mercoledì 11 aprile 2018

Recensione: Amore Smisurato di Irene Pistolato

Buongiorno Cercatrici, oggi vi parlo con molto entusiasmo di un romanzo che ho letteralmente divorato in un solo giorno. Evento raro per me in questo periodo. Si tratta del nuovo romance di Irene Pistolato, “Amore Smisurato”.

Titolo:  Amore smisurato
Autrice: Irene Pistolato
Genere: Romance
Data di pubblicazione: 4 aprile 2018
Formato: e-book e cartaceo
Editore: self - publishing
Disponibile su Amazon
Costo ebook: 0,99 gratis in abbonamento K.U. cartaceo 10,00

Sinossi:
Da poco laureata in lingue e in attesa di entrare nel mondo del lavoro, Valentina racimola qualche euro dando ripetizioni di inglese. Quando il suo computer decide di abbandonarla per l’ennesima volta, è costretta a cercare uno studente pagante extra per sostenere la spesa. Così conosce Federico, un omone grande e grosso e difficile da non notare, che ha un urgente bisogno di migliorare il suo inglese. Costretti a frequentarsi anche al di fuori dalle lezioni, i due diventano amici in fretta, ma l’intelligenza e la galanteria del ragazzo fanno breccia nel cuore di lei. Purtroppo, qualcosa nel passato di Federico gli impedisce di lasciarsi andare, ma Valentina tenterà ogni modo per fargli capire il suo interesse per lui. Perché l’amore colpisce tutti. E, soprattutto, riesce a guardare oltre l’aspetto fisico.

Recensione:
Mi è bastato leggere la trama per acquistarlo senza alcuna esitazione e subito mi sono detta: “Finalmente una storia originale!”. Una love story fuori dai soliti schemi e come sempre il mio sesto senso non mi delude mai. Perché dico questo?
Partiamo col dire che Valentina, la protagonista, è una ragazza laureata in lingue e come tutti i suoi coetanei della nuova generazione, è costretta a mantenersi dando semplicemente ripetizioni ai ragazzini di scuola superiore che dello studio farebbero volentieri a meno, nell’attesa di trovare un vero lavoro. Per fortuna nella sua vita c’è Agata, la migliore amica un po’ snob e piena di soldi che non le permette di sborsare un solo centesimo per la stanza in affitto. Ammetto di non aver digerito molto Agata, il suo carattere a tratti sempliciotto e il suo passare da un uomo a un altro con estrema facilità, ma senza di lei, che alla fine dei conti resta pur sempre la migliore amica di Valentina e che per lei desidera il meglio, questa storia non sarebbe stata la stessa.
È proprio Agata che presenta a Valentina un amico di suo fratello che ha bisogno di ripetizioni di inglese in vista di un importante colloquio di lavoro che potrebbe cambiare per sempre la sua vita.
Qui entra in ballo Federico.

Apro la porta e mi trovo davanti un ragazzo altissimo, devo alzare lo sguardo di molto per incrociare i suoi occhi di uno strano colore misto tra il castano e il verde. Sono semi nascosti da un paio di occhiali con una spessa montatura nera che non gli dona molto. È una montagna umana e dal mio metro e sessanta sembra ancora più monumentale.

Federico ha qualche problema con i chili di troppo, non è il solito protagonista bellissimo, sexy, esperto con le donne e gli addominali scolpiti ma è intelligente, di buona famiglia e con una mamma e un papà simpaticissimi (il suo papà mi ha fatto letteralmente piegare in due dalle risate), sensibile, simpatico, con le manone molto grandi, gli inviti a pranzo e cena con un buon piatto di pasta e più avanti nella storia scopriremo anche molto passionale e focoso tra le lenzuola. Federico, che gli amici e la stessa Agata chiamano in maniera dispregiativa Mr. Bombolone sin da quando era solo bambino e andava matto per i dolcetti.

«Perché io? Con tutti gli uomini bellocci che sbavano dietro la tua scollatura, perché hai scelto me, Mr. Bombolone?».
«È stato il mio cuore a sceglierti, sei stato l’unico a scoprire come accedervi e adesso è lì il tuo posto. E giuro che se mi farai soffrire, ti cercherò e ti farò fuori» lo minaccio bonariamente.

La storia è narrata in prima persona, con un unico punto di vista, quello di Valentina che, oltre ad avere una famiglia odiosa che potrebbe minare ancora una volta la sua serenità, è rimasta scottata dall’amore e ha paura di affezionarsi, di lasciarsi andare con altri uomini e che cede alla tentazione finendo anche lei per scoprire il sesso senza amore con David (qualcuno me lo tolga davanti :P ) che potrebbe poi causarle un bel po’ di problemi proprio mentre scopre in Federico una specie di ancora di salvezza, colui che riesce a comprenderla e a farla sentire speciale.

Ha conquistato il mio cuore con il suo animo gentile, con le sue piccole attenzioni, con la sua ironia e per me è l’uomo più bello che io abbia mai conosciuto perché tra le sue braccia mi sento al mio posto.
***
«Innamorata di lui?» chiede sgomento. «Ma come hai fatto…».
«A innamorarmi di una montagna umana? Non lo so, ma è successo e io sto bene quando sono con lui. Sto bene davvero…».

Ho amato questo romanzo, un romance scritto in maniera pulita e curata, persino nelle scene ad alto tasso erotico che non sono mai volgari ma bellissime, tanto che non ho potuto fare a meno di mettere in stand-by ogni cosa per terminare la lettura e, credetemi, non riuscivo a staccarmi dal Kindle e per un attimo, quando ho dovuto metterlo in carica per un paio d’ore, ho toccato picchi di panico. Come tutte le storie scritte bene ci sono poi numerosi colpi di scena che mantengono sempre viva e alta l’attenzione del lettore.
Valentina e Federico hanno un lieto fine senza dubbio ma per arrivare a quello, ne dovranno percorrere di strada e io invito i lettori a leggere questa storia per scoprire un libro che merita senza dubbio di essere letto e conservato in libreria per rileggerlo nel tempo, sicuri e certi che di Mr. Bombolone ci si può solo innamorare e lasciargli un pezzo di cuore dove annidarsi.

Antonella

1 commento:

  1. Grazie infinite per questa stupenda recensione. Mi hai fatto emozionare con le tue parole *-*

    RispondiElimina