mercoledì 10 maggio 2017

Recensione in anteprima: Tutto l'amore che mi manca di Emily Henry

Carissime lettrici oggi vi parlo di un nuovo ”Romance Fantasy” in uscita: "Tutto l’amore che mi manca" di Emily Henry. Venite a scoprire di cosa parla questo romanzo molto particolare.

Titolo: Tutto l'amore che mi manca
Autore: Emily Henry
Editore: Newton Compton
Pagine: 384
Costo eBook: 4,99  Cartaceo: 8,50
Genere: Romance 
Uscita: 11 maggio

«Un romanzo capace di piegare il tempo, che fa riflettere, suggestivo e avvincente.»
USA Today


Trama:

L’estate nella sua piccola città del Kentucky, prima di partire per il college, sembra trascorrere per Natalie nel migliore dei modi. Almeno finché la ragazza non comincia a vedere cose strane. All’inizio sono solo delle fugaci visioni: la porta di casa è rossa invece che del solito colore verde, al posto di un negozio di fiori appare un asilo nido. Quando la città scompare per ore e al suo posto compaiono dolci colline e animali che pascolano, Natalie deve però ammettere che qualcosa non va. A un certo punto riceve anche la strana visita di un personaggio che lei chiama Nonna, che le dice: «Hai tre mesi per salvarlo». La notte successiva,...

Una meravigliosa e imperdibile storia d’amore «Il romanzo della Henry affascina, sia per la storia d’amore, sia per la capacità di ripensare in modo fantastico il tempo e lo spazio.» Publishers Weekly «Un romanzo capace di piegare il tempo, che fa riflettere, suggestivo e avvincente.» USA Today «Questa storia d’amore bella, magica e che fa viaggiare nel tempo merita sicuramente un posto nella vostra libreria.» Bus t le «Un esordio davvero intenso.»

Recensione:
<<Devi capire una cosa, Natalie. A dispetto di quanto possa sembrarti doloroso, non devi aver paura di restare dove sei. C’è sempre qualcosa di nuovo da vedere e da sperimentare>>

Cari appassionati del fantasy e non, vi parlo delle mie impressioni su questo romanzo inedito. L’inizio del romanzo mi ha incuriosito non poco, anche perché è cominciato con una di quelle scene da film horror sul paranormale, e si è andato sviluppando sempre con crescente intensità facendo nascere una curiosità che mi ha tenuta legata a questa storia per tutto il tempo. 
I protagonisti pur essendo dei teenager hanno uno spessore caratteriale non indifferente. E’ da considerare più che apprezzabile il fatto che non siamo in presenza di stucchevoli e banali romanticismi tipici di una importante storia d’amore, anzi, l’amore appare inizialmente come un contorno a una portata principale, quando in realtà è il perno di qualcosa più grande di tutti loro, la motrice di tutto!
Con maestria l’autrice è riuscita quasi a nasconderlo per rendere ancora più stimolante il tutto. In tutta onestà non sono un’appassionata del genere fantasy ma devo dire che proprio questa storia mi ha talmente stimolato che mi ha fatto rivalutare il genere. Lo stile è scorrevole, sciolto e semplice ma non banale, anzi, la ricercatezza delle parole e delle tematiche dà un quadro generale articolato sotto tutti i punti di vista . Una cosa che ho apprezzato tantissimo è la precisione dei dettagli nella spiegazione di argomenti come le personalità INFJ e quella ENFJ, oppure dell’EMDR, tutti argomenti di un certo spessore , che solo una persona molto accorta e precisa come quest’autrice, sa di cosa si tratta, e anche se ti ritrovi a non saperle, sopperisce la scrittrice a fartele conoscere e capirne il significato . 
Parliamo adesso dei protagonisti; che siano due adolescenti con una certa personalità è già stato detto ma ciò che non vi ho detto è il trasporto con cui ti affezioni a questi ragazzi. Natalie Cleary e Beau. Una liceale alla fine dei suoi studi con una imminente partenza per una università privata statunitense nella Rhode Island, e quindi diversi km lontano da casa, e con origini dei nativi d’America; e un ragazzo con un passato pieno di tribolazioni per colpa dei genitori, talentuoso nel football, introverso, e difficile da capire con tutti i suoi lati oscuri. Due entità, due mondi apparentemente diversi, stessa epoca, ma vite parallele. Chi sono in realtà ? perché si sono incontrati, ma soprattutto com’è potuto accadere visto i presupposti? Quali entità sono complici di una storia così articolata e complessa? Una cosa è certa, questa storia, ti trascina fino all’ultimo rigo… non ti stanca, non è prolissa, ma carica di un susseguirsi di domande e tentativi furbeschi di anticipare le azioni dei protagonisti come se si conoscesse già come andrà a finire la storia… quando, signori e signore mie, questo è impossibile.

al suo fianco cingendomi con un braccio e mi sfiora la fronte con le labbra, causando un’accelerazione del mio battitto cardiaco. < Pronta?>
<Mmm>.
Lui chiude gli occhi e muove le dita sulla mia cassa toracica come se le mie costole fossero tasti di un pianoforte, e cominciamo a muoverci in avanti. 
Attraverso il tempo, non nello spazio, proprio com’è successo a casa mia nella cabina armadio. Percepisco quella strana sensazione alla bocca dello stomaco, come se ci stessero trainando nelle tiepide acque di un fiume. Il sole sorge a est e tramonta rapidamente a ovest. Le nubi si muovono sopra di noi, variando di colore, forma e dimensione, la pioggia ci scroscia addosso per poi evaporare e ricondensarsi nel cielo. L’erba cresce, diventando sempre più alta finchè non ci copre fino alle anche, il tronco nodoso sotto la mano di Beau si sposta insieme a noi. Animali di tutti i tipi ci sfrecciano davanti mentre il sole, la luna e le stelle ci vorticano intorno. Ogni tanto appaiono anche delle persone, ma non riusciamo a scorgerne i lineamenti. Calessi automobili e grosse ruspe spianano il terreno sotto inostri piedi, passandoci attraverso come se non ci fossimo…..….
Quando, alla fine, rigurgitati fuori dal tempo, il tulipifero è ancora con noi e si allunga oltre il soffitto per centinaia e centinaia di metri. Il tetto non è rotto né perpendicolare, sembra piuttosto che l’aula sia stata costruita intorno all’albero così da permettergli di crescere indisturbato nel corso degli anni…
<<Mi fai venir voglia di restare>>, gli confesso. Lui abbassa la mano, allontanando le dita dal tronco, e l’albero si volatilizza, scomparendo nel nulla come se non fosse mai esistito. Il soffitto e il pavimento sono di nuovo integri, e noi siamo soli nell’aula di musica. << e allora resta>>, mormora lui, cingendomi la vita.
Estremamente affascinante è il continuo richiamo alle storie indiane. Anche in questo campo, l’autrice dimostra una precisione, una dedizione alla documentazione a priori, che lascia intendere come abbia messo tutta se stessa nel raccontarci questa storia. Quindi il connubio perfetto tra tre generi diversi, Young-fantasy-romance, è nato un romanzo dai toni spiccatamente esotici , stimolante e pieno di suspense che ci trascina in un vortice di curiosità. 
Le doti per spiccare il volo nel mondo dell’editoria a pieni voti ci sono, quindi un grosso in bocca al lupo per la scrittrice e una buonissima lettura a chi come me non si sofferma solo alle apparenti storielle d’amore impossibili, ma che ha bisogno sicuramente di stimoli non banali, e qui li abbiamo tutti. 
Buona lettura!

Morgana
Le cercatrici di Libri





Compra con un click

Nessun commento:

Posta un commento