lunedì 13 marzo 2017

Recensione: Giglio bianco e Note di dolore di Simona Bagnato


Care Cercatrici, oggi vi parlo della saga di Simona Bagnato, Giglio Bianco e Note di dolore, una storia tormentata e ricca di desiderio... Simona, proprio come tutte noi, è un'accanita lettrice e sognatrice, così nascono i suoi romanzi; andiamo a conoscerli da vicino.


Uscite:
Vol. 1 Giglio Bianco - 4 luglio 2016
Vol. 2 Note di dolore - 19 gennaio 2017


Titoli:  Giglio Bianco 
Autore:  Simona Bagnato
Editore:  Lettere Animate Editore
Pagine:  Vol. 1 n. 214 
Costo ebook:   € 1,99 
Genere:  New Adult

Trama:
Lavinia, sensibile e dolce pianista di talento, appassionata di letteratura, inizia il collage con l’amica del cuore Linda. Con un'infanzia difficile e sofferta alle spalle e un'ombra del suo passato che continua a tormentarla, spera di scrivere un nuovo capitolo della sua esistenza e magari incontrare l’Amore. L’unico capace di accendere in lei emozioni mai provate prima, è Luke: ragazzo riservato, dal temperamento instabile che con i suoi splendidi occhi verdi le fa perdere la testa. Luke prova in tutti i modi a starle lontano, per non imbattersi in inutili complicazioni sentimentali; ma nonostante i vani sforzi se ne innamora perdutamente. Resisterà il loro amore appena sbocciato alle insidie e i pericoli che incontreranno? La rabbia e l’insicurezza che tormentano l’anima straziata di Luke, riusciranno a placarsi, grazie alla fiducia incondizionata di Lavinia? Una storia tormentata ricca di desiderio. Un legame che li rende incompleti l’uno senza l’altra.

Titoli: Note di dolore
Autore: Simona Bagnato
Editore: Lettere Animate Editore
Pagine: Vol. 2 n. 208
Costo ebook:  € 2,99
Genere: New Adult

Trama:

La storia d’amore tra Luke e Lavinia non ha ancora trovato la giusta pace per vivere il legame che li ha uniti indissolubilmente.
Lav scopre nel peggiore dei modi il segreto che lui tanto le ha nascosto e che non è stato in grado di rivelarle, decide così di trovare conforto nelle braccia di un padre che ha scoperto di avere dopo diciannove lunghissimi anni.
Nonostante tutto e nonostante il suo segreto, il dolore provocato dall’assenza di Luke, è troppo forte da sopportare, quasi troppo intenso per continuare a vivere.Due corpi e un solo cuore, che con il suo battito, alimenterà la speranza di una vita insieme...




Recensione

In “Giglio Bianco” vedrete nascere la storia d'amore tra Luke e Lavinia. Il loro primo incontro mi ha ricordato la magia dei protagonisti di Twilight nella mensa del campus, non per altro il cognome della protagonista è Swan

“Due occhi verdi incrociano i miei per qualche secondo,
un brivido mi attraversa l'intera colonna vertebrale,
scatenandomi una scossa in tutto il corpo.”

Lavinia è una ragazza sensibile e una pianista talentuosa che alla giovane età di diciannove anni ha dovuto affrontare numerose problematiche tra cui l'omertà dei suoi nonni, con i quali è stata costretta a vivere fino alla loro morte.
A tratti è toccante, come un petalo rosa in mezzo alla gramigna, soprattutto quando ricomparirà il papà di Lav, che lei non sapeva di avere sempre avuto al suo fianco. Una perla di questo romanzo l'affetto del padre per questa figlia che contorna la storia d'amore dei protagonisti, anche ai meno sensibile. 
I pov alternati, regalano un pathos diretto che riesce a farti immedesimare nei pensieri e quasi alla fine vorresti prendere Luke per dargliele di santa ragione. I protagonisti sono legati da un filo conduttore, l'oscurità delle loro anime sofferte ma con una gran voglia di capirsi e risalire.


                                                       
In “Note di dolore” invece i protagonisti affronteranno il loro scomodo passato, soprattutto Lavinia che verrà a conoscenza di eventi, rivelazioni, bugie e menzogne che verranno a galla.

“Niente è più lo stesso, io non sono più la stessa dopo Luke,
ma per nessuna ragione al mondo vorrei tornare alla mia vita,
quella vita che mi sono lasciata alle spalle, prima di lui,
prima di mio padre... non potrei più essere quella persona,
non dopo aver assaporato il dolce gusto della felicità.

Luke riflette nell'anima di Lav, diventa un ragazzo stupendo, dolce e commuove il loro legame fresco e puro. Si amano, si comprendono e il mondo in cui lui la guarda toglie il fiato. C'è alchimia, un trasporto che li rende complici e incompleti l'uno senza l'altro. Si amano immensamente, l'attrazione e il desiderio dei due è sempre delicato e mai volgare, nonostante le rozze espressioni di Luke e la sua insaziabile voglia.
Toccanti i racconti di Lavinia quando suona il pianoforte, si percepisce la liberazione della sua anima, l'amore finalmente giunto nella sua vita dopo tante vicissitudini, suona con le mani, con il cuore e con la voce... più di tutti quando suona per il suo papà, mi sono commossa.

“Ti potranno tagliare le ali, ma non impedirti di volare”

Il romanzo è raccontato in prima persona e presenta entrambi i pov dei protagonisti, lo stile di scrittura è semplice e limpido. Ben costruite e particolareggiate le descrizioni fisiche dei personaggi e degli ambienti. E' una storia che piace, la passione e l'impeto sono i temi chiave di questi romanzi, consigliato anche a un pubblico giovane che ha voglia di una lettura fresca e leggera.

Buona lettura a tutti,
Chicca,
Le Cercatrici di libri







                    Link Amazon                       
                                                                                                 


       Link Amazon





Nessun commento:

Posta un commento