domenica 6 gennaio 2013

Per gli Autori in cerca di Editori... Butterfly Edizioni

Vi siete mai chiesti quante case editrici esistono in Italia?
Dalle statistiche riportate dall'AIE pare siano più o meno 8440 nel 2011 quelle con titoli in commercio e ovviamente iscritte all'AIE.
Sono talmente tante che alcune nascono e muoiono in un nano secondo, altre sono colossi da secoli, alcune di nicchia, altre vogliono solo prendersi i tuoi soldi per regalarti un sogno effimero, altre sembrano una chiosca mafiosa, qualcuna invece ci crede veramente e prova a nuotare in questo mare di squali.
Mi viene da sorridere quando poi si dice che in Italia ci sono più scrittori che lettori per questo i libri non si vendono :) Conti alla mano sembrano più loro... ci potrebbe essere quasi un editore per ogni scrittore emergente o non.
La realtà non è così per niente, trovare una casa editrice non è cosa da poco, è un lavoro che stressa più della stesura dell'opera. Anzi scrivere a conti fatti è una passeggiata di salute, una boccata d'aria fresca, un viaggio in un mondo dalle infinite possibilità... un viaggio che ahimè dovrebbe non aver fine visto quello che ci attende dopo...
Molto spesso ho pensato che ci fosse proprio bisogno di qualcuno che una volta terminato il libro se lo prendesse e facesse l'altro lavoro, quello che a me come autrice piace poco: trovare una casa editrice e promuovere il libro.
Di case editrici ne ho conosciute  a valanga, da quelle che ti proponevano la pubblicazione gratuita che poi gratuita non lo era, a quelle che gridavano al capolavoro ma non potevano investirci se non mettevi tu il capitale... beh, con Vany ci siamo sempre rifiutate di scendere a questi compromessi, se il libro merita non si deve pagare per portarlo al pubblico.
E seppur finora non abbiamo mai cacciato un euro (perchè se così fosse ci pubblicheremo da sole senza l'intermezzo di un finto editore) per tutta onestà lo step immediatamente successivo e scoglio ancora più insormontabile è la promozione e la visibilità del libro che purtroppo non ci è stata mai garantita e riconosciuta. Noi, da parte nostra, non siamo molto brave ed è inutile nascondersi dietro un dito, ma c'è pure da dire che tra lavoro, correzioni, concorsi e nuove stesure di manoscritti non è che di tempo ne resta molto.
E poi a ognuno il suo lavoro, no? L'autore si impegna, ma l'editore deve metterci del suo che non comporta solo l'editing di un testo, che troppo spesso viene sorvolato :D

Il mio intento non era quello di scoraggiarvi :) alla fine io e Vany di libri ne abbiamo pubblicati un pò e l'ultima  esperienza che abbiamo avuto, anzi scusate che stiamo avendo proprio in questi mesi è decisamente positiva :)
A febbraio uscirà il nostro 4 romanzo "Vuoi sposarmi? No, grazie!" con la Butterfly Edizioni e posso dirvi con certezza che chiederei all'editrice Argeta di prendersi tutti i prossimi romanzi, semmai ne scriveremo altri, senza dover più penare a cercare altre case editrici dove lavorino persone serie e affidabili.


 
Vi starete chiedendo perchè sceglierei di nuovo la Butterfly? La risposta è più di una e ve le riassumo schematicamente:
  1. L'editrice, Argeta Brozi, è una persona che a pelle mi ha ispirato molta serietà e affidabilità
  2. E' sempre disponibile a rispondere a ogni tuo dubbio, anche quando non ero un'autrice/aspirante autrice della sua casa editrice è sempre stata affabile e cortese.
  3. I tempi di attesa per sapere se si farà o meno parte della squadra sono rispettati e non infiniti... e si ottiene una risposta:)
  4. Io e Vany siamo letteralmente innamorate delle copertine dei libri che invogliano proprio all'acquisto (Lo ammetto io stessa ho comprato più di un libro di temi che ad oggi non rientrano più nei miei preferiti solo per la copertina)
  5. Ho trovato i libri della Butterfly in alcune librerie a Roma e soprattutto era conosciuta come casa editrice!
  6. Sono presenti su tutti gli store, sul sito della Butterfly e i libri arrivano in pochi giorni
  7. Si viene seguiti passo passo a partire dalla correzione del testo ed editing alle fasi successive che stiamo già iniziando a vedere anche se il libro non è ancora pubblicato. La mente di Argeta è vulcanica... mille ne pensa e mille e una ne fa :) tra interviste, presentazioni e promozioni... 
  8. La sensazione bella che si ha di sentirsi parte di una piccola famiglia dove ci sia aiuta reciprocamente
Se a qualcuno dovesse venire in mente che la Butterfly non è totalmente gratuita perchè per inviare il manoscritto bisogna acquistare 3/5 libri, beh dormite la notte e pensate ad altro...
Comprare 3/5 libri non ha mai mandato in bancarotta nessuno rispetto a comprare 50/100 copie del proprio romanzo come chiedono tante CE e non solo, possiamo mettere mani all'infinità di contratti collezionati dove venivano chiesti dai 1.500€ ai 2.500€ per non parlare del nostro viaggio all'insegna della speranza finito con un altrocontratto a pagamento davvero losco, non facciamo nomi. Inoltre, tornando alla Butterfly, i prezzi di copertina sono veramente contenuti rispetto al numero di pagine. Per finire uno scrittore dovrebbe quantomeno familiarizzare con quello che viene pubblicato dalla casa editrice per rendersi conto se è quello il posto che cerca e che fa per lui senza farsi prendere da crisi di panico sul come verrà il libro, se ci saranno determinate caratteristiche per noi scrittori pignoli
assolutamente fondamentali per rendere la lettura un momento piacevole.
Sono più che convinta che non solo l'editore deve scegliersi gli autori della propria squadra, ma l'autore stesso deve sentirsi a proprio agio nella casa editrice, quasi come fosse a casa con una piccola famiglia,  di cui deve sposare mission e vision :)

Appena uscirà il libro vi sapremo dire altro:) per il momento la mia idea/sensazione è piacevolmente positiva!

Per chi volesse saperne di più può contattarci su facebook:
https://www.facebook.com/fabiana.andreozzi
https://www.facebook.com/vanessa.vescera?ref=ts&fref=ts


In bocca al lupo autori emergenti, non perdete mai la speranza... che come si dice dalle nostre parti è sempre l'ultima a morire e oggi potrebbe avere le fattezze di una farfalla :)

Licio
 

2 commenti:

  1. Nel post non si parla di editing. Lo fanno?

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, non l'ho inserito nel punto 7 seguiti passo passo :)
    grazie per avermelo chiesto, vado a sistemarlo

    RispondiElimina