lunedì 29 maggio 2017

Recensione: La mia ultima estate di Anne Freytag

Carissime, oggi vi raccontiamo di un romanzo young adult dai toni dolci amari,  La mia ultima estate di Anne Freytag edito da Leggereditore.


Titolo: La mia ultima estate
Autore: Anne Freytag
Editore: Leggereditore
Pagine: 
Costo eBook: 4,99
Cartaceo: 12,67
Genere: Drammatico
Uscita: 25 maggio 2017

PER CHI HA AMATO COLPA DELLE STELLE DI JOHN GREEN E VOGLIO VIVERE PRIMA DI MORIRE DI DI JENNY DOWNHAM.


“Un libro pieno di sentimenti. Gli addii, la rabbia, la tristezza e l’amore. Le lacrime scendono delicate dall’inizio alla fine. Molto bello!” - RBB Radio Fritz

“Un romanzo toccante e allo stesso tempo di una carica potente.” - Frau von Heute

“Così emozionante da essere adatto per ogni età. Incredibilmente commovente, un libro che dà speranza.” - Moni Littel

Sinossi:
Tessa, diciassette anni, ha atteso a lungo il ragazzo perfetto, il momento perfetto, il bacio perfetto. Pensava di avere ancora molto tempo davanti a sé, prima di scoprire che a causa di un difetto cardiaco le restano poche settimane di vita. Stordita, arrabbiata, disperata, aspetta di morire chiusa nella sua stanza. È un’attesa amara, la sua, perché sa di non aver vissuto a pieno. Pensa a sé stessa come a una “ragazza soprammobile”, che morirà “vergine e senza patente”. Fino a quando non incontra Oskar e tutto sembra di nuovo possibile. Nonostante Tessa cerchi di allontanarlo, convinta che una relazione sarebbe insensata ed egoistica, lui non le lascia scampo. Oskar sa vedere dietro le apparenze, non ha paura e vuole rimanerle accanto. Pur di sorprenderla, di vedere i suoi occhi brillare per l’emozione, organizza un piano per farle vivere un’ultima estate perfetta. Un viaggio in Italia a bordo della sua Volvo sgangherata per ammirare i tesori di Firenze, sedersi sulla scalinata di Piazza di Spagna, mangiare una pizza a Napoli. Un’ultima estate in cui il tempo non ha importanza e ciò che conta sono solo i sentimenti.

Un romanzo che emoziona e fa riflettere, che tra sorrisi e lacrime ci ricorda quanto sia importante vivere il presente.

Bio:
Anne Freytag è nata nel 1982 e vive a Monaco. Prima di dedicarsi completamente alla scrittura ha lavorato per un’agenzia pubblicitaria. Ha già pubblicato diversi romanzi, anche con lo pseudonimo di Ally Taylor. La mia ultima estate è il suo primo New Adult. Accolto con entusiasmo da pubblico e critica, ha conquistato i cuori di migliaia di lettrici.

Recensione:
La vita non è definita dai momenti in cui respiri, ma da quelli che il respiro te lo tolgono.

In questa recensione voglio evitare di fare un piccolo riepilogo, la sinossi dice tutto quello che c'è da sapere su questa storia. Il tema è molto delicato e doloroso: la morte con data di scadenza. Difficile da affrontare a cuor leggero, oltre che non ci sono parole per poter descrivere cosa si possa provare o vivere in una situazione come quella della nostra giovanissima protagonista almeno che non si viva sulla propria pelle. 

A volte vorrei aver vissuto più alla giornata. Come Larissa. Lei non morirebbe vergine. È sempre stata viva mentre io, più che altro, ho solo respirato.

Quindi parlerò di quello che questo bellissimo e straziante libro mi ha trasmesso, vi confesso che ho dovuto interrompere più volte la lettura, sinceramente avevo bisogno di respirare e poi riprendere. Per prima cosa faccio i complimenti a questa bravissima autrice che è riuscita a scrivere questa storia dolorosa con estrema cura in riguardo alla malattia che affligge la diciassettenne Tessa. Del dolore dei genitori che si sono trovati ad affrontare una situazione che ogni genitore degno di questo nome vorrebbe mai vivere o sopravvivere ai figli. Il rapporto difficile con la sorella Larissa.

Si, può essere che la vita faccia quello che vuole, ma forse sa cosa fa. Forse dovrei finalmente rassegnarmi all'idea che non ho altro in mano se non il momento. 

La rabbia e l'amarezza di Tessa e infine l'accettazione di avere una data precisa di scadenza traspare dalle pagine di questo libro. Ho vissuto il rimpianto di Tessa il non aver vissuto davvero nei suoi diciassette anni, e questo la costringe a vivere isolata nella sua stanza fino al fatidico momento.
Ma poi incontra Oskar un dolcissimo ragazzo, che decide di farle visitare alcune città della nostra Italia
Leggerete questa storia narrata per gran parte dal pov di Tessa oltre che dal pov di Oskar.  Il loro viaggio sarà dolce e amaro, ricco di felicità di dolore ma sopratutto d'amore. Li porterà a fare anche un viaggio dentro loro stessi e nell'animo dell'uno e dell'altro.
Anche se questa è una storia forte è molto commovente, io l'ho amata, così come i protagonisti, due bellissime anime che si sono ritrovate. Perché per l'amore vero e puro non è mai troppo tardi.

Ogni storia d'amore è bella, ma la nostra è quella che preferisco. Con te è stato più che solo amore, è stato come una piccola vita a sè stante.

Forse non è una storia per tutti, soprattutto per chi non ama quei romanzi di genere drammatico, ma non leggerlo sarebbe una vera e propria perdita perché questo libro, nonostante il dolore intriso nelle pagine, ci parla di come sia importante cogliere l'attimo non sapendo quanto ci sarà consentito vivere. Nonostante la paura di una spada di Damocle sulla testa, Tessa sceglie di viverli questi ultimi attimi che le restano, viverli pienamente e intensamente. 
E' uno di quei romanzi che andrebbero letti anche solo per gustarsi la scrittura della scrittrice che cattura fin dalle prime battute. Le parole che affida a Tessa sono poesie e al tempo stesso grandi spunti di riflessione, che mi hanno portato a pensare al senso della morte e della vita, a quello che avrei potuto fare come genitore in una situazione simile... a quello che avrei fatto nei panni di Tessa, se davvero avrei voluto sapere, se sapere mi avrebbe fatto apprezzare e cogliere la vita senza lasciarmela sfuggire.
Insomma una marea di frasi così belle che ho rischiato di sottolineare tutto il libro! Bravissima questa autrice tedesca e complimenti alla Leggereditore per aver tradotto un libro di spessore e ricco di sentimenti come questo.

Alla prossima!

Le Cercatrici di libri


Copia con un click


Nessun commento:

Posta un commento