venerdì 15 agosto 2014

Recensione: Cara cognata, ti odio! di Corinne Savarese

Carissimi lettori della bottega approfitto di questo spazio intanto per scusarmi di volta in volta con gli scrittori che ci hanno affidato i loro libri in lettura e che hanno visto passare un'infinita di mesi prima di avere una benedetta recensione. Purtroppo gli impegni di tutti i giorni, la scrittura, la correzione e la lettura ci porta via moltissimo tempo, e poco ne resta da dedicare ai lavori che ci arrivano direttamente nel blog.
Ma una promessa è una promessa, è un libro anche se ci mettiamo tanto lo leggiamo veramente.
Inizio da Corinne Savarese che è arrivata intanto a pubblicare il seguito di Cara cognata, ti odio!
Noi del blog intanto vi lasciamo la nostra recensione del primo libro.


Titolo: Cara cognata, ti odio!
Autore: Corinne Savarese
Genere: chick lit
Edito: autopubblicato
Prezzo ebook: 2,68
Pagine: 273
Trama:
Può una cognata creare così scompiglio da rendere impossibile una relazione? O essere così invadente, invidiosa, gelosa e cattiva da far di tutto pur di continuare ad essere l'unica donna per il proprio fratello? Può passare ogni limite consentito pur di raggiungere il proprio obiettivo? O arrivare a tentare di distruggerti la carriera, la dignità, la vita e il fidanzamento?
A quanto pare sì. Lo fa Annabella, sorella di Andrea. Dopo averlo cresciuto come una madre, ora pretende di dettare le regole della sua vita, imponendosi su Daphne. Quella che inizialmente sembra una bella amicizia tra le due, si trasforma in un incubo nel momento in cui il suo trono di primadonna inizia a vacillare. Annabella arriverà a compiere gli atti più assurdi, pericolosi, meschini e illegali pur di far fuori la nuova fidanzata di suo fratello. 
 
"Cara cognata, ti odio!" è il primo libro della serie "Cara, ti odio!"
La serie "Cara, ti odio!" vuole raccontare con ironia e sarcasmo tutta una gamma di relazioni problematiche di personaggi, caricature di se stessi, con cui quotidianamente ci scontriamo, spesso portate al limite del paradosso, del buonsenso e della comprensione.

Chi è Corinne Savarese?
Corinne ha 35 anni, è sposata e ha 4 bimbi. Nata e cresciuta a Milano, dove ha studiato lingue straniere, vive ora nelle Marche. Qui, insieme a suo marito e i suoi bimbi, un chihuahua e un siamese, trova anche il tempo di divertirsi scrivendo.

I libri di Corinne si trovano in vendita su Amazon

E c'è anche la pagina Facebook: https://www.facebook.com/CaraCognataTiOdio?fref=ts

Recensione
Il primo aspetto che mi ha colpito leggendo il libro è che la protagonista è una Borgia, è stato decisamente inaspettato. Io ho una passione smodata per Cesare Borgia <3
Ho letto tutto di getto e che dire mi trovo a prendere le difese della povera protagonista che ne ha passate di cotte e di crude con una cognata che è a dir poco una pazza svitata. Non è possibile non coalizzarsi con Daphne anzi molto spesso ho provato l'istinto di dirgliene quattro ad Andrea che è stato sempre fin troppo buono e comprensivo con la sorella... A mio avviso l'ho percepito troppo passivo e accondiscendente e la Daphne che è in me stava scalpitando... mmm non lasciatemi dire altro che solitamente non spoilero sulla trama :D
Comunque per essere una Borgia si è comportata fin troppo gentilmente con la cognata, troppo buona e accondiscendente. Annabella è senza dubbio il personaggio all'interno della trama che maggiormente è riuscito nel suo registro comico, perché le sue folli scenate o trovate non passano invisibili sulla scena, né indolori anche se a tratti possono avere dell'inverosimile e dell'impossibile dobbiamo considerare che il libro è classificato nel genere humoristico, tra i chick lit quindi un po' fuori dalle righe è concesso, ma c'è da pensare che nella vita reale a volte si sente anche di peggio e se consideriamo la cognata veramente svitata di testa ci sta che possa comportarsi così.
Da romanticona avrei avuto piacere di leggere qualcosa in più su questa storia d'amore tra Daphne e Andrea perché l'asse l'ho sentito più spostato nel dualismo tra la protagonista e Annabella ma probabilmente è proprio l'accezione che voleva dare la scrittrice visto il titolo del romanzo.
Lo stile della scrittrice è fluido, scorrevole.
 
Un in bocca al lupo a Corinne e ai suoi chick lit,
 
Licio

1 commento:

  1. Ma grazie!!!! Grazie di cuore per questa recensione, sono contenta che Annabella abbia lasciato il suo segno... era il mio intento ;)

    Un caro abbraccio a te e alle tue lettrici.

    Corinne

    RispondiElimina