martedì 31 luglio 2018

Recensione: Traveling love di Antonella Maggio

Carissime, oggi Fra vi parla della nuova uscita della Darcy edizioni, Traveling love di Antonella Maggio. Si tratta di una versione riveduta e ampliata di nuovi contenuti del romanzo breve Dall'altra parte del mondo con te pubblicato da youfeel (Rizzoli).

Titolo: Traveling love
Autore: Antonella Maggio
Editore: Darcy edizioni
Genere: Commedia romantica
Pagine: 250
Data d’uscita: 1 agosto
Costo:  2,99€ ebook -  14 € cartaceo - in offerta lancio per il pre-order e il 1 agosto a 1,99 €

Trama:
Adele Castelli ha quasi trent’anni e una costellazione di fallimenti alle spalle. Divorziata, disoccupata e con una famiglia che si accanisce contro i suoi errori, l’unica salvezza di Adele è quella di fare la valigia e accettare il lavoro che le hanno offerto in Australia, sperando che dall’altra parte del mondo possa finalmente far fortuna e trovare l’amore con qualche straniero che le faccia dimenticare quanto siano sbagliati gli uomini italiani.
Luca Accardi lavora per una multinazionale ed è felicemente single. Cambia residenza e donna senza
problemi ogni volta che ha un ingaggio nuovo. La carriera viene sempre prima di tutto, anche prima di se stesso, prima della felicità che non riesce mai a toccare con mano.
Luca e Adele, a quanto pare, sono gli unici italiani che lavorano per conto della K-Byte Entreprise di Sydney.
Il mondo appare davvero troppo piccolo se a 16.216 km dall’Italia Adele finirà per incontrare proprio quello da cui scappava…

Recensione:
Ho conosciuto Antonella Maggio con il suo Profumo d'amore a New York, in un periodo dove leggevo quasi solamente straniere, mi ero approcciata ai self e alle piccole C.E. con un pò di riserva perché il fatto che chiunque può pubblicare mi lasciava un pò titubante, ma appena ho iniziato a leggerla non mi sono pentita, negli anni ho letto vari suoi lavori e l'ho sempre apprezzata anche cambiando genere.
Oggi vi parlo di Traveling Love: dall'altra parte del mondo con te, un carinissimo romanzo rosa che ci farà viaggiare attraverso gli occhi di due italiani Adele, una giovane siciliana divorziata, e Luca milanese senza fissa dimora ma sposato con il suo lavoro che lo porta spesso a viaggiare. 
Adele è una donna forte e coraggiosa, è umana e di errori ne ha fatti anche lei, il suo più grande errore si chiama Santuzzo ed è il suo ex marito.
Adele proviene da una famiglia che ripone grandi valori nel matrimonio e nella famiglia, da loro si sente oppressa finché le arriva una proposta quasi folle, è disoccupata e all'ufficio di collocamento le propongo un lavoro, fichissimo direte voi, in Australia!
Salvezza o Nostalgia? 
Partire e buttarsi o restare e affogare?
Luca è un uomo un pò nomade, per lavoro si trasferisce molto spesso un mese, tre, un anno... ogni posto dove va non è mai per sempre, il suo punto fisso è il suo lavoro che ama e che lo porta a vedere altre realtà e altri paesi/stati, non si è mai innamorato, è un pò arrogante e la vita "sedentaria" che sta facendo inizia a stargli un pò stretta complice anche una "coinquilina " invadente e oppressiva. 

Luca è come un desiderio, una voglia o un sogno che si realizza, si fa concreto ma non ti lascia il vuoto dentro e l’amara sensazione di dover presto trovare un nuovo desiderio per sentirti sempre viva. Lui si realizza e resta, lui si avvera e mi rende felice, non mi fa desiderare nient’altro.

È un romanzo ma è molto reale, i temi che affronta lo sono: pregiudizi, la difficoltà a riprendersi da una storia finita in macerie, il dovere spostarsi per quella grande piaga estremamente attuale che stiamo vivendo in Italia quale la disoccupazione e che costringe migliaia di giovani a spostarsi alla ricerca della "chimera" il lavoro, immancabile il contrasto familiare e l'amore fra sorelle. Nei contorni rosa di un romanzo breve Antonella offre tanti spunti su cui riflettere, l'aspetto che mi è piaciuto di più è il concetto di casa, che spesso tendiamo a dare per scontato.
Alla fine casa dov'è? 

Casa può essere ovunque, basta che ci siano le persone a cui vogliamo bene

Un personaggio che mi ha colpito tantissimo è Carmen, la sorellina di Adele, che nonostante sia più piccola è il suo Grillo parlante, il suo sostegno nei momenti bui e colei che con tanta ironia sdrammatizza i casini della sorella. Nonostante la giovane età, saprà offrire ad Adele tanti buoni consigli, vi lascio scoprire da soli se poi Adele li abbia o meno messi in pratica...
Carmen è spumeggiante e lascia presagire che è un tipo tosto, mi piacerebbe leggere la sua storia e spero che la Darcy e Antonella ci faranno questa "sorpresa ", perché secondo me ne vedremo delle belle!
Intanto godetevi la storia di Luca e Adele.
Buona lettura! 

Fra






Nessun commento:

Posta un commento