mercoledì 24 luglio 2013

Anteprima: ragni di Claudio Vastano

Oggi vi segnaliamo la nuova uscita della Dunwich edizione: Ragni di Claudio Vastano, autore emergente italiano.
Un libro per gli appassionati di  horror post apocalittico :)
 
 
Titolo: Ragni
Autore: Claudio Vastano
Editore: Dunwich Edizioni
Genere:  horror post apocalittico
Pagine: 190
Prezzo ebook: 2.49 euro
Prezzo cartaceo: 9.90 euro (da fine luglio)
Trama:                 
«Potevano essere dappertutto e non emettere alcun rumore. Alcuni erano velocissimi, furtivi e con riflessi oltremodo sviluppati. Vi fosse stata più luce, la situazione sarebbe stata più gestibile. Loro odiavano l'illuminazione intensa. Li rendeva ciechi e vulnerabili.»
 
Charles MacDermhott è l’ultimo superstite della città di Revel e lotta strenuamente contro i ragni giganti che hanno scalzato l’umanità dal podio di specie dominante del pianeta Terra. Le giornate dell'uomo trascorrono in completa solitudine fino all’arrivo di Lucia; la ragazzina è in fuga da Jacksonville, l’inferno terrestre presidiato da orde di aracnidi corridori. Nessuno sa da dove provengano queste creature né chi le abbia create. C'è una sola certezza: non c'è modo di arrestarne l’avanzata. Se MacDermhott sembra abituarsi alla sua nuova condizione di “cacciatore eremita”, altri individui non sono dello stesso parere. Dalle ceneri della società umana divorata dai ragni giganti iniziano a emergere nuovi e più terribili mostri. Chi sono i misteriosi uomini in nero che tiranneggiano fra le strade di una città in rovina e quali sono le loro intenzioni? Mentre una nuova progenie di incubi si appresta a invadere Revel, MacDermhott comprenderà che la più terribile delle minacce può nascondersi soltanto nei meandri più reconditi della mente umana.

Chi è Claudio Vastano?
Nasce a Lucca nel 1975. Laureato in Scienze Naturali e Scienze Geologiche nel 2005, attualmente collabora con alcuni periodici e quotidiani come Il giornale dei misteri, Spirito Libero e Il Corriere di Lucca. Ha pubblicato L’ag­ghiacciante caso del gatto nella minestra con Marinari Editore, recentemente premiato con la Menzione d’onore al concorso letterario F. Kafka 2011 a Gorizia. Più di recente la FQ editore ha pubblicato il romanzo di fantascienza Micelio, giunto finali­sta al concorso Urania della Mondadori.
 
La Dunwich gentilmente ce l'ha inviato in lettura, quanto prima vi faremo sapere il nostro parere sul libro. Dopo aver amato lo steampunk della casa editrice, sono pronta a lanciarmi in questa avventura da horror post apocalittico, ovviamente un altro genere che mai acquisterei :) Ho alte aspettative :D
 
Ragni è già acquistabile in versione ebook su tutti gli store online, per la versione cartacea dovete aspettare fine luglio.
Come al solito i libri sono acquistabili anche sul sito Dunwich: http://www.dunwichedizioni.it/eshop/index.php

martedì 23 luglio 2013

Recensione Codex Gilgamesh di Uberto Ceretoli

Oggi sono a recensirvi il libro di Uberto Ceretoli, Codex Gilgamesh edito dalla neo-nata Dunwich Edizioni, mai scelta poteva essere più azzeccata di questa per l'esordio della casa editrice. Codex Gilgamesh è un libro a dir poco spettacolare!
E non lo dico per esagerare tanto più che questo libro non appartiene proprio ai generi che amo leggere; e invece, nonostante i numerosi impegni di lavoro e non, l'ho divorato, leggendolo alle ore più improbabili della notte. Sono rimasta sorpresa nello scoprire che questo libro sapeva catturarmi, avvincermi in tal mondo.
Ringrazio la Dunwich per avermelo dato in lettura, molto probabilmente chiusa nei miei generi letterali preferiti avrei finito per non acquistarlo perdendo l'opportunità di leggere un ottimo libro.
Inizio con il dire che lo stile dello scrittore è perfetto, ricercato, richiama proprio il fascino antico di un tempo ormai trascorso (ho avuto qualche difficoltà solo con alcuni termini un po' troppo arcaici e desueti che ai miei occhi passavano più come errori:P).
E ora veniamo alla trama: complessa e intricata, si disvela piano piano e mai nulla è come sembra fino alla fine. C'è da guardarsi sia dai buoni che dai cattivi, perché in fondo non si è mai buoni o cattivi totalmente. I personaggi sono tanti e si alternano davanti ai nostri occhi, non ho saputo scegliere qualcuno da amare a pieno, anche perché mi sono appassionata a tutti i "cattivi", ma alla fine sono stata così presa dalle avventure di Eudora che arrivata alle ultime pagine ho rosicato perché volevo che continuasse a scrivere.
Sì perché il libro di Uberto, per fortuna, non è un'interminabile saga, ma un bellissimo libro autoconclusivo! Eppure l'autore è stato così bravo che tranquillamente potrà continuare a scrivere ancora, regalandoci nuove mirabolanti avventure di Eudora e company. Anzi pretendo assolutamente un seguito!!
 
Titolo: Codex Gilgamesh
Autore: Uberto Ceretoli
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: steampunk
Pagine: 350
Prezzo ebook: 2.49 euro
Prezzo cartaceo: 9.90 euro
Data d'uscita: giugno 2013
Trama:
Uruk, 1890. Eudora, Cacciatrice di Sua Maestà la Regina Vittoria, è incaricata di catturare il barone Victor von Frankenstein, accusato di furti e necrofilia e fuggito da Londra su una nave volante progettata da Leonardo da Vinci. Eudora ha una sola certezza: il dottore vuole riportare in vita l'Esercito degli Immortali di Gilgamesh e lei è l'unica che può fermarlo.
"Vi offro l’immortalità. Conoscete qualcuno disposto a pagarvi di più per i vostri servigi?" - barone Victor von Frankenstein, Londra, 1890

Chi è Uberto Ceretoli?
Uberto Ceretoli è laureato in Scienze Politiche all’Università Cat­tolica di Milano e vive e lavora a Parma in un’azienda informatica.
Il suo primo romanzo è un’opera scritta a quattro mani con Mar­co Bonati dal titolo Uomini in bilico (2006). Seguono il romanzo fantasy Il Sigillo del Vento (Asengard, 2007), il racconto fantasy Il serpente piumato (Runde Taarn, 2008), il ro­manzo fantasy Il Sigillo della Terra (Asengard, 2009), il racconto fantastico La magia degli abitatori del prima (rivista digitale Altri­sogni, numero 5, 2012), La favola degli anolini di Isabetta, raccon­to fantastico contenuto nella raccolta “Sua maestà l’anolino” (Bat­tei, 2012), il terzo e ultimo capitolo della saga fantasy, Il Sigillo del Fuoco (YouCanPrint, 2012) e il racconto fantastico Chaung Tzu e la farfalla nella raccolta “Le Realtà In Gioco – Storie Straordinarie per Vite Ordinarie” (Edizioni Multiplayer.it). Sono in uscita il racconto horror dai toni steam-fantasy Il krake di Cala na kreige, contenuto nella raccolta “Horror Storytelling” (Watson) e il ro­manzo horror London Blooding (Tribuks).
Potete contattarlo sul suo blog: http://ubertoceretoli.blogspot.com.
 
Arrivati a questo punto, non mi resta altro da fare se non quello di consigliarvi l'acquisto di questo libro :)
 
by Licio
 
 

domenica 21 luglio 2013

Dark Love (Immortali volume 01) - di Kresley Cole




Dark Love

Titolo: Dark Love
(titolo originale: A Hunger Like No Other)
Autore: Kresley Cole

Editore: Zorro Editore - Leggereditore
Genere: urban fantasy, paranormal romance, horror (per nulla horror, ed io sono una che si spaventa facilmente)
Target: young adult
Pagine:  320 Prezzo ebook: 1,75€
Prezzo cartaceo: 10,20€  - 5,00€ (spesso lo si trova scontato)

 


Trama: Dopo aver sopportato anni di torture inflitte dai vampiri, Lachlain MacRieve, capo del clan dei lykae, è furioso quando scopre che la compagna che aspetta da millenni e che gli è destinata è in realtà un'esile ed eterea creatura, metà valchiria e metà vampiro. Porta il nome di Emma e anche lei ha un passato tormentato alle spalle; nel momento in cui Lachlain la reclama come Compagna è costretta ad abbandonare la ricerca della verità sulla morte dei genitori per seguirlo nel suo antico castello in Scozia. Laggiù, il timore che la giovane prova per il popolo dei lykae e per la loro fama di oscuri amanti comincia ad affievolirsi, mentre lui porta avanti un lento e perverso gioco di seduzione. Il suo unico scopo è quello di soddisfare i desideri nascosti che lei non ha mai osato rivelare. E quando un antico dolore tornerà dal passato di Emma, il profondo desiderio che li unisce rischierà di mettere in ginocchio perfino un valoroso combattente come Lachlain e risveglierà in lei uno spirito guerriero mai sopito.

Recensione: Sono diversi anni che, puntualmente, vedo questo libro negli scaffali delle librerie che spesso e volentieri visito. E puntualmente, non l’ho mai comprato. Non sono amante del genere sdolcinato-passionale, o delle storie che iniziano e terminano in maniera frettolosa e poco accurata, e la trama di questo libro… beh, mi sembrava tutto quello che ho sempre evitato.
Ma le circostanze cambiano, sempre. Un periodo non troppo felice, nessuna nuova uscita che realmente mi piacesse, una promozione sulla collana di questa autrice, la voglia di avere a che fare con qualcosa di non troppo impegnativo… e dove ci fosse il finale atteso e scontatamente romantico

La prima cosa che devo dire, è che in parecchi punti la traduzione è davvero brutta e scadente. Parole imprecise, inadatte, frasi che non hanno senso compiuto, ed errori simili a quelli che incontreremmo se usassimo i traduttori automatici (Licio però ha letto anche la versione spagnola e la ritiene nettamente migliore). Ciononostante, tralasciando questi particolari, a tratti è scritto discretamente, con frasi e dialoghi ad effetto, che di tanto in tanto non guastano.
Mancano le descrizioni belle e approfondite (adoro che mi si racconti per bene quello che si vede, così da poterlo immaginare e “sentire” le parole scritte), ma mi rendo conto di essere parecchio esigente, per cui mi sono fatta bastare il superfigo dagli occhi tenebrosi!  
La storia si discosta parecchio dalla descrizione della trama, che a prima vista appare come un susseguirsi di scene dove la trasgressione regna sovrana. In realtà, sebbene l’attrazione fisica sia un punto fermo attorno cui ovviamente ruota il racconto, non è così oscura e “perversa”, come la si descrive.
Come tutti gli altri libri della serie che succederanno questo, il canovaccio è lo stesso: razze soprannaturali, più e meno note, con riferimenti alla mitologia nordica. Un maschio lycan, demone o vampiro,  meravigliosamente bello, affascinante, muscoloso e forte, insomma un alfa capace di alternare follia distruttiva, passionalità incontenibile e amore eterno. Ed una donna a sua volta bellissima, valchiria o strega, con il suo caratterino e le sue emozioni contrastanti verso il protagonista da tenere sotto controllo. Una immane battaglia per la supremazia, chiamata l’Ascesa, che ogni cinquecento anni imperversa tra le varie popolazioni immortali, sta per compiersi, e i due protagonisti appartengono a fazioni da sempre opposte e nemiche.

In questo volume incontriamo Lachlain ed Emma.
Lui è il re dei Lycae, tenuto prigioniero dal re dell’orda dei vampiri da centocinquanta anni in una catacomba nelle viscere di Parigi.
Lei è figlia di un vampiro e una valchiria, alla scoperta del padre e in lotta con se stessa per questo retaggio “scomodo”. E qui arriva il colpo romance: Emma cammina per le strade di Parigi, quando Lachlain, svariate centinaia di metri sottoterra -da dove per un secolo e mezzo non è riuscito a scappare pur essendo uno dei lykae più forti, torturato da fiamme che lo uccidevano per poi rinascere in quanto immortale- sente che la Compagna che cercava da mille e duecento anni è finalmente arrivata, e pur di raggiungerla strappa catene, si amputa una gamba, e fugge da questa inaccessibile prigione dove come per magia non c’è nessuno di guardia.
Scusate l’ironia, ma non ho potuto fare a meno di trattenermi J
Dal momento in cui i due si incontrano, nasce un rapporto che vive fasi alterne, di incredibile passione, e negazione della stessa. Lachlain è, come da tradizione, tanto arrogante quanto incredibilmente accorto e attento, Emma la giovane inesperta, che però sa essere provocante e seducente, capace di far perdere la testa ad un Re licantropo che in una vita lunga un millennio e passa ha conosciuto pressoché tutto. Si avvicinano, si respingono e si cercano nel classico intreccio amoroso, fino a che lei scopre una verità sconvolgente che rischia di ucciderla, ma alla fine tutto si appiana e i due vivono il loro idillio con finale fiabesco, superando anche i dubbi più radicati nelle rispettive nature.

Cosa penso io di questo libro?
Sinceramente mi aspettavo di peggio, e tutto sommato non è stato così male come credevo. Certo, a mio avviso non ho riscontrato nessun elemento che me lo abbia elevato a straordinario, o collocato nella mia personale categoria dei libri imperdibili, quelli che tolgono il fiato e restano nella memoria anche dopo anni per capirci.
Però era esattamente quello che cercavo in questo momento: qualcosa di leggero, senza impegno, che mi distraesse dalla routine e dalla monotonia di giorni un po’ sottotono. Qualcosa che mi facesse staccare la spina e mi ricordasse che seppure nei libri, gli uomini dei sogni esistono, anche se io sono più tipa da surfista californiano o spagnolo loquace, che da re dei Lycae xD !!!!!






Alla prossima! 


Sparkling