lunedì 25 giugno 2018

Recensione: Atlantic love di Elettra SP

Oggi Aurelia vi parla del romanzo "Atlantic love" scritto da Elettra SP, un passato che non si può cambiare, un viaggio destinato a ritornare al punto di partenza, un in futuro da riscrivere.

Titolo: Atlantic Love 
Autore: Elettra SP
Editore: Self publishing
Genere: Narrativa
Costo ebook: 1.49 € gratis in abbonamento K.U.

Trama: 
Un ritorno alle origini.
Un necessario e meritato ritorno alle origini, ecco di cosa aveva bisogno Zahra Johnson. Teneva gli occhi bruni fissi sulla strada e le mani ben salde sul volante mentre seguiva il furgone che conteneva la maggior parte dei suoi averi che avrebbero trovato il loro posto nella sua casa d’infanzia. La stessa casa che aveva lasciato diciassette anni prima.
Dentro di sé, Zahra sperava non fosse cambiato nulla in quel piccolo gioiello della costa del Rhode Island. Ricordava le grandi ville storiche costruite dalle famiglie più ricche del passato, ricordava di quando era solo una bambina e immaginava di essere una principessa che vagava per quei corridoi sontuosi, ma soprattutto ricordava…il faro. Quando era poco più che un’adolescente agli inizi della ribellione tipica di quell’età, Zahra era solita sgattaiolare fuori casa nel bel mezzo della notte con il suo amore dell’epoca e trascorrere ore su quelle rocce frastagliate che sovrastavano l’oceano. Per un attimo, la bella mora si sentii un’egoista a sperare che la città fosse rimasta uguale a diciassette anni prima, dopotutto lei era una persona completamente diversa, ora. Più grande, matura…divorziata e con un figlio di cinque anni che ora sedeva nel suo seggiolino e guardava fuori dal finestrino con i suoi grandi occhi neri. Già, Zahra Johnson non era più la ragazzina che scendeva dalla
finestra della sua camera alle due del mattino per stare con il suo fidanzato.
Ora era un ex donna in carriera, un ex moglie, ma madre a tempo pieno.
Questo è solo l'inizio della nuova vita di Zahra. 
Un susseguirsi di incontri imbarazzanti, vicini invadenti e sarcasmo sopraffino che la porteranno ad incontrare, dopo quasi venti anni, una persona molto speciale. 

Recensione 
Zahara Johnson dopo 17 anni ritorna nella sua casa natia per ricominciare iniziare a scrivere un nuovo capitolo della sua vita, con lei suo figlio Ben che ha cinque anni. Dentro le mura della sua nuova casa, con sua sorella ad accompagnarla, tutti i ricordi del passato ritornano alla mente. 
La città è sempre la stessa, ciò che non si aspetta, sono i cambiamenti avvenuti nelle persone. Tra vicini impertinenti, visite inaspettate, ritorni al passato, Zahara lentamente dovrà riabituarsi alla piccola cittadina, alla nuova vita, al suo futuro e a chi entrerà nella sua vita inaspettatamente. 
Un romanzo che ho letto in poche ore, dolcissimo ma anche ricco di delusione, dove il passato ha lasciato un segno profondo. 
Una scrittura dove la terza persona si alterna ai dialoghi diretti e incisivi, dove ogni cosa è collocata nel posto giusto al momento giusto. 
Molto bella anche la grafica delle pagine decorate con ghirigori delicati che dividono un capitolo dall'altro. 
La storia è molto bella, ma amo i libri un po’ lunghi, mi sarebbe piaciuto leggere ancora di Zahara e… Il finale mi ha sorpresa 
Complimenti all'autrice!

Aurelia

Nessun commento:

Posta un commento