lunedì 16 novembre 2015

Anteprima: Una freccia, un sentiero, un Cammino: destinazione Santiago di Sophia Margò

Oggi diamo spazio al nuovo libro di Sophia MargòUna freccia, un sentiero, un Cammino: destinazione Santiago.
Vi lascio ai dati del libro, booktrailer e alla presentazione dell'autrice che ci racconta come mai ha deciso di scrivere un libro su Santiago


Titolo: Una freccia, un sentiero, un Cammino: destinazione Santiago
Autore: Sophia Margò
Editore: Self publishing
Genere: viaggi
Data di uscita: 20 ottobre 2015
E-book: Euro 2,99 - 235 pagine
Cartaceo: Euro 12,48 - 324 pagine
Trama:  
Elena, rimasta vedova, affronta un periodo molto difficile della sua vita. 
Una sera alcune amiche la invitano al cinema. Da quel momento, si troverà coinvolta in un’esperienza straordinaria che la porterà ad attraversare tutta la Spagna tra incontri speciali, paesaggi meravigliosi, leggende, storia, cultura. 
In compagnia di pellegrini provenienti da tutto il mondo, seguirà l’antico Cammino verso Santiago de Compostela. 






Sophia Margò ci racconta:
A chi mi chiede perché ho scritto un libro sul Cammino di Santiago, in realtà, non posso dare una risposta precisa. Forse perché quando percorri il Cammino, non lo dimentichi più e ti rimane quella eterna nostalgia nel cuore.
Probabilmente ho voluto fissare sulla carta il mio vissuto, in modo da averlo con me per sempre.
Il Cammino non è solo macinare passi, è qualcosa di più. È incontro, è solidarietà, è uguaglianza, è storia, è natura, è fascino.
Una cosa è sicura: chi percorre il Cammino, poi ritorna.
Se volete conoscerlo, dovete precorrerlo ma, nell’attesa, potete leggere questo libro che vi apre un mondo che alcuni sognano, altri ignorano e molti vivono.
Il mio libro inizia con questa lettera che, nel suo piccolo, racchiude tutto.

Caro Cammino,
non è facile mettere su carta tutto ciò che ho nel cuore, ma ci proverò.
Come posso descrivere quello che tu hai rappresentato nella mia vita? Fino a qualche tempo fa nemmeno ti conoscevo e ora, invece, non posso più fare a meno di te.
Sei entrato nella mia vita quasi per caso e, da quel giorno, hai occupato una buona parte del mio cuore. Sei entrato nel sangue, nell’anima. Ti sei infilato in silenzio e, quando me ne sono accorta, era ormai troppo tardi. Ero malata.
Sì, malata di te. Per colpa tua.
Che mi hai fatto Cammino? Che cosa hai fatto a tutti quelli che ti hanno percorso, che ti stanno percorrendo e che ti percorreranno?
Tu non gridi, tu bisbigli. Tu chiami. Non siamo noi a cercarti, sei tu a farlo.
… e non è per tutti.
Tu risvegli i cuori addormentati, li riporti alla vita, quella vera. Riporti ordine in tutto quel caos che abbiamo dentro.
Una cosa so con certezza. Avrò sempre questa eterna nostalgia che mi separa da te.
Tu che sei stato tra i grandi amori della mia vita.

Una pellegrina

In bocca al lupo a Sophia per la sua nuova avventura
Licio

Nessun commento:

Posta un commento