giovedì 6 dicembre 2012

Angolo emergenti: Un bacio dagli abissi


Oggi l’angolo emergenti ospita l’opera prima di  una blogger scrittrice straniera Anne Greenwood Brown. Si tratta di un fantasy giallo thriller YA edito in Italia dalla Mondadori edizioni, un bacio dagli abissi, in lingua originale IES BENEATH (Random House/ Delacorte Press, June 12 2012)

Titolo: Un bacio dagli abissi
Autore: Greenwood Brown Anne
Traduttore: Bartocci M.
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Data di Pubblicazione: Aprile 2013, uscito 18 settembre 2012
Pagine: 295
Prezzo: 16,00 euro
Genere: Gialli e Thriller
Ebook: 9,90 euro
Voto copertina: 5
Voto originalità: 3
Voto testo: 3

Trama:
Dal giorno in cui Calder e Lily si incontrano sulle sponde del Lago Superiore, niente è più come prima. Abituato ad ammaliare le ragazze con il suo sorriso, Calder crede che conquistare Lily sarà un'impresa facile. Ma si sbaglia. Lily non è come le altre, adora nuotare e scrivere poesie, e fin dal primo istante capisce che le leggende del lago, che parlano di feroci sirene e crudeli tritoni affamati delle emozioni degli esseri umani, potrebbero avere un fondamento. Lo legge negli occhi di Calder, che dicono più di mille parole e celano un segreto inconfessabile: lui e le sue sorelle sono emersi dagli abissi per vendicare la morte della loro madre. Ma vicino a Lily, poco a poco, Calder rischia di dimenticare la sua missione...   

Per chi fosse curioso di leggere il primo capitolo può trovare un estratto qui:

Bio:
Greenwood Brown Anne è una Blogger e scrittrice, con questo romanzo debutta come scrittrice. Ancora prima della pubblicazione negli Stati Uniti, ha già ricevuto un ampio consenso della critica e della rete. Ha iniziato a scrivere all’età di cinque anni. Vive in Minnesota con il marito e i tre figli.


Recensione:
Un bacio dagli abissi è il primo volume di una nuova trilogia per adolescenti che vede protagoniste le sirene. Finalmente anche queste creature stanno trovando spazio negli scaffali delle nostre librerie.
A renderlo diverso dai soliti libri YA è che la storia finalmente è raccontata in prima persona da un tritone. Questo punto è stato forse proprio l’unico elemento vincente di un romanzo che rischia di imbarcare acqua in più punti della narrazione.
Finalmente non siamo catapultati nei pensieri della solita adolescente incompresa, ma nella testa di qualcuno che merita veramente di essere seguito da vicino per svariati motivi:
1)      È un tritone per cui diverso
2)      Ha difficoltà a vivere in tutto e per tutto come un umano
3)   È una personalità tormentata, sia per il suo passato che per la sua natura di sirena.

Subito dopo è necessario sdradicare il vecchio e caro stereotipo della Sirenetta della Walt Disney a cui siamo abituati. In questo caso le sirene sono creature pericolose che si nutrono delle emozioni degli esseri umani conducendoli a morte certa in pochissimi istanti.
Ammaliano le loro prede, quando sono in acqua, con il potere della loro bellezza per privarle della vita e nutrirsi dei loro sentimenti. Hanno bisogno di queste emozioni altrimenti sarebbero creature svuotate e tristi.
Calder, il protagonista, è un tritone che pur avendo commesso molti omicidi non accetta la sua natura e cerca in tutti i modi di contrastarla. Sarà costretto dalle sorelle a infiltrarsi in un'ignara famiglia per compiere una vendetta che perseguono da anni ormai.
Non aveva immaginato assolutamente di incontrare sulla sua strada la giovane Lily.
Tutto ruota ancora intorno all'amore impossibile e combattuto tra Calder e Lily, che nasce all’improvviso e inaspettatamente in quanto Calder non sa neanche cosa sia l’amore mentre Lily cerca di tenerlo a distanza. A tratti ricorda Bella e Edward e il loro amore impossibile, anche qui per via della sua natura, infatti Calder teme di toglierle la vita.
Non voglio svelarvi altro della trama se non far presente che molti passaggi presentano proprio delle banalità di contenuto che a un lettore più maturo possono dar fastidio, il romanzo ha una trama lineare e abbastanza prevedibile per cui bisogna farsi poche aspettative. Lo stile è comunque scorrevole e immediato, l’autrice sa misurare la giusta dose d'azione e romanticismo, ma a mio avviso un’altra pecca è una caratterizzazione poco approfondita dei personaggi, soprattutto della controparte femminile Lily
Da apprezzare sicuramente la copertina che è meravigliosamente evocativa e trasuda un senso di struggimento e dolore.
In conclusione, il primo romanzo della trilogia di Anne Greenwood Brown è una di quelle letture che si lasciano assaporare in una giornata, come ho fatto io che ho finito di leggere il libro in una manciata di ore, che a tratti ti lascia appagato anche se non capisci bene di cosa.
 
Essendo un’appassionata di questo mondo fatto d’acqua e code, non vedo comunque l’ora di leggere il seguito, che da come ho capito dovrebbe essere scritto dal punto di vista di Lily e probabilmente servirà per far un pò luce sul suo personaggio.

Licio


Ho letto questo testo incuriosita ma ovviamente più che altro perchè parlava di sirene, sono un adoratrice di creature mistiche. Insomma basta dire che la Sirenetta la recitivavo a soli 4 anni :-D per cui non potevo non leggere questo testo.
Ho letto due libri di fila sulle sirene tra cui L'apprendista Sirena.
Ovviamente i due testi sono decisamente differenti e non paragonabili tra loro. 
Un bacio dagli abissi è un libro più per adulti, con creature ben diverse dal mondo splendente che ci si può immagine. Ci viene mostrata la natura diabolica di questi esseri che si celano sotto le acque ma bisogna dire che in realtà un'uscita dal loro bisogno di nutrirsi uccidendo esiste ed è proprio Lily che mostrerà questa strada a Calder.
Ovviamente non posso dirvi altro tranne che leggerlo.
Evvia le nostre bellissime creature con la coda, di qualsiasi natura siano restano sempre e comunque affascinanti.
Buona lettura e immergetevi in questo lago popolato da sirene alla ricerca di vendetta ;-)

Vany

Nessun commento:

Posta un commento