giovedì 31 maggio 2018

Recensione: Dimmi che ti ricorderai di me di Katie McGarry

Cercatrici Ale ha il piacere di parlarci di Dimmi che ti ricorderai di me, il nuovo romanzo di Katie McGarry, edito da HarperCollins. Vediamo di scoprirne di più dalla sua recensione.

Titolo: Dimmi che ti ricorderai di me
Autore: Katie McGarry
Editore: Harper Collins
Serie: Autoconclusivo
Genere: Y/A Romance
Pagine: 4,80
Prezzo ebook: 6.99 euro
Prezzo cartaceo: 14,36 euro

Trama
Quando Hendrix è finito in carcere per un crimine che non ha commesso, per un po' ha pensato che la sua vita fosse arrivata al capolinea. Poi è stato inserito in un ambizioso programma di riabilitazione, fiore all'occhiello del governatore del Kentucky, e si è reso conto subito che quella era la sua unica possibilità di rimettersi in riga. Ora, finalmente libero, ha tutte le intenzioni di rimboccarsi le maniche e lavorare sodo per costruirsi una vita.
Ellison, invece, ha un'esistenza privilegiata: essere figlia del governatore le apre tutte le porte, anche se a volte le aspettative paterne e le pressioni a cui è sottoposta sono dure da mandar giù. A lei piacerebbe seguire le proprie inclinazioni e andare avanti per la propria strada, ovunque porti.
Elle e Drix vivono realtà completamente diverse, eppure, quando le loro strade si incrociano, è subito chiaro a entrambi che tra loro c'è qualcosa di molto speciale. Ma è altrettanto evidente che ci sono anche parecchi problemi, perché Drix non è il tipo di ragazzo che il governatore ha in mente per la figlia, ed Elle non è il genere di ragazza che potrebbe capire la vita incasinata di Drix.
Certo, l'amore potrebbe infrangere qualunque barriera... se solo avessero il coraggio di lottare contro una società che non vuole vederli insieme.
Dimmi che ti ricorderai di me non è soltanto una bellissima storia d'amore. 
È un romanzo che parla anche di realtà sociali difficili e tocca temi importanti come la povertà, l'ingiustizia, l'amicizia e il coraggio di dare una svolta alla propria vita.

Recensione
Ancora una volta, Katie McGarry ci regala un’altra storia d'amore di grande spessore e ben scritta, uno Young Adult bello e pulito, come dei ragazzi di quell’età dovrebbero essere. Quella tra Elle e Drix è una storia dolce e innocente, in cui non manca l’innegabile chimica che c’è tra i protagonisti. Vengono da due mondi completamente diversi, situazioni economiche e familiari opposte, ma la connessione che si instaura tra Elle e Drix è innegabile, è di quelle che fanno battere forte il cuore e girare le pagine solo per sapere che andrà tutto bene. Mi è piaciuto vederli avvicinarsi, il sostegno e l'accettazione che entrambi cercano con così tanta tenacia. Ma la loro relazione è un segreto, è una storia a cui la famiglia di Elle. E con Drix che combatte contro le catene del suo passato e cerca risposte sulla sua convinzione, ed entrambi lottano per ottenere il futuro che tanto desiderano, dovranno scavare in profondità per la forza di affrontare la tempesta che è stanno arrivando. 

I protagonisti di “Dimmi che ti ricorderai di me” sono due adolescenti provenienti da contesti molto diversi. Ellison (Elle), diciassette anni e un futuro di sogni senza consistenza, vive una vita di privilegi. Come figlia del governatore, Elle è sottoposta a una pressione impressionante, i suoi genitori hanno enormi aspettative per lei ed è al centro dell’attenzione mediatica. D'altra parte, Hendrix (Drix), ha sempre vissuto una vita difficile con dei genitori assenti e nessuna prospettiva per il futuro. Quando si incontrano per caso alla fiera locale, c'è una connessione immediata tra loro. Drix però sa che non può immischiarsi con la figlia del Governatore. Non solo lei merita un bravo ragazzo, ma è una tentazione che minaccia la sua stessa libertà.

"Per quanto non voglia altro che stare intorno a te, per quanto voglia toccarti e baciarti e sentire le tue risate e la tua voce, non posso. Tu e io - non può succedere. Non in pubblico. Non in privato. Ho perso un anno della mia vita e non posso più perdere ".

Drix è stato in prigione per un crimine che non ha commesso, e ora è costretto a essere il volto del nuovo programma "Seconda possibilità" del Governatore. Non dovrebbe diventare amico di Elle, non dovrebbe nemmeno parlarle, figuriamoci pensare ad ‘altro’, eppure il destino aveva altri piani per loro. Drix è un personaggio imperfetto, ma questo lo rende ancora più credibile. La sua storia è straziante, è impossibile non innamorarsi di lui per il modo in cui si prende cura della sua famiglia.

“È come se ogni volta che provassimo a uscire da una buca, qualcuno ci spalasse addosso.
Non avrò mai una via d'uscita.”

Tutti pensano che Elle abbia una vita facile, ma la verità è che la sua vita non è affatto perfetta. Tutti gli aspetti della sua vita sono sotto il controllo dei suoi genitori, che non fanno che farla sentire sempre inadatta. Elle è una protagonista onesta e determinata, capace di trovare sempre il buono nelle persone. 

"Elle, va tutto bene."
Questa è la cosa, non va bene. Ho diciassette anni, non so chi sono, e non ho idea di come i miei genitori possano prendermi sul serio. Sono intrappolata e non riesco a respirare. 

Elle e Drix si innamorano rapidamente ma il loro non è un ‘insta-love’. La loro relazione si sviluppa con il giusto passo e la storia d'amore tra Elle e Drix è dolce e sensuale in parti uguali. Trovano nell’altro qualcosa che non avevano mai sperimentato prima: un conforto, una comprensione e il bisogno di qualcosa di più dalle loro vite che nessuno aveva mai fornito.

"Siamo più forti insieme, Drix. Lo prometto Per favore non ti arrendere. " 
"Non lo so", mi dice tra i capelli. "Non so dove andare. Non so come essere l'uomo che meriti quando non possiamo nemmeno essere visti insieme in pubblico. Non so chi sono, soprattutto quando non sarò mai più quello di prima. " 

Di questo libro ho adorato la crescita di Elle e la lotta interiore di Drix, il suo struggimento mentre faceva i conti con il mondo imperfetto in cui vivono. Non lo accetta, ma non lo rifiuta neanche. Imparando che non tutto è pulito e semplice come dovrebbe.

Quello che amo dei libri della McGarry è che sembra sempre trovare quella perfetta area grigia tra il bene e il male. Non ci sono personaggi completamente negativi e altri esclusivamente positivi. Ci sono persone che cercano di trovare l'equilibrio tra chi si aspetta che siano, chi sono adesso e chi vorrebbero essere nel futuro. E questo è qualcosa con cui non solo gli adolescenti, ma anche gli adulti, lottano di continuo.

Un aspetto altro importante che l’autrice ha voluto trattare e che non si riscontra spesso nei libri, soprattutto negli YA, è l'attenzione dei media nei confronti di Elle in quanto figlia del governatore. L’accusa dell’autrice verso la strumentalizzazione dei familiari, anche a loro discapito come con una minorenne, non è velata. La McGarry è stata brava a creare un intorno credibile, che accentua l’aspetto romantico da ‘storia d'amore proibita’ 

Ho amato la famiglia e gli amici di Drix, il ruolo importantissimo che hanno avuto nella sua storia. Non sono la famiglia perfetta, non hanno praticamente niente ma si coprono le spalle a vicenda. Giovani adulti in questo caso non è usato a sproposito, la forza di questi ragazzi che sono poco più che adolescenti mi ha spiazzato, come la loro capacità di amare. 

Questa è una storia su quanto, a volte, può essere difficile mantenere il controllo sulla propria vita, specialmente quando sei giovane e tutto sembra oltre le tue forze. Quella che ci regala la McGarry è una storia emozionante e magnificamente scritta, con personaggi che non puoi fare a meno di amare. 
Un libro che consiglio alle lettrici più giovani e a tutte noi che abbiamo passato l’adolescenza da un po’! 

Ale

Nessun commento:

Posta un commento