giovedì 9 agosto 2018

Recensione: Un sogno da favola (Serie Favola vol. #3) di Fabiola D'Amico

Buongiorno ragazze oggi vi parliamo di "Un sogno da favola", terzo capitolo della serie “Favola” di Fabiola D’Amico, edito da Newton Compton. Si tratta questa volta della storia di Carlotta o come chiamata da tutti giudice Russo e del bellissimo modello/attore Luca Tomassini. Voglio dirvi che a parte i primi due capitoli della serie siano sulla stessa coppia questo capitolo e il suo spin off di cui abbiamo parlato qualche settimana fa possono essere letti separatamente... ma se volete capire appieno certe dinamiche e non amate gli spoiler vi suggeriamo di leggerli in ordine cronologico

Titolo: Una sogno da favola 
Autore: Fabiola D'Amico 
Editore: Newton Compton 
Data di pubblicazione: 9 agosto 2018
Costo: ebook 1.99
Genere: contemporary

Trama: 
Dall'autrice del bestseller Un giorno da favola
Carlotta Russo è un giudice del tribunale di Genova, e odia gli uomini, ma ha deciso di prendere in mano la sua vita e fare il grande passo: si sposa. Già, Carlotta ha deciso di convolare a nozze con se stessa e per l’occasione ha organizzato una cerimonia elegante e sfarzosa. La notizia coglie di sorpresa gli amici che, però, non le negano il loro aiuto. Tra questi si fa avanti Luca Tommasini, un modello molto affermato, con il quale Carlotta non ha un rapporto idilliaco, perché pensa che sia un buono a nulla, capace solo di mostrarsi nudo nelle riviste più famose. La vicinanza però farà sbocciare una forte attrazione tra i due e il destino ci metterà del suo stravolgendo la vita di Carlotta con un arrivo inaspettato che le ammorbidirà il cuore e le permetterà di capire che oltre la bellezza fisica Luca sa essere un grande uomo...

Chi è Fabiola D'Amico?
è cresciuta ad Aspra, in provincia di Palermo, e vive a Bagheria. Il lavoro occupa gran parte del suo tempo ma appena può s’immerge nella lettura o nella scrittura. Con la Newton Compton ha pubblicato Un giorno da favola, Un matrimonio da favola, Amore per tre, Io lo chiamo amore e Scommettiamo che è amore?

Recensione:
Avete presente la classica protagonista dei rosa? Quella carina, dolce che aspetta solo Azzurro principe moderno delegato di qualche multinazionale, multimilionario figo e tormentato? Quella che se fosse un regency sverrebbe ad ogni piede alzato?

Ecco cancellate tutto perché Carlotta giudice Russo, non è una principessa, lei è la cacciatrice di Draghi, ha  due ovaie di acciaio e un forte carattere. Fa una professione dura, in un ambiente prettamente maschile e dove essere donna è quasi un difetto, una professione in cui devi avere la scorza dura e una grande obbiettività.

Ama leggere,  è  una di noi! Ben piantata nella realtà ma che ama svagarsi con "semplici storie d'amore".

Doveva concordare con Francesca che i libri erano come il cortisone, aiutavano il corpo a tornare a respirare quando la vita e le sue grane ti facevano venire degli attacchi d’ansia, ma ti creavano aspettative troppo alte.

È una donne forte, ma che è stata delusa e ferita, si protegge dal mondo con una corazza di cinismo e sarcasmo nasconde un animo profondo e dolce che forse in fondo in fondo crede ancora nella speranza 
dell'amore puro e vero.
È una che non crede più nell'amore, è disillusa ma ha avuto una grande illuminazione.

Nessuno potrà amarmi più di quanto possa fare io. E allora perché non gridarlo al mondo? Non è questo il matrimonio? Una manifestazione pubblica dei sentimenti che proviamo. Sposandoci vogliamo testimoniare a tutti quanto sia importante per noi la nostra metà. È un grido di consapevolezza, di possesso. E allora io voglio gridarlo al mondo che amo me stessa più di chiunque altro e che mi proteggerò fino alla morte.

Luca Tomassini ha avuto fortuna nella sua vita e ha sempre fatto nella sua carriera tutto ciò che si era prefissato. Ha una bellissima famiglia alle spalle molto unita e ha degli amici fidati con cui passa tutto il suo tempo libero. Ora però è stanco di tutta questa celebrità, delle donne che si buttano ai suoi piedi e di dover fare il modello. Ha deciso che scriverà un libro sotto uno pseudonimo e che darà un taglio netto alla sua vita. Ha voglia e desiderio di una compagnia e di una famiglia tutta sua. Carlotta è la sua vicina di casa ma anche il suo sogno erotico da diverso tempo. Lui riesce a leggerla dentro e sa che con tenacia, affetto e molta ma molta passione riuscirà a far capitolare la sua valchiria.

È un romanzo ironico e divertente ma che nasconde anche tanto altro, con la delicatezza e leggerezza che lo contraddistingue la penna di Fabiola tratta temi molto importanti senza opprimere o risultare pesante.
I temi sono moltissimi quelli che vi posso svelare sono: le maschere che ci attribuiscono o che ci costruiamo per difenderci o per affrontare con più sicurezza il mondo; parla di pregiudizi, dell'idea spesso ingannevole che ci facciamo di qualcuno solo per il suo aspetto o professione, delle cicatrici interiori che ci portano e essere quelli che siamo con pregi ma soprattutto difetti e difese personali che le trincee in confronto ci fanno un baffo, le figure genitoriali e l'importanza del loro ruolo che influenza poi il vissuto dei figli e molto molto altro ancora...

La mia parte preferita di questo capitolo sono stati i dialoghi accesi tra i due protagonisti con una dialettica invidiabile che fanno ben capire le scintille tra loro due. Entrambi si aspettano qualcosa da questo rapporto e cercano di ottenerlo con tutti i mezzi possibili. Chi vincerà? Il giudice integerrimo o Il modello? Tutto è lecito in amore o in guerra, non è vero?!
Vi lasciamo scoprire chi sarà il vincitore!
Buona lettura e complimenti a Fabiola.

Fra e Francy


Nessun commento:

Posta un commento