sabato 11 marzo 2017

Recensione: Stocaxxo che ti amo di Antonella Maggio

Carissime,
oggi vi parlo del nuovo romanzo di Antonella Maggio edito da Butterfly edizioni: Stocaxxo che ti amo.

Titolo: Stocaxxo che ti amo
Autore: Antonella Maggio
Editore: Butterfly edizione
Costo: 2,99€
Trama:
Mangia troppo e parla troppo. È ostinata, testarda, indisciplinata, sboccata, esuberante e un po' pazzerella. Miria, 26 anni, è un disastro di ragazza. Come se non bastasse, ha perso il lavoro e sta nascondendo alla famiglia i suoi problemi economici per non ammettere ai loro occhi che è una buona a nulla come l'hanno sempre fatta sentire. Vorrebbe solo essere amata per quella che è, difetti compresi, e realizzare i suoi sogni con le proprie forze. Cristian, sexy e bastardo, odia molte cose, prime fra tutte le donne sboccate. Vive un'esistenza apparentemente tranquilla fatta di avventure di una notte e giornate vuote prive di sentimenti e punti stabili oltre al suo lavoro e alla sua passione per il calcio. E se il destino, in mezzo a tanta gente, ci facesse incontrare sempre la stessa persona che fa uscire il peggio o forse il meglio di noi? Tra due caratteri così opposti non potranno che esserci scintille...
Gli stravolge l'esistenza in una sola notte...




Recensione:

Questo romanzo mi ha catturato in primis per il titolo che lascia veramente a bocca aperta e ti chiedi ma di cosa caspita parlerà? Ecco, sono giorni che mi stavo tormentando e lambiccando il cervello. Poi beh, lo ha scritto Antonella Maggio quindi per me la sua firma sul romanzo era già una garanzia di successo assicurato. Dell’autrice ho letto praticamente tutto e sa sempre travolgermi o conquistarmi in un modo o in un altro.
Stavolta poi mi ha trascinato per le strade delle mia città e devo dire che è stato un verso spasso osservarla con gli occhi della protagonista pugliese trasferita a Roma. Mi è piaciuta la veridicità impressa nella storia usando in alcuni personaggi la nostra cadenza romana forte e a tratti da far sanguinare le orecchie :D ma nella storia fa tanta simpatia e realtà.
Il romanzo si apre con Cristian, il protagonista maschile, che ci mostra subito il suo carattere deciso, la sua allergia ai legami e come liberarsi dell’avventura di una notte senza restarci invischiato. Poche righe e a me aveva già conquistato alla grande e ho capito subito che lo avrei amato alla follia.
Miria è una calamita naturale di sfighe, quando la sua vita si incrocerà con quella di Cristian, l’esistenza del ragazzo non scorrerà più come un tempo e sarà vittima di centomila sfortune e situazioni assurde. È genuina, non ha freni sulla lingua e combina casini. Come si fa a non amarla? Impossibile!
Il destino ci mette lo zampino e non li lascerà respirare con calma, o prendersi una pausa da tanti deliri, così come quando Eros scocca la scintilla c’è poco da fare per tenersi distanti ma i due giovani faranno qualche fatica a dargli retta…
Il libro di Antonella si snoda seguendo un ritmo allegro e frizzante tipico della commedia degli equivoci, con qualche spruzzata di chick lit, un po' di commedia rosa romantica che fa sognare… insomma non manca assolutamente nulla. 
E come sempre, tra risate e sorrisi, il romanzo vi lascerà spunti di riflessioni perché i personaggi non sono soltanto delle macchiette sulla scena come nei chick lit, esasperati e casinisti, ma sono molto reali e vivono i drammi di tutti i giorni.
Antonella accosta due protagonisti che non potrebbero essere più diametralmente opposti, già dal semplice fatto che Cristian è comunque realizzato mentre Miria è la classica giovane di oggi, altamente qualificata e disoccupata che non può nemmeno accendere un mutuo e si sfianca nella ricerca di questo agognato lavoro che ovviamente nulla ci azzecca con i suoi studi. Insomma tra le risate, uno spaccato di Italia brutalmente vero.
Ero così presa dalle pagine e dalle risate che non riuscivo a smettere di leggere.
Non vi dico quando sono arrivata alla fine e pensavo che ormai non ci fosse nient’altro per cui ridere e invece è bastato un Stocaxxo che ti amo per farmi ripiombare sull’orlo delle risate. Non vi dico altro perché solo leggendolo scoprirete il senso del titolo!


Complimenti ad Antonella!!

Buona lettura,

Fabiana 

Stupendo








Compra con un click


2 commenti:

  1. E poi arrivo alla fine di questa splendida recensione e scoppio a ridere anche io XD grazie mille per avermi letta <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora devi metterti di Buona lena a scrivere che ho di nuovo finito tutti i tuoi libri :D

      Elimina