sabato 21 luglio 2018

Recensione: Invisibile di Linda Lercari

Care Cercatrici vi parliamo di Invisibile di Linda Lercari, che ci propone un libro di genere thriller.

Titolo: Invisibile
Autore: Linda Lercari
Editore: bookabook
Pagine: 139
Costo ebook: 7,99
Genere: Thriller
Data pubblicazione. 03 luglio 2017

Trama:
Un'ondata di delitti sembra oscurare i grigi grattacieli della metropoli: un killer senza pietà falcia manager, magnati, stelle dei media, politici, signori della guerra e del petrolio, mafiosi. Uomini potenti con nemici ancora più potenti. Tutti muoiono con un colpo infallibile, preciso, in mezzo agli occhi. La firma di un sicario che nessuno riesce a bloccare, che agisce alla luce del sole ma non è visto da nessuno. Tutta la polizia lo bracca. Tutta tranne John Ross, ispettore dalla carriera spezzata, abbandonato da tutti, senza amici o parenti e solo con la bottiglia per compagna. Un ispettore dalla mente raffinata offuscata dal fuoco della rivalsa, una fiamma che arde costantemente alimentata dall'alcol. Altrove un progetto a lungo termine che ha bisogno di denaro, troppo per essere finanziato onestamente. Queste le regole di una caccia all'uomo dall'esito inconcepibile, perché neanche l'amore può comandare una fede così grande, così totale. Fra il cemento e la notte nelle strade non c'è posto per un Salvatore, ma per una Beretta 747 stretta da un pugno... invisibile.

Recensione:
Per le vie del paese c'è un assassino spietato, che colpisce su commissione sparando in mezzo agli occhi. Abile nei travestimenti, nessuno è in grado di braccarlo. Nessuno è così abile tranne John Ross, un poliziotto in gamba, rovinato da un complotto che gli ha distrutto la carriera.

Ho davvero apprezzato lo stile dell'autrice. Questa è una storia che si legge d'un fiato. Linda Lercari ha un'ottima proprietà di linguaggio, scrive con cura, sa come tenere alta l'attenzione del lettore dalla prima all'ultima pagina.

Ci fa entrare passo dopo passo nella testa dell'assassino, dandoci tutti i pezzi del puzzle necessari per capire la sua psicologia.

Ogni volta che premeva il grilletto un essere umano lasciava questo mondo. Che meraviglia. Si stupiva addirittura di come fosse possibile che non avvenisse il contrario: che dovesse pagare per farlo. Uno dei pochi casi in cui il diletto superava il dovere.

Ma una maggior empatia l'ho provata nei confronti di John Ross. Lui è un personaggio vivo, palpitante, che dopo anni di vergogna riprova a vivere, dando spazio a un sentimento nuovo.

Dal punto di vista narrativo è un'ottima prova d'autore. L'unico aspetto che non mi ha convinto fino in fondo è la gestione della parte thriller. Credo che in questo romanzo un po' manchi il depistaggio tipico del genere. Gli indizi viaggiano tutti nella stessa direzione. Per questo è stato abbastanza semplice per me indovinare il mistero nascosto. Ciò non toglie che la voglia di capire di più mi abbia accompagnato fino alla fine, facendomi apprezzare il finale.

Un appunto. All'interno del libro ci sono alcuni racconti, funzionali alla storia. Uno di questi, Mary, è davvero notevole. Ve ne consiglio la lettura.

Per tutta la notte furono sospiri di passione e lampi rossi. I suoi capelli sprizzavano scintille di sensualità che mi ammaliavano e mi stordivano.

Fabiana

Nessun commento:

Posta un commento