giovedì 5 aprile 2018

Recensione: IL PROFUMO DEL MOSTO E DEI RICORDI di Alessia Coppola

Cari lettori oggi Anita vi parla di:  IL PROFUMO DEL MOSTO E DEI RICORDI di Alessia Coppola, edito da Newton Compton.
 "Benvenuta in Salento, mia cara: la terra del sole, del mare e del vento"

Titolo: IL PROFUMO DEL MOSTO E DEI RICORDI
Autore: Alessia Coppola
Editore: Newton Compton
Genere: Romance
Pagine: 320
Costo: €. 0.99 ebook; €. 8.50 copertina rigida

Sinossi:
Ogni famiglia ha i suoi segreti
I legami familiari non si spezzano mai
Lavinia vive a Firenze, dove studia e lavora come restauratrice. Quando un telegramma le annuncia la morte del nonno, che non ha mai conosciuto, sarà proprio lei a partire per la Puglia per valutare l’eredità ricevuta. Al suo arrivo trova un’antica masseria da ristrutturare, terre e vigneti in stato di abbandono, ma trova anche una grande famiglia pronta ad accoglierla. Abituata alla città, Lavinia si sente quasi a disagio in quell’ambiente rustico, e mal sopporta le premure e l’affetto che tutti le riservano, convinti che lei sia lì per risollevare le sorti della tenuta. E invece Lavinia è pronta a venderla, anche se non ha il coraggio di confessarlo. Quel viaggio in una terra sconosciuta, selvaggia e vigorosa, ha però in serbo delle sorprese. Alessandro, il giovane agronomo che lavorava a fianco del nonno, le farà conoscere ogni angolo della proprietà, la guiderà alla scoperta delle sue radici, narrandole storie che nessuno le ha mai raccontato. Ripercorrere insieme a lui quel passato, avvolto nel mistero e capace di risvegliare tanti ricordi, le farà cambiare idea su molte cose…
Un’eredità inattesa
Un viaggio alla scoperta di legami familiari sconosciuti
Un amore capace di vincere le ombre del passato
Hanno scritto dei suoi libri:
«Da quando leggo i libri di questa autrice sono abituato al modo di scrivere romantico che la caratterizza. La capacità dell’autrice di “vedere e descrivere” la vita dei suoi personaggi è davvero incredibile, come se tutto scorresse di fronte ai suoi occhi.»
Sogno tra i libri 
«Una storia romantica condita con un pizzico di magia che vi farà sognare. Un romanzo da leggere tutto d’un fiato.»
Le tazzine di Yoko

Alessia Coppola
È un’autrice, blogger e illustratrice pugliese. Artista poliedrica, ha all’attivo numerose pubblicazioni che spaziano dalla narrativa per l’infanzia, al fantasy e alla narrativa contemporanea. Il profumo del mosto e dei ricordi è il suo primo romanzo per Newton Compton Editori.

Recensione:
Trovo estremamente difficile riuscire a esprimere appieno quello che questo romanzo ha suscitato in me, leggendolo.
La storia è narrata interamente dal punto di vista della protagonista, Lavinia, una giovane donna in procinto di laurearsi, schiva e diffidente, risoluta a mantenere le distanze dalle persone e dai sentimenti e attenta a programmare ogni cosa nella sua vita, cercando di mantenere il controllo su ogni piccolo dettaglio. 
Ha un rapporto difficile con la madre che è andato sgretolandosi nel tempo, portando le due donne e dimenticare persino cosa significhi un abbraccio.
Improvvisamente la sua vita viene sconvolta da una rivelazione della madre, che la porta ad intraprendere un viaggio alla scoperta delle sue radici. 
Inizialmente ero quasi titubante: a primo impatto ho provato una certa avversione per Lavinia, all'apparenza così fredda e scostante. Man mano che la storia procedeva e che imparavo a conoscerla, ho compreso il motivo della sua reticenza a lasciarsi andare e ad avere fiducia nel prossimo, provando
empatia nei suoi confronti ed esortandola ad aprire il suo cuore ed accogliere quello che la vita ci offre e che spesso non riusciamo a vedere ed apprezzare.

"E' più facile scivolare via dalle vite altrui, perchè restare implicava un impegno che non sapevo mantenere"

Ho vissuto con lei emozioni contrastanti nella scoperta di posti meravigliosi (che anche io ho la fortuna di conoscere e di amare profondamente e di cui mai potrei fare a meno) che ti catturano il cuore, imprigionandolo in un reticolo che difficilmente può essere districato; l'affetto incondizionato e la grande generosità della gente del Sud, capace di farti sentire una persona di famiglia pur conoscendoti solo da poche ore; l'amore e il rispetto per la natura, in tutte le sue forme; i sapori, gli odori, i suoni tipici della terra Salentina.

"Sembra un dipinto", ammisi stupita. "Lo è. L'uomo non crea l'arte, la imita, da tutto questo"

"...perchè quella gente, seppur sconosciuta, mi faceva sentire parte di qualcosa, come se fossi in una grande famiglia"

L'autrice,  con il suo stile semplice e fluido, è stata capace di coinvolgermi e di emozionarmi profondamente e, insieme a Lavinia, anche io ho imparato ad amare e stimare nonno Umberto: un uomo che ha dato la vita per la sua terra, che l'ha amata come pochi ancora riescono a fare e che è riuscito con la sua grande passione a trasmettere a chiunque gli sia stato vicino preziosi insegnamenti e valori inestimabili.

"Perchè affezionarsi a oggetti o persone che poi sono destinate a lasciarci?" 
"Per il semplice fatto che non ci abbandonano mai davvero. Finchè il ricordo è presente, loro vivono"

In sostanza un romanzo che parla di un viaggio che porta alla scoperta dei sentimenti, dei valori, dei legami affettivi, ...la scoperta di se stessi.

Grazie Alessia, per aver messo in risalto la nostra terra e la nostra gente, con i suoi pro ed i suoi contro, per averci regalato questa storia così delicata e coinvolgente, per condividere con me l'amore incondizionato per le nostre RADICI.

Anita

1 commento:

  1. Finalmente sono al pc e posso commentarla da qui. Grazie di vero queste per queste bellissime parole. <3 <3

    RispondiElimina