lunedì 18 giugno 2018

Recensione: Fox di S.M. Lumetta

Carissimi, vi parliamo di un nuovo romanzo edito da Hope Edizioni, "Fox" di S.M. Lumetta, primo volume della serie Bodhi Beach. Vi ricordo che questa autrice sarà presente al RARE Roma2018

Titolo: Fox
Serie: Bodhi Beach vol 1
Autore: S.M. Lumetta
Editore: Hope Edizioni
Pagine: 342
Data d’uscita: 20 maggio 2018
Prezzo: 5,99 (ebook), 16,99 (cartaceo)
Genere:  Romance

Sinossi:
E cosa sarà mai un po’ di sesso fra amici? Sophie Fordham non aveva mai pensato molto alla maternità, finché il suo corpo non la costrinse a farlo. Con l’insorgere della menopausa precoce, adesso lei sa che, se vuole un bambino, deve farlo adesso o mai più. Quindi cosa può fare una ragazza single e con una pessima situazione finanziaria?
Fare ciò che tutti sanno, sicuramente.
Fox Monkhouse è il miglior amico di Sophie dall’asilo. A questo bel surfista baciato dal sole non mancano di certo le donne, ma lei spera che possa metterle da parte per darle una mano. Tra i due
non vi è mai stato nulla di romantico e il fatto di chiedergli di “inzuppare il biscottino” è stato davvero imbarazzante. Per non parlare di quando si dovette passare al balletto vero e proprio...
Quando Fox accetta l’impresa, Sophie è entusiasta. Ma presto si renderà conto che questa opportunità di avere un bambino le costerà cara. Mantenere separati il sesso e i sentimenti non è
chiaramente ciò che sa fare meglio, soprattutto quando ad essere coinvolto è il suo miglior amico.
Se la relazione non si trasforma in qualcosa di nuovo, potrebbero distruggere per sempre l’amicizia
di una vita.

L’autrice:
S.M. Lumetta è nata a Detroit, Mi, e vive a Brooklyn, NY. Sin da ragazza ha sempre amato le storie in tutte le loro forme, soprattutto libri e film. Questa passione ha ispirato le sue storie e più avanti è stata travolta dalla necessità di condividerle. Il suo genere di lettura preferito è il romance, subito seguiti da horror e crime novels. Ama viaggiare e ha una lista dei desideri piena di città da visitare a lungo e più di una volta. Ha una valanga di t-shirt particolari, è incline al sarcasmo e un terrificante amore per la Oxford comma.

Recensione:
«I miei ovuli si stanno suicidando», dico.

Non conoscevo questa autrice e quello che mi ha spinto a leggerla è stata la sua presenza al Rare a Roma. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi dal romanzo che riportava un bel ragazzo surfer in cover e un font accattivante con la scritta: Fox. Ho pensato è un ennesimo erotico o un pacchetto ben confezionato per un prodotto medio? Accattivante o attinente?
Mi ci sono subito tuffata nel vero senso della parola e da subito ho cominciato a sorridere e poi proprio a spaccarmi dalle risate... Non è facile che io rida come una pazza mentre leggo un romanzo, anzi non è per niente facile. Eh direte voi e allora?
Il tema portante del libro è più tragico che comico, un argomento serio come la menopausa precoce in una donna sotto ai 30, con tutto quello che consegue: non sono tantissime le donne che prendono in considerazione la maternità prima dei trent'anni e ritrovarsi all'improvviso l'orologio biologico che fa il count down è un trauma, un argomento serio e delicato con cui non ci si aspetterebbe di ridere. E vi dico per il primo quarto d'ora mi sono ritrovata spaesata. Ho pensato di essere una pazza insensibile perché davvero non potevo trovare divertente un romanzo con un tema di questa portata. E invece è incredibile, l'autrice è riuscire a creare una costellazione di eventi, situazioni, personaggi che sono sopra le righe e portano per forza di cose la trama sui toni della commedia.
La narrazione ha una visione tragicomica, la nostra Soph non perde tempo a piangersi addosso ma contrattacca la chiusura della fabbrica delle uova in modi davvero alternativi... ma al tempo stesso realistici.
Avere figli o non averli?
E se si vuole averli e si è una donna single come fare a realizzare un desiderio insito in quasi tutta la popolazione femminile? E se si vuole ma non si hanno i soldi sufficienti per seguire le prassi mediche.
Mmmmm 
Sophie è la voce narrante e subito ti rende partecipe della sua tragedia reagendo in maniera tragicomica assieme alla sua amica Nora per l'operazione facciamo un bambino, è folle, ironica e senza soldi, letteralmente rovinata cosa che complica notevolmente l'operazione bebè. 
Sophie ha una rete di amici solida, il fratello che è praticamente un'amica, Nora la folle amica che crea situazioni esilaranti e Fox.
Fox è il suo migliore amico dalla notte dei tempi, primo suo bacio e primo matrimonio a 7 anni, figo, biondo, surfer un pò puttaniere, per lei è sempre stato quasi un fratello.
Lui è la sua ultima chance.
E così inizia l'avventura con situazioni esilaranti, verve narrativa e follia per l'operazione Bebè.
Amicizia, cosa si è disposti a fare per il proprio migliore amico? 
Sesso e amicizia possono restare ben definiti o mettendo in mezzo il sesso i confini diventano labili?
Non voglio svelarvi troppo perché l'argomento lo avete capito anche dalla trama, nonostante essa sia relativamente "semplice" amici/amanti maternità/sesso la maniera in cui viene raccontata lo rende speciale e unico. Insomma questa Lumetta è promossa a pieni voti perché si è capito che ha una grande capacità di far ridere con le sue storie pur parlando di temi seri in cui si dovrebbe solo piangere.

«Cavolo», dice e mi segue fino al divano. 
Vuoi chiedermi un pezzo di fegato? O magari un rene?». 
Mi siedo. 
«Non esattamente. Più un testicolo».

L'unico dispiacere è per qualche passaggio della traduzione che non sempre è fluido, soprattutto nei dialoghi e che a tratti rallenta un pò il ritmo narrativo che altrimenti sarebbe stato eccezionale, ma che non mi ha assolutamente impedito di andare a comprare il romanzo in versione cartacea per l'autografo. Il romanzo merita veramente di essere letto e lo consiglio a tutti quelli che come me amano il chick lit! Ci vuole quel saltino in più per capire la genialità dell'autrice ad andare oltre una situazione drammatica riuscendo a mostrarci il lato più scanzonato che un personaggio macchietta, tipico del chick, può mettere in atto per destreggiarsi.
Grazie alla Hope per avercela fatta scoprire portandola in Italia!
E ora incrocio le dita per poter leggere in italiano anche la storia di Nora e Doc!
Bellissimo e divertente!
Buona lettura,

Fabiana 


Nessun commento:

Posta un commento