venerdì 10 ottobre 2014

Anteprima: Tempo Imperfetto di Laura Pellegrini

Il made in Italy ogni giorno ci riserva tante sorprese incredibili e ormai è quasi un'onda anomala difficile stargli dietro tra le tante pubblicazioni di ogni giorno. Per il mondo Self ho scovato per caso tramite facebook una nuova autrice, che mi era proprio sfuggita, Laura Pellegrini.
Il titolo del suo libro è stato come un richiamo antico, mi sono ritrovata a cliccare sulla sua pagina facebook senza neppure rendermene conto e ora spero di ritagliarmi quanto prima un spazietto di tempo per leggere il suo ebook. Il romanzo di cui ora vi lascio direttamente ai dati e a un ghiotto estratto, senza tante altre chiacchiere, è Tempo Imperfetto.
 
Titolo: Tempo imperfetto
Autore: Laura Pellegrini
Editore: Self publishing
Pagine: 173
Costo: 1,43 € su Amazon
Sinossi:
Flavia è una giovane donna di 22 anni. Vive a Roma ed è una studentessa divisa fra gli studi universitari e il lavoro serale in un Pub. Nella sua vita, così organizzata, sembrerebbe non esserci posto per l’amore, ma l’incontro con un uomo, proveniente da un ambiente del tutto diverso dal suo, le sconvolgerà l’esistenza. Nasce una passione che porterà i due a vivere una storia tormentata, in una sequenza di colpi di scena fra l’Italia e l’Inghilterra. Con uno stile incalzante e coinvolgente, l’autrice ci descrive il delicato momento di un’età immatura, fatta di leggerezza, rivendicazioni  e voglia di affermare se stessa,  ma allo stesso tempo fatta anche di dubbi, di paure, di scelte laceranti. Nel racconto si muovono molti personaggi che avranno un ruolo cruciale nelle decisioni di Flavia e che creano tensioni e sorprese continue nello sviluppo della trama. Viaggi, passioni, tradimenti, litigi, terranno il lettore inchiodato alle pagine fino all’inaspettato finale.
 
LAURA PELLEGRINI SI RACCONTA:

Sono nata un giorno di inverno nel 1977 e forse proprio per questo adoro il freddo pungente e le mattine di gennaio.

All’età di sei anni, osservando una ragazza che dipingeva una tela con delle tempere, rimasi folgorata tanto da correre da mia madre per comunicarle cosa avrei fatto nella vita. Mia madre, dal canto suo, non si sorprese affatto, poiché lei stessa, lavorando nel mondo dell’arte mi portava con sé nei musei. Il mio gioco preferito, infatti era quello di correre nei lunghi corridoi pieni di quadri e giocare a nascondino con i restauratori. Ho studiato arte sia a liceo che all’università, ma benché me la cavassi abbastanza bene, non sono diventata un’artista.
Non mi sono mai specializzata in un linguaggio ben preciso. Ho sempre lasciato che i miei pensieri e il mio linguaggio si esprimessero attraverso strumenti diversi, come la fotografia, la decorazione e la scrittura. Tra tutte però, scrivere mi ha sempre dato maggior soddisfazione. Ho scritto tante poesie che raccoglievo in un blog e, successivamente, in un sito tenuto da diversi autori. Mi sono cimentata nella scrittura dei romanzi da pochissimo tempo. È nato tutto quasi per gioco, parlando con una mia amica. Un giorno mi ha raccontato delle vicissitudini che aveva vissuto in passato e da lì la mia mente ha cominciato a partorire quello che sarebbe stato il mio primo romanzo: Tempo Imperfetto.
La gioia e la soddisfazione che ho provato nello scriverlo, mi ha dato la voglia di continuare con il secondo, che sarà l’epilogo della storia.
Oggi sono una mamma e una donna che lavora nel settore delle comunicazioni e nonostante gli impegni quotidiani, attraverso la bellezza di una musica o di un quadro o la trama di un libro, analizzo me stessa, e cerco ciò che in fondo cercano tutti, la mia essenza.
 
 
Un grande in bocca al Lupo a Laura e al suo Tempo Imperfetto
Licio




Nessun commento:

Posta un commento