mercoledì 29 ottobre 2014

Anteprima: 6 gradi di separazione di Federica Nalbone


Oggi per il made in Italy vi segnalo questa fresca uscita tra i self: 6 gradi si Separazione di Federica Nalbone. Titolo e copertina mi hanno conquistato facendo fare qualche straordinario alla mia fantasia :)

Poi ho letto la trama e ora non vedo l'ora di riuscire a leggerlo!

Titolo: 6 gradi di separazione
Autore: Federica Nalbone
Editore: Self publishing
Data di pubblicazione: 24 ottobre 2014
Genere: Narrativa romantica
Pagine: 125
Prezzo ebook: 0.99 su Amazon

Trama: Il peso di un segreto porta Arianne alla Mogove High School, una scuola privata che le permetterà di rimanere un anno lontano da casa e da qualsiasi persona lei abbia mai conosciuto. Al suo arrivo, però, scopre con grande sorpresa la presenza delle cugine Juls e Myranda, perse di vista ormai da anni dopo aver trascorso l'infanzia come sorelle. Le loro personalità differenti sembrano complementari, tanto da spingerle le une verso le altre, proprio come un tempo, e tanto da attirare le attenzioni di ulteriori persone intorno a loro. Su tutti, Richard Evans, che dimostra aperta e gratuita ostilità nei confronti di Arianne; eppure è sempre intorno a lei, forse a causa delle lezioni in comune, forse perché la osserva più di quanto desideri ammettere. Lei lo cerca sempre, ne è ossessionata e, fra timori e scontri, fra loro sboccia qualcosa di inaspettato che non può più essere negato.
Una storia che parla di legami, desideri, amicizia, amore e fiducia, simbolicamente districata nel corso delle pagine attraverso la teoria dei sei gradi di separazione.
 
Chi è Federica Nalbone?
Federica è nata a Palermo nel 1987 e ha iniziato a leggere e a scrivere sin da giovane. Ha esordito come autrice nel 2014 con la duologia Poteri Spezzati e Poteri Ritrovati, edito dalla casa editrice Lettere Animate in formato digitale e in selfpublishing. Sei gradi di separazione è il suo primo romanzo di narrativa romantica.
 
 
Vi lascio con un piccolo estratto sul romanzo:
 
«Grazie.» Rick continuò a non fiatare e lei sentì addosso il peso e la solennità di quel silenzio. Per un attimo si illuse che il momento fosse profondo, ma nel silenzio di due sconosciuti, nell'incontro di sguardi decisi e intensi, sotto il pallore di una luna fioca, di lampioni distanti e una notte cupa, c'era l'immensa, meravigliosa, vastità delle possibilità. Tutto poteva e non poteva essere. Tutto poteva accadere. Come la scena di un film dell'orrore, dove l'assassino sbucava fuori da una siepe o come la pagina più romantica di un libro, dove l'elettricità si creava dal nulla. [...]
 
Un grande in bocca al lupo a Federica e al suo romanzo 6 gradi di separazione
Licio
 

Nessun commento:

Posta un commento