giovedì 6 aprile 2017

Recensione: La prima stella della notte di Susan Elizabeth Phillips

Cercatori e cercatrici oggi vi parlo dell'ultimo della serie dei  "Chicago Stars" della grande "Susan Elizabeth Fhillips" o comunemente detta "SEP".
Una serie molto amata, quindi potete immaginare la voglia che avevo di leggere quest'ultima sua fatica, ma adesso vi porto a conoscere Piper e Coop.


Titolo: La prima stella della notte
Autore: Susan Elizabeth Phillips
Editore: Leggereditore
Pagine: 283
Costo eBook: 2,99
Cartaceo: 12,67
Genere: Romance Contemporaneo


Trama:
Piper Dove è una ragazza ambiziosa e determinata: il suo sogno è diventare la migliore detective di Chicago e riscattare un passato difficile e tormentato. Il suo primo incarico consiste nel pedinare Cooper Graham, celebre ex quarterback dei Chicago Stars, una vera e propria star in città. Peccato che venga scoperta quasi subito... Ora che rischia di perdere casa e agenzia, Piper non ha altra scelta che accettare il lavoro nel club alla moda di Cooper, lo Spiral, ma la vita dell’ex campione negli ultimi tempi è diventata piuttosto movimentata e rischia di coinvolgere la ragazza in affari ben più pericolosi di una crisi finanziaria. Qualcuno ce l’ha con Cooper e sta facendo di tutto per sabotare le sue attività e minarne la popolarità. Piper sa che ormai è troppo tardi per slegare il proprio destino da quello di un uomo che la attrae terribilmente e che sente poter essere quello giusto. Perché niente intriga di più lo spirito competitivo di uno sportivo che una sfida impossibile: conquistare una donna spaventata dai sentimenti.


Un nuovo, eccitante capitolo di una delle saghe romance più acclamate. La storia complicata e pericolosa di una donna disposta a rischiare il tutto per tutto per la vita che sogna di conquistare.


Recensione:
Desideravo da tanto leggere questo libro ma fra la situazione economica e il trilione di uscite, l'ho rimandato, è stata perciò una meravigliosa sorpresa riceverlo in regalo da mio marito, addirittura in cartaceo... Mi luccicavano gli occhi so che voi potete capirmi! Mi ci sono immediatamente tuffata e fin dal principio mi ha catturata facendomi ridere, la Sep è una maestra io ne sono innamorata, scrive con un'ironia pazzesca situazioni che hanno dell'assurdo ma filano e personaggi che sono delle macchiette.
Dopo aver chiuso l'ultimo della serie mi ero sentita abbandonata, i "Chicago stars" erano conclusi (piantino generale) ma ecco che la nostra mitica autrice ci riporta, assieme alla leggereditore, ancora uno di questi mitici ragazzoni.
Lui è Cooper Graham , campione per diritto di nascita, egoista e superprivilegiata stella del Football, detentore dell'anello del Super Bowl, ritiratosi all'apice della sua carriera per rimanere nel firmamento delle stelle nel momento più alto.
Arrogante, l'uomo che non deve chiedere mai, uomo che non si accontenta di essere un ex Dio ma che vuole avere successo anche come imprenditore. Lei è Piper Dove, vi chiederete con questo nome sarà una modella, una starletta... ehm ehm, no è un uomo mancato, cazzuttisima, orgogliosa e testarda, è un'investigatrice privata che deve appunto investigare su Coop (come se fosse facile).

Piper mise un piede nella Città dei Pazzi, e ironia della sorte, la cosa finalmente la sostenne. Ricordava il primo incontro con Heath, quando Coop gli aveva dato il contratto di Piper e lui aveva negoziato per farle ottenere più soldi. Per lei. Quei due non avevano un normale rapporto agente-cliente, e volevano risucchiarla nel loro mondo di matti. Bene. Combattere la follia con la follia. Poteva farlo.

Ne vedrete delle belle già dal principio il loro primo incontro/scontro è micidiale avevo le lacrime agli occhi. Dopo equivoci, guerre a colpi di lingua al vetriolo che sarcasmo è dire poco, Coop assume Piper prima per arginare i raggiri a suo danno da parte di alcuni dipendenti e poi come sua guardia del corpo e buttafuori, si avete capito bene lei che difende lui... Ed è pure iperprottettiva per tutto il libro ci sarà un frizzante battibecco e misteri da risolvere: chi attenta a Coop? L'odio può trasformarsi in amore?  
In questo libro la storia della coppia è predominante al contrario dello schema solito della Philipps che vede anche i personaggi di contorno come quasi coprotagonisti, questa volta ci si concentra su questi due pazzi adorabili, ci saranno anche amici ma resteranno un gradino indietro rispetto a loro.
Posso solo dirvi tuffatevi, non resterete delusi e fra le risate verranno trattati anche argomenti molto importanti.

Buona lettura
Fra 









Compra con un click

Nessun commento:

Posta un commento