sabato 5 maggio 2018

Review Party: Bandit. (Il duetto rubato Vol. #1) di B.B. Reid

Cari cercatrici e cercatori, oggi vi parlo di un Dark Romance che ho letteralmente divorato, il titolo già dice molto: BANDIT, primo volume di una duologia Il duetto rubato, dall'autrice B.B. REID. Un nuovo romanzo firmato dalla Always Publishing, uscito lo scorso 26 aprile. 
Venite a scoprirne di più.

Titolo: BANDIT Il duetto rubato (vol. #1)
Autore: B.B. REID
Editore: Always Publishing
Costo: 5,99 € ed. digitale  13,90 € ed. cartacea - 
Genere: Dark Romance
Pagine: 367
Data d'uscita: 26 Aprile 2018

Sinossi:
Un’eredità scomparsa,
un figlio rapito,
un segreto pericoloso.

Lei era la sua ossessione.
Mian Ross farebbe di tutto per proteggere suo figlio, e quando capisce di non avere altra scelta, fa la cosa più pericolosa che esista: incrociare di nuovo il cammino di Angel Knight.
Stavolta per derubarlo.
Lui era il suo peggior incubo.
Un uomo tanto potente quanto vendicativo come Angel non può tollerare che una ladruncola affamata gli sottragga qualcosa di così prezioso.
Neanche se a farlo è Mian.
Una ragazza che molto tempo prima aveva protetto e tenuto al sicuro, la ragazza che si era trasformata nella sua più grande ossessione.
Ma stavolta non la farà franca e il prezzo di questa lezione sarà altissimo.
Niente è ciò che sembra.

Recensione:


Un giorno, qualcuno ti causerà del dolore. 
Quando arriverà quel giorno, 
tu gli farai vedere come ci si sente a stare all’inferno.

Il Dark romance non è di solito la mia prima scelta, ma se una sinossi mi intriga allora mi concedo volentieri la lettura. Così è stato per Bandit la trama mi aveva particolarmente incuriosita oltre che avevo sentito parlare bene di questa autrice.

Mian Ross, nonostante la giovanissima età conosce già cosa sia perdere un genitore, restando orfana di madre all'età di 10 anni.
L'unica persona che gli era rimasta era il suo amato papà Theodor Ross, un noto ladro e donnaiolo socio di Arturo Kinght, famoso quanto temuto signore del furto e diretto discendente e capo della famiglia Kinght che da duecento anni spadroneggiano nella città di Chicago per quanto riguarda il crimine in tutte le sue forme.
All'età di 16 anni una volta ancora la vita le gioca un tiro mancino. Mian è costretta forzatamente a "perdere" il padre, perchè dichiarato colpevole di un crimine che gli costerà ben 22 anni di carcere.

La morte di mia madre e l’arresto di mio padre avevano strappato via dei pezzi di me, finché non era rimasto che l’indispensabile. 
Camminavo e parlavo, ero respiro e carne. Niente di più.

Oggi all'età di 19 anni Mian sola e senza aiuto da parte di nessuno, scopre che il destino continua accanirsi una volta ancora contro di lei, Dovrà decidersi se scendere a compromessi e combattere per il suo bene più prezioso al mondo, o lasciarsi andare alla deriva.

Ma anche se la vita per Mian non è stata tenera  ha fatto si che questo la rendesse una combattente. Lei si spezza non si piega. Cade, ma  si rialza, arrendersi non è una opzione da prendere, lei  protegge quello che è suo con ferocia. 
Lei ama e odia con altrettanto intensità e passione.

Purtroppo per circostanze che sfuggono al suo controllo, si troverà di nuovo alla presenza del bellissimo Angel Kinght, figlio di Art. Un ragazzo già difficile, e pericoloso da adolescente. Lui, è stato l'unico negli ultimi anni a prendersi cura di lei, quando il padre di Mian troppo preso dagli affari egoisticamente la trascurava. 
La loro era una convivenza forzata, dove Angel almeno apparentemente riversava verso Mian, odio e cattiveria. Comportamenti che facevano soffrire il giovanissimo cuore della nostra protagonista, infatuata di questo bellissimo bad boy, così intenso è incomprensibile ai suoi occhi

Riuscivo ancora a sentire il calore delle lacrime che avevo versato per lui, il dolore nel mio cuore, e il vuoto che avevo avvertito quando mi aveva voltato le spalle per l’ultima volta.

Ora Angel potrà vendicarsi di colei che da sempre lo ossessione.
Piegare lo spirito di Mian e annientarla sarà il suo massimo piacere, farsi restituire qualcosa che lui crede lei gli abbia sottratto, il suo solo scopo.
Non si fermerà davanti a niente e a nessuno, userà tutte le armi e strategie che farebbero impallidire il diavolo. 
Del ragazzo di un tempo non c'è traccia, ora di fronte a lei c'è un uomo che emana fascino, sensualità e sicurezza. Freddo come il ghiaccio e spietato come un killer. Un uomo potente che non perdona, un angelo oscuro, con le tenebre nel cuore.
«Sei un Knight.
Uccidere e prendere cose che non ti appartengono ti verrà naturale».

Da adesso in poi per loro due sarà guerra senza esclusioni. 
L'odio si mescolerà all'amore, non ci sarà più confine ne distinzione tra questi sentimenti. 
Con la lussuria a intorpidire tutto. Sarà come gettare benzina sul fuoco, che accenderà i loro corpi,  e annebbierà i loro sensi.
A far da spalla alla coppia Angel e Mian, ci sono Z e Lucas due ragazzi che presi sotto l'ala protettrice di Art Kinght in età giovanissima, sono come fratelli per Angel.

Rubavamo insieme, uccidevamo insieme e scopavamo anche, insieme. La prima volta che qualcuno ci chiamò i Tre Moschettieri, Z provò letteralmente a ficcargli un piede giù per la gola. 
Eravamo fratelli. Semplice.

Poi c'è Anna, amica di Mian le due ragazze sono unite da una sincera e affettuosa amicizia.
Questi co-protagonisti spiccano per la loro essenzialità nella storia e per le loro personalità che mi hanno conquistata. In ognuno si avverte un bagaglio tragico alle spalle.

Per quanto mi riguarda questa storia è convincente, coerente, abbastanza realistica, avvincente.

*Convincente e coerente perché  la storia come viene sviluppata risulta magistrale per come ogni evento azione e reazione fili in modo perfetto, senza nessuna forzatura o incoerenza che renderebbe altresì la trama debole e traballante.

*Realistica perché per quanto crimine e corruzione ci siano in queste pagine, purtroppo per noi, la nostra realtà supera la fantasia e non viceversa.

*Avvincente perché ho iniziato il libro verso le 23.00 di sera e l'ho chiuso alle 07.00 del mattino successivo, la storia mi ha stregata da subito e non mi ha permesso di chiudere il kindle se non alla fine del libro, ero letteralmente schiava di questo romanzo, staccarmene prima non mi è stato possibile. 
Quindi quando leggerete Bandit, organizzatevi anzitempo in modo di non avere impegni perché lasciare Angel e Mian, sarà frustrante.:P

Il libro viene raccontato con i pov di entrambi i protagonisti e ci sono dei capitoli al passato che si intervallano con il presente atto a metterci a conoscenza di come sia iniziata la loro storia, assolutamente necessari e nonostante io non ami tanto questi salti temporali qui non disturbano assolutamente.
Lo stile dell'autrice è limpido, coinvolgente che cattura in modo quasi magnetico. Un dark romance con accese tinte di giallo, non mancheranno i misteri, alcuni troveranno risposte per altri dovremo aspettare il prossimo libro della duologia.
Quelli svelati in questo volume, nonostante la bravura della scrittrice nel non fare trapelare nessuno indizio, alla fine hanno dato certezza alle mie supposizioni.

Sembrammo fare marcia indietro entrambi nello stesso momento, sapendo che i nostri genitori avevano provocato danni permanenti a entrambi. Puntare il dito non avrebbe cambiato il nostro passato, e sicuro come l’inferno non avrebbe reso il nostro presente più facile da digerire.

Vi anticipo un gran bel cliffhanger che rende l'attesa del prossimo libro davvero spasmodica.
La curiosità di scoprire dove l'immaginazione della scrittrice possa essere arrivata nel portare tutto a compimento è immensa, mi auguro che "Kinght" il secondo volume conclusivo, in uscita già questa estate sia altezza del primo è che l'attesa venga più che ricompensata. 

Ho amato in modo assoluto Mian, un personaggio femminile forte, granitico, una vera donna cazzuta.
Per quanto riguarda Angel non è riuscito a entrarmi sottopelle, alcuni dei suoi lati oscuri e comportamenti, sono rimasti per me incomprensibili, quindi "rimandato a settembre". hahahaha ;)

In definitiva, da Mian mi aspetto grandi cose, da Angel che riesca conquistarmi il cuore.
Adesso non mi resta che salutarvi, un ultima cosa quando leggerete Bandit, fatemi sapere il vostro pensiero.

Alla prossima!
Virgy



1 commento: