martedì 28 febbraio 2017

Recensione: Io che ho amato solo te di Silvia Maira

Carissime lettrici oggi vi parliamo di un romance contemporaneo scritto dall’autrice Silvia Maira: "Io che ho amato solo teVediamo di cosa parla questo romanzo.


Titolo: Io che ho amato solo te
Autore: Silvia Maira
Editore: Self publishing
Genere: Romance
Pagine: 118
Costo: 1,89 ebook

Trama: Ci sono amori che sembrano destinati a non finire mai, anche quando sembra che appartengano al passato.
Lasciano sempre qualcosa, grande o piccola che sia. Un ricordo, delle emozioni, qualche volta ferite, altre volte vuoti immensi che difficilmente si riescono a colmare.
Questa è la storia di Irene, una giovane ragazza siciliana, prossima alle nozze.
Il suo futuro marito, Giorgio, lavora sulle navi da crociera e si trova spesso lontano da lei. Tuttavia il loro è un amore forte e solido. Irene lo ha conosciuto all’università per caso e da quel momento non si sono più divisi.
Giorgio divenne ben presto il suo amico, il suo confidente, il suo appoggio. Da lì, il passo ad innamorarsi di lei, fu breve e sebbene Irene non fosse completamente pronta ad accogliere un nuovo amore, riuscì a conquistarla, accettando anche quel suo segreto che lei teneva gelosamente custodito e che era legato al suo passato.
La vita però è imprevedibile e proprio quando meno se l’aspetta, Irene tornerà faccia a faccia con il suo passato. Dopo tredici anni, rivede Marco. Le sue sicurezze cominciano a vacillare, perché Marco non è l’uomo che l’ha sedotta e abbandonata, facendola soffrire, ma è un uomo che l’ha amata alla follia e che è stato costretto a lasciarla, a fuggire da lei e a non farsi più trovare.
Nell’atmosfera accogliente e festosa del periodo natalizio, i due non potranno fare a meno di vedersi, seppur di nascosto da tutti, esattamente come tredici anni prima, e di fare un bilancio della loro vita.

Chi è Silvia Maira?
Vive a Marsala dove ha studiato presso il locale liceo classico. Durante gli studi liceali ha incentivato la passione per la lettura e ha sperimentato il piacere di scrivere articoli sulla realtà della sua città per un giornale locale. Ama il mare e la musica italiana. L’uno è la sua fonte di ispirazione, l’altra è la sua imprescindibile compagna quando scrive e nella vita quotidiana. Si definisce mamma di professione e scrittrice per passione. Appassionata del genere romance, ha già pubblicato due libri, Un cuore a metà e Banali momenti speciali.


 Recensione:
Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile; non so, ma è proprio così e mi tormento.
Catullo

La Sicilia, bella calda solare Sicilia, quella che racchiude in sé tanto calore ma anche tanto bigottismo fa da sfondo a questa storia. Irene, la protagonista, sarà vittima proprio di questa mentalità a volte troppo chiusa. È innamorata di Marco, si frequentano, si amano ma di nascosto da tutti.
Ma questa gente troppo bigotta, oltre a essere tale, è anche infame, una lettera anonima fa sì che i genitori di Irene scoprano la sua storia con Marco. Purtroppo per Irene e Marco non c'è un lieto fine dopo questa scoperta; nonostante lei gridi e giuri di esserne innamorata, Marco scompare.
Irene scopre qualcosa che non si sarebbe mai aspettata e tutto crolla, crollano le certezze, i progetti futuri, ma soprattutto crolla Irene come donna, come persona, il suo cuore si spacca, la sua anima si sgretola.                             
La montagna da scalare è alta e impervia. Scorrendo le pagine ti ritrovi a chiederti se Irene ce la farà, se riuscirà a venirne fuori.
...Se oggi era una donna serena, lo doveva a se stessa e a quell'incredibile forza di volontà che aveva avuto di dire stop a un passato che non sarebbe mai più tornato e alla voglia di tornare a vivere un presente se non esaltante, quantomeno sereno e accettabile...
Irene è tante donne come nessuna.  Il tempo è passato, lei sa che quell'amore, quella passione, quella complicità, quel battito connesso tra cuore e cervello, quel fuoco che brucia tutto, non lo sentirà mai più.

Irene si accontenta di un amore sereno, tiepido, pacifico, ma a quanto pare il destino ci mette sempre il suo zampino, e tutto viene messo ancora una volta in discussione.
Sei sempre bellissima! La più bella!
Irene sentirà ancora il fuoco bruciarle l'anima e il corpo?


Caro lettore potrai scoprire se la situazione di Irene sarà cambiata o meno, solo leggendo questo romanzo dolcissimo. Silvia Maira è stata molto brava, è riuscita a tenermi incollata al libro grazie alla sua scrittura fluida e leggera, parola dopo parola ti porterà a scoprire solo nell’ultima parte il colpo di scena. È scritto davvero molto bene, probabilmente un finale un pò più lungo, più descrittivo, mi sarebbe piaciuto di più, ma forse c'è una seconda parte in arrivo?
Complimenti all’autrice.
Buona lettura,
Aurelia
Le Cercatrici di libri



1 commento:

  1. Grazie, bellissima recensione, sono felice tu che abbia apprezzato il libro e la storia!

    RispondiElimina