mercoledì 18 aprile 2018

Recensione: Le verità di Numeesville di Simona Di Iorio e Ilaria Ferraro

Carissime lettrici oggi vi parliamo del thriller Le verità di Numeesville di Simona Di Iorio e Ilaria Ferraro.
Vediamo di cosa parla questo romanzo.

Titolo: Le verità di Numeesville
Autore: Simona di Iorio e Ilaria Ferraro
Editore: selfpublishing
Genere: Thriller con sfumature romance
Pagine: 400
Costo: euro 3,99 in ebook e euro 11,70 in cartaceo

Trama: 
Un'intricata ragnatela di eventi avvolge le vite degli abitanti della tranquilla cittadina canadese di Numeesville e, a poco a poco, rivela verità sconcertanti.
In un tetro gioco del destino, c'è chi si nasconde dietro una facciata di perbenismo, chi nega deliberatamente l'evidenza dei fatti e poi c'è Sophie Park che, privata di una promettente carriera giornalistica, scappa dalla gabbia del proprio presente. Si ritrova però ad annegare nel torbido passato della sua città natale, dove tornano a galla particolari ignorati di una morte misteriosa che l'ha segnata profondamente. La donna non ha dimenticato e si rifiuta di credere all'ipotesi di molti che si sia trattato di un suicidio, facendo di tutto per riaprire quel caso, archiviato come irrisolto.
Ed è allora che una voce si solleva più forte delle altre, quella di colei che tutto sa, nonostante mai avrebbe voluto sapere.

“Danzo leggera con lei e assaporo l'illusione di ciò che mi è rimasto della vita: i ricordi, i profumi, le sensazioni e... l'inaspettata verità.”

Recensione:
Sophie Park è una donna in fuga da un presente che la tormenta; per questo trova rifugio nella sua città natale, Numeesville, da cui è partita diversi anni prima. Tornare, però, significa fare i conti con un passato altrettanto doloroso, rivangare una perdita che sanguina ancora come il primo giorno.
Come una lenta sinfonia, la vita di Sophie sembra imbrigliata nelle note iniziali, quelle che danno la sensazione del vuoto precedente e, allo stesso tempo, preannunciano l'esplosione della musica che verrà.
Sophie non può tollerare che la morte di Beth, una delle sue più care amiche insieme a Claire, sia stata archiviata come un suicidio.

Adesso tocca a me volare via, proprio come quella cometa di passaggio nel firmamento, ma ti prometto che tornerò da te, prima o poi, e ti stupirai di quanto sarà bella la mia luce.

Da questo dubbio lacerante, prende avvio un'indagine complessa, piena di colpi di scena, con un finale inaspettato.
Questo libro ha due anime, entrambe ben caratterizzate. L'impianto generale è un thriller congegnato con cura. Sophie gira come una trottola in cerca della verità, muovendosi circospetta in un paese apparentemente tranquillo, ma in cui ognuno potrebbe essere il colpevole, perché nessuno è quello che sembra.
C'è poi lo spirito romance che aleggia soprattutto nella prima parte, in grado di catturare l'attenzione delle appassionate del genere. Sophie calamita l'attenzione di molti uomini del paese, al punto che per circa metà del libro rimane incerta anche la direzione dei suoi sentimenti.

Sfiorare il suo corpo quasi nudo ancora lo turba: sfiorare la sua pelle chiara, liscia e morbida costellata di lentiggini è stato come ricevere un pugno allo stomaco.

Come avrete capito, ho amato questo romanzo. Prima di tutto perché la storia non è mai statica. Apparentemente aggrovigliata come nei migliori thriller, alla fine la matassa si dipana senza lasciare punti oscuri. 
E poi lo stile delle autrici è ricco e articolato, con descrizioni dettagliate ma mai noiose, dialoghi ben costruiti e personaggi con caratteristiche complesse, ricche di sfumature.
Insomma, è un libro da consigliare, soprattutto per chi come me ama sia il genere rosa sia i romanzi con un mistero da risolvere.

Rosanna 

Nessun commento:

Posta un commento