sabato 24 giugno 2017

Recensione: Un amore al volo di Silvia Menini

Buongiorno cercatrici, vi parlo di Un amore al volo di Silvia Menini edito dalla Rizzoli collana You feel.

Titolo: Un amore al volo
Autore: Silvia Menini
Editore: Rizzoli
Costo: 2,99€
Pagine:143
Genere: Chick-lit

Trama:
Allacciate le cinture, forti turbolenze in arrivo! Un viaggio. Una fuga da due uomini e da una vita che sente ormai estranea. Sabrina sembra quasi avercela fatta. Ma il volo che la deve portare lontana da New York viene cancellato a causa del maltempo. Da quel momento tutto va storto e lei perde presto il controllo della situazione. Perché allora non lasciarsi andare? Un drink per rilassarsi e Paul, un divertente compagno di viaggio, per dimenticare le pene d'amore. Ma a un primo bicchiere, ne segue un altro, e poi un altro ancora…. Quando si risveglia, in preda a un post sbornia colossale, non ricorda nulla. Dove si trova? Perché indossa solo una t-shirt con la scritta LAS VEGAS e… oddio cosa ci fa quell'uomo nel suo letto? Un romanzo che affronta in maniera scanzonata il conflitto tra ciò che è giusto fare e ciò che si desidera veramente. Perché se si segue il proprio cuore magari l'amore, quello vero, non tarderà ad arrivare. Mood: Ironico - YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d'animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Recensione:
Sabrina è una donna in carriera elegante e raffinata fidanzata da una vita e in procinto di sposarsi con Luca. Viaggia spesso per lavoro e si trova a New York per un occasione lavorativa, con lei viaggia Massimo suo collega e amante da sei mesi. Ed è a New York che il bel collega le fa una dichiarazione plateale chiedendole di sposarlo, Sabrina a questo punto va in panico e fugge.
Trova nella zia Tina un porto sicuro, e dopo averle spiegato la situazione la zia la invita a raggiungerla a Pittsburgh in aereo. Da qui inizia "il piano inclinato", la conoscete la teoria del piano inclinato? No? Metti una pallina su un piano inclinato e, per quanto minima sia l'inclinazione, la pallina comincia a scendere, inizia correre e correre sempre più veloce. Fermarla è impossibile... Sabrina è la nostra pallina, dal gesto "innesco" di Massimo, scappa ma si sa in queste situazioni quando la vita ti costringe alla realtà, inizia la legge di Murphy quindi se una giornata inizia male non potrà che peggiorare, quindi anziché andare a Pittsburgh e mettersi fra le braccia della zia, per una fatalità, il maltempo e una receptionist zelante la ragazza anticipa l'orario di partenza, con la conseguenza che il nuovo aereo non decollerà mai mentre il volo originario è già partito. L'unica soluzione è prendere un aereo per Washington e da lì assieme a tre sconosciuti nelle sua stessa situazione raggiungere Pittsburgh in macchina. Ma la ricordate la legge di Murphy? Complice l'alcool, tanto alcool e una buona dose di colpo di testa Sabrina si ritrova a Las Vegas sposata a Paul. Da qui inizieranno le disavventure, un'amnesia da shock, il confronto con la realtà e la giovane si troverà tre uomini davanti, decisioni da prendere per sbrogliare la matassa e prendere in mano la sua vita.

<< Vedi, Sabrina, io ho una vita molto regolare, sono un imprenditore, non faccio mai cose folli, non ho mai colpi di testa. Bè, non fino a quando ci siamo incontrati.>>

Il romanzo è frizzante e carino, io non amo per un mio vissuto personale i tradimenti anzi oserei dire che li odio, ma si sa questo è un romanzo e, nonostante avrei voluto prendere la protagonista a capocciate più volte, mi ha anche divertito, lei è una persona che si è persa, insicura e fragile, adagiata a una routine di cui non è contenta, anzi ne è intrappolata, da cui non riesce a ribellarsi, e come " il Gallo di rame sul colmo del tetto, si fa girare dal vento ", ma quando inizia "a inclinarsi il piano", capisce che deve comprendere chi è lei e cosa vuole. 


<< Forse sai cosa? Ora che il passato e tutto quello che è stato non ti impediscono di vedere la realtà chiaramente, dovresti tornare a casa è cercare di conoscerlo nuovamente, capire cosa provi per lui e se ci può essere un futuro. Spesso è volentieri il passato è un fardello che non permette di prendere le decisioni giuste.>>

Quindi con il scorrere del libro mi sono affezionata a questo personaggio con tutte le sue pecche e debolezze e l'ho vista riconquistare la sua vita. A questo punto vi chiederete, chi ha scelto? il fidanzato di una vita Luca? o l'amante Massimo oppure Paul il marito di Las Vegas e sconosciuto compagno di disavventure? Beh, non vi resta che leggerlo e scoprirlo! Buona lettura
Adatto a tutti!

Fra
LCDL

Compra con un click


Nessun commento:

Posta un commento