per finire speravo meglio, le idee c'erano davvero tutte ma il risultato non è brillante.
La sfortuna di tutto ciò sapete dove culmina?
Ebbene ho preso il seguito versione cartacea, ero certa che avrei adorato questo libro e invece nada... tra l'altro mi trovo ferma alle prime pagine del secondo volume.
Prometto di finirlo e di tenervi aggiornati.
Vany

2 commenti:

  1. Meglio sicuramente di me che ho abbandonato il libro dopo 20 pagine :)

    Licio

    RispondiElimina
  2. Interessante...dopo 20 pagine!!!
    Allora la recensione casca a pennello... :-)))

    RispondiElimina