lunedì 23 giugno 2014

Un tuffo di libri a Ischia della Graus editore

Vi segnalo questa fantastica iniziativa per tutti quelli che abitano o andranno in vacanza ad Ischia che vede coinvolti tanti ghiotti libri da leggere direttamente in spiaggia grazie alla casa editrice Graus.

 “PER UN TUFFO DI LIBRI”, SECONDA EDIZIONE.
A ISCHIA - DI NUOVO - UN MARE DI LIBRI GRAUS

Iniziativa in crescita: oltre duemila libri sui lidi e negli alberghi isolani. In collaborazione con Confesercenti
e Uno Più. “Per un tuffo di libri” apre la rassegna “Approdi d’autore”: dal 27 giugno ogni venerdì al Giudiuvina  

Per un tuffo di libri”: e due. Rilassarsi sotto l’ombrellone a leggere un libro. Meglio ancora se è gratis, a patto di non portarlo a casa, ma renderlo disponibile anche per gli altri. Per il secondo anno al via, a partire da mercoledì 25 giugno, l’iniziativa di Graus editore “Per un tuffo di libri”, che di fatto dà il via alla manifestazione “Approdi d’autore” che quest’anno spegne dieci candeline. Oltre duemila i libri consegnati a lidi balneari e ad alberghi dell’isola d’Ischia, per una piacevole lettura in riva al mare. La novità di quest’anno, vede nuove adesioni. Oltre alle confermatissime spiagge dello scorso anno, infatti, sono stati coinvolti anche alcuni rinomati alberghi ischitani. L’iniziativa quest’anno si avvale oltre che della collaborazione della Confesercenti isolana ed in particolare del Presidente Francesco Pezzullo, anche del supporto dell’azienda Unopiù, specialista in arredo da giardino e da esterno. Sono quasi trenta i punti, dove si potrà trovare una piacevole lettura con i libri Graus.
Tra i lidi: il Bagno Italia, Bagno Lucia, Bagno Luciano, Bagno Nettuno, Bagno Teresa, Blumar, Cava dell’Isola, Fratelli Mattera, e il complesso dei Giardini Poseidon. Per gli alberghi: Mezzatorre, Miramare, Villa Carolina, Regina Isabella, Re Ferdinando, San Montano, Manzi, Royal Terme, Villa Rosa, Parco Aurora, San Giovanni, Hermitage. Molto positivo il bilancio dello scorso anno, graditissima l’iniziativa dai bagnanti ai quali questa volta si aggiungono anche gli ospiti degli alberghi. 
Ampio l’assortimento fornito gratuitamente dalla casa editrice Graus, che dal 27 giugno e fino a settembre al Giudivina presenta la decima edizione di “Approdi d’autore”: appuntamento ogni venerdì e fino a settembre. “Visto il successo dello scorso anno - sottolinea l’editore Piero Graus - abbiamo ripetuto l’iniziativa cresciuta a dismisura. In alcuni lidi ci è stato riferito che la clientela ha chiesto quando sarebbe ripartito ‘Per un tuffo di libri’.

Ebbene se l'avessi saputo prima mi sarei prenotata un bel viaggetto a Ischia, beato chi potrà approfittare della ghiotta occasione offerta dalla Graus Editore.

Buon tuffo di libri a quelli che riusciranno a partecipare!
Licio

mercoledì 18 giugno 2014

Anteprima "Tregua: il segreto" e il suo seguito "Tregua: Ali" di Ilaria Goffredo



“Tregua nell’ambra” diventa “Tregua: Il segreto” con il suo seguito “Tregua: Ali”
Salve a tutti, amici del blog, tempo fa, forse un anno fa, abbiamo avuto il piacere di ospitare l’opera di Ilaria Goffredo “Tregua nell’ambra” nel nostro blog e oggi torniamo sull’argomento per parlare delle novità di quest’opera e del suo seguito “Tregua: Ali”.
Ilaria, instancabile e sempre pronta a sbarcare sul web con qualche nuova idea, ha deciso di ripubblicare “Tregua nell’ambra” in una nuova veste grafica e portando miglioramenti nel testo tenendo conto dei pareri dei lettori. Un restyling completo per questa nuova avventura che la vede sbarcare in ebook su Amazon.
Ricordo, a chi ancora non conoscesse Ilaria, che questa coraggiosa autrice aveva deciso di regalare “Tregua nell’ambra” agli amanti della lettura come forma di protesta verso l’editoria che non si occupa degli autori emergenti. Questo romanzo aveva toccato un numero sorprendente di download e ricevuto un sacco di recensioni e pareri.
Per chi non lo avesse ancora letto o per chi vuole scoprire le nuove aggiunte e modifiche nel testo oggi è possibile acquistare l’ebook a soli 0,99€ su Amazon a questo link: “Tregua: il segreto
Insomma un costo davvero piccolo per ben 285 pagine di testo.
PARLIAMO DEI TESTI
TREGUA: IL SEGRETO
Titolo: “Tregua nell’ambra” ora “Tregua: il segreto”
Autore: Ilaria Goffredo
Lunghezza ebook: 285 p.
Lunghezza stampa: 284 p.
Costo ebook: 0,99 €
Costo cartaceo: 10,78 €
ISBN o ASIN: 1499592914 - B00JE78A3Y
Progetto grafico: Ilaria Goffredo
Trama: Puglia, gennaio 1943.
Elisa ha diciotto anni, è una ragazza semplice e vive con il padre Vito e il fratello maggiore Antonio. La sua vita è scandita da una monotonia triste e a volte spaventosa: razioni insufficienti, sottomissione agli uomini di casa, rappresaglie delle Camicie Nere e bombardamenti alleati. Non sa cosa siano il mare, la libertà, l’amore, eppure la sua vita sta per cambiare. L’incontro con un uomo misterioso getterà ombre e dubbi sulle convinzioni della comunità del paese e su quelle di Elisa, sui suoi legami familiari. Anche la ragazza però cela un segreto: esso potrebbe rappresentare la fine dell’unica speranza che si affaccia all’orizzonte.
In un romanzo che ha il sapore di sole e calce, terra e pane nero, la vita rincorre e sfida gli orrori della dittatura e dei campi di concentramento, spera nelle attività antifasciste e incassa le perdite. La storia di una ragazza che, costretta dalla guerra, dall’odio e da un amore travolgente, potente, diventa donna. La storia di una ragazza che, costretta dalla guerra, dall’odio e dall’amore, diventa donna. Il ritratto di un’Italia che non c’è più. La coscienza degli eroi dimenticati che, con il loro contributo, hanno fatto grande la Storia.
PUOI REGALARTI L’EBOOK DI TREGUA NELL’AMBRA SU:
AMAZON al costo di 0,99 €

TREGUA: ALI


Titolo: Tregua: Ali
Autore: Ilaria Goffredo
Lunghezza ebook: 384 p.
Lunghezza stampa: 384 p.
Costo ebook: 3,99€
Costo cartaceo: 10,78 €
ISBN o ASIN: 1499617380 - B00KALQVH0
Progetto grafico: Ilaria Goffredo
Trama: Gennaio 1944.
Alec è da tempo tornato al fronte, impegnato con l’Ottava Armata inglese nello sfondamento della linea Gustav. Ligio al dovere e oppresso dai sensi di colpa, impegna tutto se stesso nella guida del proprio plotone di fanteria. Elisa, ancora viva contro ogni previsione e all’insaputa di Alec, riceve una visita inaspettata dall’uomo che detesta di più al mondo. Divisi dall’inconsapevolezza e dalla guerra, Alec ed Elisa percorrono strade distanti eppure parallele, intrise di violenza e solitudine, e fanno conoscenze capaci di minare le basi di un legame che diventa sempre più labile.
Un ritratto vivido, realistico, crudo dell’Italia degli anni Quaranta: da una parte il conflitto tra eserciti stranieri che strazia il suolo del Paese, dall’altra la vita ovattata dell’alta società fascista che non vuole ammettere la sconfitta. Tra i disagi, le paure, la violenza degli uomini, la sopportazione e la determinazione delle donne e le profonde ossessioni di un artista, non esiste il lusso di lasciare gli eventi in mano al destino.

Per voi amici del Blog ecco un estratto del seguito di Tregua, ringraziamo Ilaria per questa concessione: ESTRATTO
PUOI REGALARTI L’EBOOK DI "TREGUA: ALI" SU:
AMAZON al costo di 3,99 €


Buona giornata e buona lettura, amici del blog ;-)

Vany
 



sabato 7 giugno 2014

Blog tour Donne Pirata - 7° tappa Curiosità sul mondo dei pirati

La nave pirata è approdata finalmente anche sui nostri lidi con la 7° tappa di questo emozionante blogTour dedicato alle Donne Pirata presenti in questi 3 avvincenti romanzi di mare e di pirati che potreste vincere: La Stella di Giada di Stefania di Bernardo, Il cuore insanguinato di Pamela Boiocchi e Mary Read - di guerra e mare di Michela Piazza.



Vi lascio alle curiosità sul mondo dei pirati sull'olandese volante


Il mare: sterminata distesa d'acqua, culla delle più profonde paure dell'uomo che di fronte alla sua grandezza non ha alcuna possibilità di domarlo o di conoscerlo per intero. Il mare è il viaggio e la ricerca, la scoperta e il mistero, l'inesplorato e la sfida...nei suoi abissi sembrano celarsi misteriose creature, pronte a distruggere le imbarcazioni comparendo dal nulla, e dalle sue acque nascono leggende evocative e inquietanti come quella di una nave 'fantasma' destinata a causa di una maledizione a solcare in eterno i sette mari.
E' la storia dell'Olandese Volante, una delle più antiche e più famose leggende del mare, le cui discusse origini si perdono nel folklore di zone del mondo distanti miglia tra loro e che sembrano in qualche caso trovare fondamento in oscuri episodi storici.
Un Capitano maledetto e la sua nave, bandito dall'attracco in ogni porto e condannato a navigare per l'eternità. La sua colpa? Aver osato sfidare l'Onnipotente.
Non si sa se l'appellativo Olandese Volante si riferisca alla nave o piuttosto al suo Capitano, ma la leggenda è stata resa celebre in tutta Europa principalmente grazie all'opera di Wagner, che nel 1842 a Parigi scrisse il "Der Fliegende Höllander", ma molti scrittori, poeti e artisti nel corso dei secoli sono stati ispirati dalla misteriosa nave fantasma, il cui Capitano assume nelle diverse versioni della storia i più svariati nomi. E' Philip Vanderdecken nel romanzo gotico "The Phantom Ship" (1839) del Capitano Frederick Marryat; Matthew Lawe nell'opera incompleta di Nicholas Monsarrat "The Master Mariner"; Ramhout van Dam nelle "Chronicles of Woolfets Roost" (1855) di Washington Irving; e ancora Falkenbourg, Van Der Decken, Van Straaten, Van Diemen...fino al recentissimo Davy Jones cinematografico della trilogia disneyana dei 'Pirati dei Caraibi'.




L'archetipo del Capitano maledetto e del suo vascello fantasma può essere ricercato secondo alcuni nel Capitano Olandese Bernard ( o Barent ) Fokke che nel XVII secolo, per la Compagnia delle Indie Orientali, veleggiò dall'Olanda all'isola di Giava in soli novanta giorni, quando le altre navi impiegavano allora il doppio del tempo. Per la stupefacente velocità a cui riusciva a spingere la sua nave, la Libera Nos, i marinai giuravano che Fokke, temerario e sprezzante di ogni pericolo, avesse fatto un patto con il Diavolo che gli permetteva di procedere a vele spiegate anche in mezzo alle tempeste.
Secondo altri invece il modello è il Capitano Hendrik Vanderdecker che nell'anno 1680 (o 1641 secondo altre fonti) di ritorno ad Amsterdam con la sua nave da Batavia, nelle Indie Olandesi, fu investito da una terribile tempesta. Il vento strappava le vele e la nave rischiava di inabissarsi, ma incurante del pericolo e delle richieste del suo equipaggio che lo pregava di attendere il placarsi della stessa, decise di affrontare la furia del mare, come se si trattasse di una sfida personale e di doppiare comunque il pericoloso Capo di Buona Speranza per proseguire anche a dispetto di Dio. La nave fu travolta da violente ondate in quell'infernale tratto di mare, che minacciavano di spezzarla in due, ma Vanderdecker non ne volle sapere di tornare indietro, sicuro di poter domare l'oceano anche a costo di governare la sua nave fino al giorno del Giudizio. Morirono tutti ma in una sorta di contrappasso dantesco il Capitano fu condannato ad espiare la sua colpa per la morte di tutti i suoi uomini e per aver osato sfidare Dio navigando per l'eternità, sino al giorno del Giudizio Universale.



La leggenda ci mostra la solitudine del protagonista, condannato a vagare per lo sterminato deserto d'acqua, senza possibilità di redenzione, in attesa del giudizio divino...condizione in cui viene a trovarsi per sua stessa colpa, per la presunzione di poter domare l'indomabile, di opporsi alla natura (e quindi all'Onnipotente) credendo di riuscire dove nessuno ne è in grado, uscire vincitore dalla terribile tempesta, piegando al suo volere persino la furia degli elementi.
Dal folklore alla letteratura, al Capitano viene concessa una possibilità di redenzione, nell'opera di Wagner infatti un angelo stabilisce la condizione che metterà fine alla sua condanna: ogni sette anni, una tempesta lo porterà a riva e gli sarà permesso di sbarcare in un porto. Ma solo se troverà una donna disposta ad amarlo e ad essergli fedele per l'eternità gli sarà concessa la pace.
Molte imbarcazioni avvistarono, o credettero di avvistare, nei secoli successivi l'Olandese Volante, emergere improvvisamente da una fitta nebbia o emanare da lontano una luce spettrale, e quasi in ognuno di questi casi qualcosa di terribile accadde ad indicare come il manifestarsi dell'Olandese fosse annuncio di sciagura o di cattiva sorte.
Nel 1823 il Capitano Owen della nave inglese HMS Leven, dichiarò di aver visto l'Olandese Volante nei pressi del Capo di Buona Speranza. Owen credette dapprima di aver avvistato l' HMS Barracouta, ma il confronto dei diari di bordo quando effettivamente si incontrarono una settimana dopo, confermò che le due navi si trovavano a trecento miglia di distanza l'una dall'altra quando Owen intercettò la misteriosa nave.
1835: Capitano ed equipaggio di un vascello Britannico videro una nave avvicinarsi a vele spiegate benché nel mezzo di una tempesta. Il pericolo di una collisione sembrava imminente ma all'improvviso la nave sparì.
Uno degli avvistamenti più documentati si verificò l'11 luglio 1881, alle quattro del mattino circa. Il mare era calmo e l'HMS Inconstant veleggiava costeggiando l'Australia, in navigazione attraverso lo stretto di Bass, da Melbourne a Sidney. All'improvviso la vedetta segnalò la presenza di un vascello che si avvicinava. Tredici persone lo videro. Secondo i giornali di bordo del principe Giorgio, sedicenne guardiamarina, futuro Re Giorgio V d'Inghilterra, e di suo fratello, il principe Alberto Vittorio, la nave "emanava una strana luminosità rossastra, come una nave fantasma, sulla quale spiccavano nitidamente gli alberi, i pennoni e le vele di un brigantino distante duecento metri che si avvicinava a prua." Ma improvvisamente com'era apparsa, l'imbarcazione svanì senza lasciare traccia. I testimoni credettero di aver visto l'Olandese Volante. Alle 10.45 del mattino, solo sei ore dopo l'avvistamento, la vedetta precipitò dall'albero di parrocchetto sfracellandosi sul castello di prua. Sulla via del ritorno il Capitano si ammalò e morì. Due altre navi, che viaggiavano con l'Inconstant, l'HMS Tourmaline e l'HMS Cleopatra, riportarono di aver visto la nave fantasma.
Gli avvistamenti proseguirono anche nel secolo successivo, e l'Olandese fu avvistata a largo delle coste del Sudafrica, a Cape Town, Table Bay...ogni volta appariva senza preavviso e spariva altrettanto misteriosamente, evitando per un soffio la collisione. Alcuni riferirono anche di aver visto un uomo al timone.




Allucinazione collettiva? Illusione ottica? Miraggio? Oppure l'Olandese è reale? Per tentare di spiegare questo mistero possiamo ricorrere a diverse teorie...

La più semplice chiama in causa la mancanza di sonno dei marinai o l'abuso di alcol per spiegare l'allucinazione, ma, come prima cosa, dobbiamo tenere conto che non è detto che i marinai che riferivano di aver avvistato la nave fantasma dicessero il falso, semplicemente non è da escludere si trattasse di relitti che andavano alla deriva e che, in particolari condizioni metereologiche, come la nebbia o il mare in tempesta, e colorate dalla superstizione, potevano apparire diversi da ciò che in realtà erano.
Altro genere di spiegazione ci mostra l'Olandese come frutto di un'illusione ottica, spiegabile con il fenomeno detto 'Fata Morgana' che, in particolari condizioni climatiche, permette, a causa della rifrazione della luce del sole attraverso l'aria che in prossimità del pelo dell'acqua è più fredda di quella sovrastante, di vedere un oggetto posto ad di là dell'orizzonte di osservazione, che appare mutevole e deformato. L'Olandese così non sarebbe altro che il riflesso di una nave reale...
Anche la parapsicologia tentò di indagare il mistero dell'Olandese Volante. Il Dr. Frederic William Henry Myers, fondatore della Society for Psychical Research, teorizzò che la coscienza potesse sopravvivere alla morte e avesse la capacità telepatica di proiettarsi ai viventi, così l'Olandese sarebbe una presenza impressa nel tempo e nello spazio, sprovvista di intelligenza e che si manifesta solitamente quando un disastro o una tragedia accade.
Eppure nessuna di queste spiegazioni risulta oggi pienamente convincente, trattandosi di ipotesi e supposizioni che non sono in grado di ricondurre l'Olandese al giogo della scienza, riuscendo a spiegare anche ciò che appare inspiegabile. La leggenda resterà avvolta dal mistero come ogni storia di mare che si rispetti...perché continuare ad indagarla, cercando una spiegazione ad ogni costo, non sarebbe in un certo modo peccare della stessa presunzione del Capitano maledetto?

Il BlogTour Donne Pirata approderà il 14 giugno sulla Gazzetta dello Scrittore

in bocca al lupo a tutti,
Licio


mercoledì 4 giugno 2014

Anteprima: L'anello d'oro di Cristina Bruno

Vi segnalo l'uscita di un romanzo di spionaggio tutto made in Italy: l'anello d'oro di Cristina Bruno edito da La Ponga Edizioni.

Titolo: L'Anello d'Oro
Autore: Cristina Bruno
Editore: La Ponga Edizioni
Genere: Spionaggio
Prezzo eBook: 2,49€ su Amazon
Trama: Il trafugamento di un importante documento cifrato dalla banca dati di una misteriosa agenzia di Mosca potrebbe mettere in crisi l’equilibrio politico ed economico mondiale. Si scatena così una serrata caccia all’uomo nel tentativo di recuperare quanto sottratto e di far sparire eventuali testimoni. Per Peter Sullivan, esperto americano di sicurezza informatica, e la giovane collega russa Ksenija Fedorovna Bašmakova, è l’inizio di una fuga attraverso la Russia che li vedrà lottare fianco a fianco contro l’enigmatico Club dell’Anello d’Oro. Il viaggio che diventa una scoperta non solo di luoghi ma anche di anime, svela a poco a poco i contorni dell’intrigo internazionale che avvolge e sconvolge i destini dei due protagonisti.

Booktrailer: http://anellodoro.cristinabruno.it/index.php/romanzo/

Chi è Cristina Bruno?
Cristina Bruno vive e lavora a Venezia come consulente informatica. Autrice di saggi interattivi su CD-Rom editi da Giunti Multimedia, per molti anni ha scritto articoli su riviste italiane di computer. “L’anello d’oro” è il suo romanzo di esordio.

Per saperne di più sull'autrice e sul suo romanzo potete visionare il sito: http://anellodoro.cristinabruno.it/
oppure contattarla per e-mail: info@cristinabruno.it

Buona lettura,
Licio

Anteprima: La mia eccezione sei tu di Patrisha Mar


Oggi sono tutta contenta ed emozionata per l'uscita di questo nuovo gioiellino made in Italy e autoprodotto, che non posso assolutamente perdere: La mia eccezione sei tu di Patrisha Mar.
Dalla trama sembra proprio frizzante, romantico e divertente. Sabato 7 giugno uscirà su gli store online di Amazon e Kobo.
Vi lascio ai dati del libro...

Titolo: La mia eccezione sei tu
Autore: Patrisha Mar
Editore: Self publishing
Genere: Romance
Illustratore: Elisabetta Baldan
Pagine: 300 versione cartacea in vendita in autunno
ebook: 2,68€ in vendita su Amazon e Kobo dal 7 Giugno.
Trama: Daniel Gant è un modello di successo, bello, sexy, amato dalle donne di tutto il mondo, abituato a stare al centro dell'attenzione. Per uno strano scherzo del destino, il giovane irrompe nella vita della simpatica e tranquilla Sara De Michele, una ragazza in cerca di lavoro e del grande amore che la salvi da una serie infinita di primi appuntamenti terrificanti. Sullo sfondo di una Roma complice, tra schermaglie verbali, gossip, incontri romantici e situazioni comiche, nasce una storia d'amore da favola. Ma i problemi non tardano ad arrivare: velenose ex, fotografie osé e la terribile Spank. I mondi di Daniel e Sara sono forse destinati a scontrarsi? Un romanzo divertente che si legge in un soffio, un amore che conquista per la sua appassionata tenerezza, due personaggi che vi faranno sognare.
 
 
Chi è Patrisha Mar?
Patrisha è una moglie e una mamma prima di tutto, ma non può fare a meno di scrivere e di dare voce ai personaggi che ogni tanto vengono a trovarla. Ha sempre amato il fantasy, in particolar modo il paranormal romance e l’urban fantasy, anche se una sua grande passione è la letteratura del settecento/ottocento inglese, Jane Austen e Charlotte Brontë su tutti. Adora guardare gli adattamenti della BBC dei grandi classici, i serial americani preferiti, tra cui Friends, Bing Bang Theory e Smallville, i film di fantascienza e di supereroi, e tutte le commedie romantiche americane, tra cui C'è posta per te e Un amore di testimone. Ha un debole per i manga/anime shojo e una passione smodata per la cioccolata fondente, la pizza e Superman. Ha pubblicato in solitaria la duologia fantasy I Protettori dell'Oracolo, con i titoli Buio e Luce, e insieme alla sua amica autrice Angela C. Ryan, con lo pseudonimo di Katherine Keller, la serie The Shadows Saga, con i romanzi Black Shadow, Crimson Shadow e Grey Shadow.
 
Per saperne di più su Patrisha Mar e le sue opere?
 
 
Io non vedo l'ora che arrivi il 7 giugno per acquistare il libro e voi?
 
Buoni acquisti,
Licio
 

martedì 3 giugno 2014

Autore mese di Giugno: Rossella Castelli

 
Con l'arrivo del caldo sole estivo diamo il benvenuto sulla nostra pagina autore del mese di Giugno a Rossella Castelli e al suo libro Le pietre del Destino.


Scopriamo cosa ci racconta Rossella di lei e della sua passione per la scrittura:

Eterna adolescente, nonostante i miei 32 anni, vivo in Sicilia, precisamente a Sciacca. Dopo aver conseguito i diplomi di Maestro d’Arte e d’Arte Applicata e successivamente il diploma in Scienze Sociali, da circa tredici anni lavoro come disegnatrice CAD presso uno Studio Tecnico Edile, impiego davvero creativo e stimolante che per diversi anni ho alternato facendo anche l'animatrice per bambini.
Non avendo ancora impegni familiari, riesco a dedicare gran parte del tempo libero alle mie passioni più grandi che di norma necessitano di un computer (riscoprendomi un’irriducibile maniaca compulsiva per tutto ciò che riceve, trasmette, immagazzina ed elabora informazioni elettroniche: senza, non potrei vivere), come l’editing amatoriale di foto e video e da diversi anni alla scrittura, anche se già da piccola mi dilettavo in brevi racconti inevitabilmente accompagnati da illustrazioni, reduce dalla passione che ho per la lettura.
Il genere che preferisco spazia sulle linee leggere, fresche e ironiche, della narrativa young adults, quindi un po’ tutte quelle storie che passano per il paranormal romance, il fantasy e l’avventura, l’horror & gothic. Ma apprezzo molto anche le tinte del rosa.

Il 13 Settembre ho pubblicato il mio primo fantasy "Le Pietre del Destino" con la Casa Editrice ePubblica.
Attualmente (tempo permettendo) sto lavorando su diversi progetti che mi vedono impegnata - anche - sulla stesura di uno spin-off e un nuovo e capitolo conclusivo de "Le Pietre del Destino".
Le Pietre del Destino è il secondo romanzo che scrivo. La mia prima creazione è un romance vittoriano di diversi anni fa che al momento rimane gelosamente custodisco nel mio cassetto letterario. Spero di avere modo di farvelo conoscere presto.

Alla fine del 2013, in occasione di un giveaway natalizio, ho iniziato una collaborazione con un gruppo di scrittrici che verrà chiamato "Amiche di Penna".Da questa collaborazione nasce il blog La Gazzetta dello Scrittore e la prima antologia con il marchio Amiche di Penna “Il Libro e la Rosa”, il mio racconto si intitola Ali d'inchiostro.

Hobby e Interessi
Beh, che dire di me. Ho un debole per i capelli rossi (sarà perché il mio personaggio preferito d’infanzia - e non solo - è Ariel?), adoro i manga e l’arte in genere, soprattutto la poesia dei particolari figurativi, ma la mia vera mania, dopo il disegno, è per la tecnologia. Se dovessi pescare dal sacco dei miei pregi e difetti fra le caratteristiche che più mi rappresentano direi che - con libero arbitrio di considerare ogni peculiarità - sono la timidezza fatta persona :-P ; vedo il mondo a colori, anche quando la realtà mi mette sotto al naso un ventaglio con ogni tonalità di grigio e nero, non per ingenuità, solo perché non sopporto la negatività nelle persone e penso che l’unico modo per affrontare le avversità della vita sia con la semplicità d’un sorriso. Credo che la mia pazienza non conosca limiti, anche se, per convesso, non riesco a stare ferma per più di un istante senza far nulla; oh, quasi dimenticavo, “scrupolosità” è il mio secondo nome.
I miei pensieri sono in continuo volo e probabilmente quest’esigenza di risiedere fra realtà e fantasia ha acceso la grande passione che ho per la lettura e per la scrittura. Scrivere, per me, è un po’ come acciuffare quei pensieri ribelli e seducenti che vorticano irrefrenabili nei miei pensieri, riuscire in qualche modo a donargli vita propria pur se impressi in nero su bianco. Alla naturale domanda: “I tuoi personaggi hanno qualcosa in comune con te?”. Risponderei: Sì, loro parlano sempre un po’ di me, dei miei sogni, dei miei desideri. Comunque, loro custodiscono le ali del mio cuore.
Un segno particolare che accomuna le mie storie è il finale. Da irriducibile romanticona quale sono, non posso non adorare l’esemplare epilogo con un “E vissero felici e contenti” appena prima della parola Fine. Eppure, in qualche modo, anche quando il racconto non prevede un seguito, si conclude con un punto in sospeso lasciato su quel finale lasciato all’immaginazione che rompe i canoni come a voler rimarcare un messaggio a tutti coloro che come me amano risiedere sulle ali della fantasia fra le pagine di un libro: “Ciò che cerchiamo forse non esiste, ma fintanto non smettiamo di crederci troveremo comunque il modo per raggiungerlo".

Per saperne di più su Rossella e sulle sue opere:

Link intervista http://lindabertasi.blogspot.it/2014/05/intervista-rossella-castelli.html
 
Titolo: Le pietre del Destino
Autore: Rossella Castelli
Editore: ePubblica
Genere: Fantasy
Pagine: 570
Prezzo: 4,99 in ebook
Trama:
A sei anni, quando alla fiera del paese per la prima volta e per poco più di un istante, sentì il richiamo irresistibile di quella bellissima pietra rossa, non sapeva ancora che da quel momento la sua vita sarebbe cambiata. Per sempre. Solo il tempo rivelò che in lei c’era qualcosa di diverso. Di sbagliato.
Oggi Mai Ly ha quasi diciotto anni, una famiglia normale, due amiche normali, una vita normale in un piccolo paesino assolutamente normale, Sweet Valley, un luogo perfetto in cui chiunque poteva desiderare vivere, simile - se non addirittura migliore - ai paesaggi proposti nelle cartoline e nelle riviste, frastagliato da graziose e variopinte villette unifamiliari con florido giardino annesso. Tutto sarebbe stato semplicemente perfetto se anche lei fosse stata normale. Ma non lo era. Bruciava le cose, nel senso letterale, ciò che toccava prendeva fuoco. Non sempre, sia chiaro. Non era una specie di Re Mida che se ne andava in giro ad appiccare incendi. No. Era più una cosa legata alle emozioni (comunque innaturale) e per fortuna, da quando tutto era iniziato, era riuscita a nascondere il suo piccolo tragico segreto. Ad adattarsi, più o meno, a quella realtà di cui sentiva profondamente di non far parte, a sopravvivere solo perché doveva farlo come in un limbo in attesa di chissà cosa.
Finché, in un noiosissimo giorno qualunque, quella piccola pietra tornò dal passato a stravolgere ancora una volta la sua vita. Stavolta definitivamente.
In una rocambolesca avventura in cui la realtà svanisce tra le spire della fantasia, Mai Ly scoprirà che il mondo che conosce non è che il piccolo scorcio di un immenso universo infinito parallelo a tante altre dimensioni temporali e che proprio oltre quei confini ignoti all’umanità, in un Regno coinvolto in un’antica lotta per il potere, e non solo, il suo destino e quello di altri undici ragazzi (tutti con la capacità di dominare gli elementi) è legato a una profezia molto antica, scritta nelle pagine del firmamento ancor prima che nascessero. Loro, i Guerrieri delle Pietre del Destino, custodi delle gemme magiche donate dalle Costellazioni dello Zodiaco, verranno addestrati per salvaguardare l’equilibrio dei Dodici Regni.
Nel loro percorso ricco di emozioni forti, strabilianti e spesso anche avvilenti, s'intrecceranno storie di amicizia e d'amore, sullo sfondo di un clima teso per la pressione di un incubo che troppo presto diverrà realtà.
L'attacco dei Pirati Sid non sarà che uno dei tanti problemi in cui si troverà coinvolta Mai Ly, la curiosità della ragazza per i misteri nascosti dietro la facciata di quella nuova realtà, la porterà a risvegliare una maledizione antica che metterà in pericolo il ragazzo che ama e se stessa. Solo il suo sacrificio riuscirà a salvarlo, al caro prezzo della propria vita. Ma sarà ancora una volta la magia dell'amore a strapparla dall'oblio, anche se al suo risveglio scoprirà una triste realtà, una realtà troppo normale: la fine del suo sogno. 

 
Vi lascio il Link all'estratto del libro http://lepietredeldestino.weebly.com/estratto-libro.html
e ad alcune recensioni:
http://lepietredeldestino.weebly.com/2/post/2013/10/libri-dincanto-recensione.html http://lepietredeldestino.weebly.com/2/post/2013/12/peccati-di-penna1.html

 

Titolo: Il libro e la rosa
Autore: Fabiana Andreozzi, Vanessa Vescera, Bianca Rita Cataldi, Patrizia Ines Roggero, Vita Valentina Firenze, Connie Furnari, Mirko De Gasperis, Rossella Castelli, Alessandra Paoloni, Elisabetta Baldan, Stefania Bernardo, Giovanna Profilio, Tiziana Cazziero, Fabiana Andreozzi (Prefazione) Linda Bertasi (Sinossi)
Illustrazione: Elisabetta Baldan
Editore: Amiche di Penna
Pagine: 166
Prezzo: 0.89 ebook su Amazon
Trama:
Tredici autori omaggiano la Festa Mondiale del Libro con una raccolta di racconti dedicati alla letteratura e a tutte le sue sfaccettature.
Il libro è protagonista indiscusso di queste bellissime storie, capace di risvegliare antiche nostalgie, di svelare misteri del passato. Tra le pagine di un libro si vivono avventure tangibili che si sostituiscono al reale. Pagine capaci di modificare l'intero corso di un'esistenza, di risvegliare coscienze ed essere fonte di sopravvivenza. Il libro che diviene mezzo di corteggiamento, fonte d'ispirazione per capolavori destinati a brillare nella storia, il libro inteso come condanna e redenzione, come motivo di scontro e soluzione, come rivelazione e muta scoperta.
Tredici racconti molti dei quali citano maestri indiscussi della letteratura: da Shakespeare a Dumas, da Edmondo De Amicis a Choderlos de Laclos, da Garcia Lorca a Lovecraft.
Tredici racconti che spaziano dal distopico al romance, dallo storico al fantasy e al chick lit. Letture intense che vibrano nel cuore e svelano il magico potere della lettura.
 
 

Buona lettura e un grande in bocca a lupo a Rossella Castelli,
Licio