lunedì 6 marzo 2017

Recensione: Sweet Revenge Vol.1 Gioia De Bonis

Care Cercatrici e Cercatori vi parlo del primo volume di “Sweet Reveng” appartenente alla "Sweet Man Saga"  scritto da Gioia De Bonis, venite a conoscere Jennifer e Cameron e i loro battibecchi.

Titolo: Sweet Revenge Vol.1
Autore: Gioia De Bonis
Editore: Self Publishing
Pagine: 376
Costo eBook: 1,99
K.U: Gratuito
Genere: Romance Contemporaneo
Uscita: 24 Gennaio 17

Trama:
Quando Jennifer West incontra di nuovo Cameron Morgan... è come se il suo peggiore incubo diventasse realtà. Lui è il ragazzo che le ha rovinato l'adolescenza e Jenny non vuole assolutamente che la storia si ripeta anche nel suo futuro. Decide così di non rivederlo più ...ma Rachel, la sua amica d'infanzia, la convince ad attuare un piano contro di lui ... perché si sa, la vendetta è un piatto che va gustato freddo. Ma riuscirà Jenny a fregarlo, senza rimanere invischiata in una storia d'amore che potrebbe cambiarle la vita per sempre?!



Bio:
Gioia De Bonis è nata il 24 gennaio 1990 a Tivoli in provincia di Roma e vive a Marcellina. Ama leggere, scrivere e guardare serie tv. Ha sempre scritto per sé stessa senza il coraggio di pubblicare.
Sweet Revenge è il romanzo che la fa approdare nel mondo delle autrici self. Ha sempre adorato scrivere ma aveva abbandonato la sua passione a causa di problemi famigliari e per gli impegni universitari. Quest'anno ha scritto una one shot "Giada e Daniel: una convention da sogno" che ha aperto la strada per il suo primo romanzo. È laureata in lettere moderne e sta per laurearsi per la seconda volta in Italianistica presso l'Università di RomaTre. 


Recensione:

Tutto iniziò 10 anni prima alle Superiori quando  davanti a tutta la platea riunita nella palestra della Marcel High School dove Jennifer West del 4° anno  invece di cominciare il suo discorso rimane quasi abbagliata dalla vicinanza di Cameron Morgan del 5°anno, capitano della squadra di pallavolo, caporedattore del giornalino della scuola e rappresentante d'istituto... Nonché l'essere umano più bello che Jennifer abbia mai visto in vita sua. Capelli mori spettinati ad arte, sorriso disarmante e occhi azzurri come il cielo, muscoloso e prestante in modo perfetto.

"Davvero... Quel ragazzo è strabiliante..."
Jennifer la fulminò e Rachel si affrettò ad aggiungere. "MA È SOLO TUO... Ricordami, nella tua mente, da quando state insieme?"
"Che domande... Dalla prima volta che l'ho visto!" Rispose Jennifer.

Lei infatti farà una gaffe che porterà a dei sviluppi negativi tali da segnare ancora oggi l'animo di Jenny. E dopo dieci anni da quel fatidico giorno lei ancora  detesta profondamente Cameron perché lui l'ha umiliata davanti a tutto l'istituto senza  scrupolo alcuno.
Ma il karma  è il karma si sa, e dopo ben dieci anni la nostra Jenny ormai laureata in Editoria, comunicazione digitale e creatività d'impresa diventata socia alla pari con la sua migliore amica Rachel  di un piccolo studio; è  ormai convinta di aver lasciato tutto alle sue spalle ma durante un appuntantamento di lavoro con il direttore marketing della CosmicStarz si troverà di fronte a colui che ha riempito le sue notti di incubi: Cameron Morgan. Da qui comincerà a progettare la sua vendetta.
"Lui è uno squalo travestito da delfino...
Non devi cascarci, anche se è un travestimento bellissimo..."

Ma come dice il detto "Il diavolo fa le pentole e non i coperchi" e se quel Cameron non fosse più il Cam dei tempi del liceo? Se fosse cambiato e maturato? Se invece fosse sempre lo stesso dongiovanni menefreghista del liceo?

"Finora mi hai detto: arrogante, presuntuoso e maleducato..."
"E conto di aggiungere altre aggettivi alla mia lista..."

Ho apprezzato il libro nella sua interezza soprattutto i coprotagonisti che come satelliti girano intorno alla coppia rendendo la storia ancora più piacevole, inoltre vi sono delle pennellate di giallo che rendono tutto più intrigante.
Ho letto Sweet Revenge senza conoscere nulla dell'autrice  e durante la lettura del testo mi sono fatta un'idea su Gioia De Bonis, idea che è diventata sicurezza dopo aver letto la sua biografia, cosa che mi ha piacevolmente colpita perché mi ha confermato ciò che la sua scrittura lascia trasparire come la sua spontaneità nel riversare in essa le sue passioni e i suoi sentimenti, mi ha trasmesso molta tenerezza, freschezza, voglia di sognare ma soprattutto che i sogni possono diventare realtà. Di fatto tutto questo fa quasi passare sopra a qualche ingenuità  nella mancanza di approfondimento della cultura e del territorio  dove è stata ambientata la storia  facendo uscire quella spiccata italianità in un  ambiente  con  personaggi di nazionalità americana che non dovrebbero avere, oltre altri errori temporali che ho riscontrato durante la lettura del libro, che vi ricordo essere la sua prima pubblicazione nel mondo self   ed esattamente nel giorno del suo 27° compleanno, una scelta che  ho trovato molto dolce e significativa.


 
Leggerò sicuramente altro di questa autrice che spero tenga conto del mio suggerimento nella approfondire le sue ricerche nei suoi prossimi lavori.


Ma ora vi devo lasciare perché ho una voglia di tagliatelle con ragù di salsiccia e funghi da soddisfare XD  voglia che Sonia De Bonis e chi ha già letto questo libro capirà. Lol

Buona lettura
Virgy






Compra con un Click

ESTRATTO dal Prologo:
Fu in quel momento che la sua vita cambiò: Cameron Morgan, facendosi spazio fra la gente, risalì le scalette, le si accostò e prese il microfono dalle sue mani, sfiorandole. Jennifer sospirò.
"Ragazzi...siamo venuti qui per ascoltare tutti...e questo comportamento irrispettoso non è affatto giusti nei confronti di Jessica" disse lui ammiccando verso di lei.
"Jennifer" lo rimbeccò lei in un impeto di coraggio. Non gli aveva mai rivolto la parola in tre anni.
"Cosa?!" si girò a guardarla.
"Mi chiamo Jennifer, non Jessica..."
"Ops scusami! Comunque ora, Jennifer" calcò la voce a sottolineare il suo nome "Hai la loro attenzione" e poi, come se fosse una cosa normale, le passò una mano sulla schiena lasciata nuda dalla t-shirt e la guardò intensamente. Perché ho messo questa maglia? Oddio, ma che occhi ha?
Non siamo mai stati così vicini! pensò Jennifer perdendosi quasi in quegli occhi così azzurri, nel suo profumo così buono e nella vista di quelle braccia così muscolose. "E Jennifer" aggiunse lui, scostandosi di poco dal leggio "Fatti valere".
La platea aspettava, lei aprì la bocca, ma l'unica cosa che uscì dalle sua labbra fu "Ti amo".
Appena pronunciò quelle parole, si tappò la bocca sperando nessuno l'avesse sentita, purtroppo per lei però tutti avevano ascoltato quella sua confessione. L'intera palestra si riempì di risate convulse.
Cameron, appena al di sotto del palco provvisorio, si girò verso di lei e la guardò esterrefatto. Jennifer, in preda al panico e alla vergogna, scappò fuori dalla sala inseguita da Rachel. Si aprì da quel giorno per lei un estenuante calvario, le prese in giro erano all'ordine del giorno: il trio del male (come le aveva ribattezzate Rachel) formato dalle tre ragazze più popolari della scuola la deridevano tutto il giorno tutti i giorni e non c'era un momento in cui la lasciassero in pace. Cameron, che lei credeva gentile, si rivelò essere un mostro: le fece recapitare un bigliettino in cui le diceva di volerle parlare in un luogo diverso dalla scuola. Ma all'appuntamento, in quel ristorante, non trovò lui ma un folto numero di studenti della scuola che le avevano teso una trappola. La vita a scuola divenne, dopo quello scherzo, più che impossibile. Raggiunto il limite della sopportazione, decise di chiedere a sua madre e a suo padre di trasferirla per concludere l'anno in un'altra scuola e così era successo. Rachel, senza che lei glielo chiedesse, l'aveva seguita nel nuovo istituto.
Nessuna delle due mise più piede nella Marcel High.


Nessun commento:

Posta un commento