sabato 9 giugno 2018

Blog Tour #6° tappa: Collezione Privata di Eveline Durand

Vi presentiamo la nostra tappa per il blog tour dedicato a un romanzo molto particolare con profonde tinte steampunk: Collezione Privata, scritto da Eveline Durand, edito dalla Delrai Edizioni.


Titolo: Collezione Privata
Autore:  Eveline Durand
Editore: Delarai Edizioni
Costo ebook: 3,99
Prezzo cartaceo:  €. 14,02

Pagine: 498
Genere: Steampunk
Uscita: 4 giugno 2018


Trama:
Julian West Johanson è un medico dall’ego spropositato e uno scienziato eccezionale: nel giardino della sua enorme tenuta ama collezionare creature particolari. Non animali normali, ma esseri prima congelati in celle dalla tecnologia all’avanguardia, nei tempi difficili in cui l’imperatrice Cristine De Mustang non permette agli abitanti di muoversi nei cieli e in modi rapidi via terra. Amante delle aste clandestine, Julian rimane stupito alla vista di una cella criogenica di insolita fattura, che appartiene a un periodo passato, e ancora di più dal suo contenuto: una donna, dall’identità ignota. Sconvolto dalla dubbia moralità della vendita, il suo migliore amico Romery non perde tempo e inizia a fare offerte per un “oggetto” tanto raro, aggiudicandosi la ragazza addormentata con i soldi della famiglia Johanson. A questo punto non gli rimane altra scelta che portare la sconosciuta con loro. 

Una storia originale che evoca atmosfere steampunk dai misteri irrisolti, dalle passioni irresistibili, scritta dalla penna magnetica dell’autrice Eveline Durand. Quando non ricordi più chi sei, l’unico obiettivo è capire a chi appartieni.

Recensione:
Leggere questo libro è stato come fare un salto indietro nel tempo con un'atmosfera del periodo Vittoriano, ma con una tecnologia all'avanguardia e futuristica.
In un'era dove esistono ancora le caste sociali che differenziano i nobili dalla plebe e dove vige l'obbligo di indossare un guanto foderato di metallo più o meno prezioso, che dichiara pubblicamente l'entità del proprio patrimonio. 

Lui è Julian West Joahnson, il nostro collezionista. Un nobile ricchissimo ed erede di un principe che ha perso il suo titolo per aver scelto di sposare una donna non appartenente alla nobiltà.
Laureato in medicina e inscritto all'ordine delle Scienze.

Ormai il mio severo genitore giaceva diversi metri sotto terra, quindi a soli trentaquattro anni ero in possesso di ingenti somme e terreni sconfinati, ma soprattutto ero libero di seguire i miei interessi. Collezionare. Studiare. Sperimentare.

Uno stupendo esemplare di maschia bellezza e prestanza fisica.
Ma ahimè, viziato, egoista, dal cuore di ghiaccio, brusco, con un ego spropositato pari solo alla sua indifferenza, che lo rende cieco e ottuso verso chiunque gli stia attorno.
Interessato solo al bene di Julian e a quello che piace a Julian. Compreso Delia, la sua dolce e unica sorellina, di cui ha la tutela e di cui non ha la minima idea di come confrontarsi.

Sapevo di apparire così nella mia forma più arrogante. Ero obiettivamente di bell'aspetto, tendente al cinico e forse attaccato ai soldi in modo insano. Il fatto stesso di andare fiero dei miei difetti la diceva lunga sul mio ego.

Con la passione quasi totalizzante nel collezionare creature rare e particolari, che acquista ancora ibernati in celle criogeniche, che lui stesso poi "risveglia".
Per la sua "collezione" di pezzi rari e preziosi, ha creato in un'ala del giardino del suo castello un habitat adeguato a ogni specie ospitata.
Sarà per questa sua passione che durante un'asta clandestina, in cui assiste insieme al suo più caro amico Romery, in realtà suo unico amico, si ritroverà praticamente costretto da quest'ultimo ad aggiudicarsi a un prezzo esorbitante una cella criogenica di rara fattura e al quanto insolita, chiaramente appartenente a un periodo passato.
C'è un unico inconveniente alquanto fastidioso per Julian, la cella contiene al suo interno il corpo di una bellissima e giovane donna, di cui a lui non importa nulla e di cui non sa assolutamente che farsene. Romery uomo dal cuore d'oro e di saldi principi, sconvolto nel vedere quella ragazze inerme messa in vendita al migliore offerente, non gli ha lasciato altra scelta che fare un'offerta e infine portarsi al castello una ragazza "congelata" di cui ora si trova a esserne il recalcitrante e poco felice proprietario.

Attento e passionale. Insensibile e spaventosamente arido.

Ma chi è in realtà questa donna "ibernata"? Da dove viene? Perché o chi l'ha indotta a scegliere di essere sottoposta alla crioconservazione?
Queste e tante altre sono le domande che nascono spontanee e che possono trovare le risposte solo dalla fonte.
Un personaggio maschile che definisce se stesso "un vero bastardo", che nel suo cuore non ha neanche un briciolo di bontà, né di buoni sentimenti e sensibilità, così come è mancante di integrità morale. 
Confesso che avrei voluto picchiarlo per la prima metà del libro tanto mi dava sui i nervi.
Infine mi ha fatto sciogliere e innamorare di lui 
Una controparte femminile, "STILA" questo è il suo nome, davvero eccezionale e per nulla scontata, che si troverà catapultata in un contesto non certo facile per chiunque al suo posto.
Un'eroina con un carattere forte e una spina dorsale di titanio, che mi ha letteralmente conquistata.

L'istinto non possedeva nomi, non poteva essere catalogato, 
e io in quel momento volevo solo arrendermi a quell’uomo.

Con un inizio e dei presupposti del genere, vi lascio immaginare quello che potrà succedere.
Una trama originale che mantiene la sue premesse per tutto il testo. 
Una storia piena di personaggi, più o meno positivi che impareremo a conoscere e affezionarsi a molto di loro, sarà inevitabile! Un sale e scendi di avvenimenti che porteranno alla luce molti segreti. Così come pian, piano vedremo incrinarsi la corazza di ghiaccio che tiene in ostaggio il cuore e l'animo di Julian e che cercherà di contrastare con tutto se stesso e in ogni modo possibile.
Una cambiamento costante del personaggio che l'autrice ha saputo gestire davvero benissimo, senza rendere il personaggio debole o incoerente.
Uno stile ben curato, sia nei dialoghi che nelle ambientazioni, che nella conoscenza della tecnologia di cui ci parla l'autrice, oltre a quella che la sua fervida immaginazione ha saputo creare e rendere reale tra le pagine di questo libro scritto con i pov in prima persona.
Una bellissima storia d'amore, che consiglio, soprattutto alle amanti del genere che sono certa non ne resteranno deluse, anzi.
Faccio i miei complimenti alla bravissima Eveline Durand che mi ha fatto viaggiare in questo nostro mondo dove il passato si amalgama col futuro. Ma soprattutto ha saputo regalarmi tante emozioni e qualche lacrima di commozione.
Spero che l'autrice possa prendere in considerazione di scrivere un seguito su un personaggio che ho conosciuto solo di nome, ma che già la mia mente ha creato dei veri e propri film. :P
Alla prossima!

Virgy



Nessun commento:

Posta un commento