giovedì 21 giugno 2018

Recensione: Per lanciarsi dalle stelle di Chiara Parenti

Carissime cercatrici, Il libro di cui ho il piacere di parlarvi oggi è “Per lanciarsi dalle stelle” di Chiara Parenti, edito da Garzanti. Un libro che mi è entrato veramente dentro l’anima, emozionate e a tratti commovente, ma anche pieno di vita e di speranza!

Titolo: Per lanciarsi dalle stelle
Autore: Chiara Parenti
Editore: Garzanti libri
Genere: Narrativa
Data di uscita: 14 giugno 2018
Pagine: 345
Costo: 9.99 euro Ebook formato Kindle; 16.90 euro cartaceo copertina rigida

Trama:   
«Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre». Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di partire e di sparire dalla sua vita. Sole non smette di guardare quel foglio perché, per lei, non c'è nulla di più difficile che superare le proprie paure. Quando non c'è nulla da rischiare, è tutto più facile. Per questo ha preferito un lavoro sicuro al sogno di laurearsi e non ha mai dato il primo bacio, perché è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Adesso, però, Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per cento giorni affronta una piccola paura dopo l'altra, dal salire sulle montagne russe al dormire in un bosco sotto le stelle, dal fare un viaggio da sola a Parigi a lanciarsi con il paracadute. Giorno dopo giorno scopre il piacere dell'imprevisto e dell'adrenalina che fa battere il cuore. Accanto a lei c'è Asia, una timida adolescente. Rivedendosi in lei, Sole prova a smontare tutti i tasselli della sua insicurezza per insegnarle quello che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, magnifico istante di coraggio per lasciarsi andare. E, per dimostrarlo, è pronta a vivere il suo timore più grande: confessarsi al ragazzo di cui è innamorata da sempre. La prova più difficile. Perché anche per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco..

Chi è Chiara Parenti?
Chiara Parenti (1980) è nata a Lucca dove vive con il marito, il figlio, due gatti, due pesci rossi e una tartaruga. Laureata in filosofia, è giornalista pubblicista e lavora nell’ambito della comunicazione. Ama disegnare, leggere e viaggiare. Adora anche parlare di sport. La sua frase preferita è: «Il mese prossimo mi iscrivo in palestra». Con Garzanti ha pubblicato La voce nascosta delle pietre (2017). Il suo sito è: www.chiaraparenti.com

Recensione:
La protagonista di questo libro è Sole, una ragazza incapace di vivere al meglio perché succube delle sue paure… paure che, come avrete modo di scoprire leggendo questa storia, le sono state inculcate dalla madre, vittima, a sua volta, di quella che è la più grande paura per un genitore e cioè quella di perdere la sua unica e amatissima figlia.
Sole ha 25 anni, ama leggere e sperimentare le grandi emozioni attraverso i protagonisti dei libri che legge ma soprattutto ha letto per ben 26 volte “Orgoglio e pregiudizio”, che è il suo libro preferito.
Ha da sempre vissuto nel paesino delle Marche in cui è nata e non ha mai conosciuto il mondo e l’amore.
Ha però accanto Stella, la sua migliore amica da praticamente tutta la vita! Stella è l’opposto di Sole ma la ama come se fosse sua sorella perché poi è questo che sono Sole e Stella, due sorelle di cuore! Stella è l’unica che la spinge a vivere anche quando Sole si rifiuta di ascoltarla!
Un litigio molto brutto tra Sole e Stella metterà seriamente in crisi la loro amicizia, ma è soprattutto quello che succede dopo il loro litigio che cambierà totalmente la vita di Sole! Stella infatti partirà per tornare a Parigi, dove vive insieme al suo grande amore Andras, e le due finiranno con il non rivedersi mai più!
Questo loro lasciarsi con parole cariche di rabbia, ma soprattutto la lettera (accompagnata da un regalo molto particolare) che Stella lascerà a Sole, la manderanno in totale crisi e la spingeranno a cercare di cambiare la propria vita.
Non vi metterò tutta la lettera ma qualche stralcio per aiutarvi a capire un po’ meglio chi è Sole ma soprattutto quello che è l’amicizia tra Sole e Stella:

Non voglio dirti come vivere la tua vita, voglio solo che tutto quello che fai, tu lo faccia perché lo vuoi, e non perché hai paura di provare altro… La vita è così breve… e pensa invece quante cose ti sei persa in tutti questi anni per colpa della paura!  Non hai mai preso un aereo, non sei mai andata oltre il raggio di cento chilometri da casa. Non ti sei iscritta all’università, quando tutti gli insegnanti ti spronavano a farlo dicendo che era un vero spreco che tu mollassi gli studi così.  Non hai mai avuto un ragazzo… ho sempre notato queste cose ma non te le ho mai dette perché avevo paura ci restassi male (anch’io, a volte, ho paura!)… Hai vissuto a metà finora e non posso più permettere che continui così… Vorrei che tu provassi a lasciarti andare, a non aver paura di fallire, a non dire «no», a fare quello che davvero vuoi. E sai come si vince la paura? Facendo proprio quello di cui si ha paura!... non adagiarti nel tuo angolino sicuro, prendi in mano la tua vita. Alzati e corri a prenderti ciò che desideri, lo troverai oltre la paura.  Vivi finché sei viva! E splendi, Sole, splendi più che puoi!

Le parole lasciate da Stella alla sua amica Sole innescheranno un meccanismo che porterà Sole a rivedere la sua vita e daranno così il via a una lettura, quella di questo libro, che vi terrà incollati alle pagine e vi regalerà emozioni forti!
Le emozioni di Sole, la sua rabbia, il suo dolore, la sua paura, la sua gioia, sono descritte talmente bene da farcele sentire sulla nostra pelle!
Sole, spinta dalla lettera di Stella, si metterà in gioco e inizierà a vivere provando a superare le sue paure e per farlo stilerà una lista di paure da affrontare 100 paure per 100 giorni…lista che noi vediamo aggiornarsi nel corso della lettura.
Nel cercare di superare le sue paure Sole sarà aiutata da alcune persone che, man mano, inizieremo ad amare anche noi.
E così incontriamo la sedicenne Samanta, una ragazza dolcissima e in cerca di amore, vittima anche lei delle sue paure. Samanta creerà per Sole un blog e una pagina Facebook rendendola così un esempio da imitare per moltissime persone che si appassioneranno alla sua storia…ma sarà anche una delle persone che torneranno a vivere grazie a Sole.
Poi c’è Massimo, il grande amore di Sole ma anche il fratello di Stella.
Massimo, anche lui in rotta con Stella, inizialmente prenderà in giro Sole per questo suo progetto ma poi si unirà a Samanta nel tentativo di aiutare Sole e di riconciliarsi con Stella e imparerà a conoscere e ad amare la nuova Sole.
C’è Serena, collega di Sole e mamma di Samanta in cui Sole rivede un po’ sua mamma e che saprà mettere in pratica i consigli di Sole per diventare una mamma migliore per Samanta.
Ci sono Andras (il compagno di Stella), i genitori di Stella, i genitori di Sole e Lucas con nonno Ugo…meno presenti rispetto ad altri, ma comunque importanti nell’ambito della storia e sempre dalla parte di Stella.
Ma un posto speciale nel mio cuore lo occupa Samuele, un giovane pittore che saprà trovare il modo di occupare un posto speciale anche nel cuore di Sole e che avrà sempre le parole giuste per spingerla ad andare avanti anche quando Sole penserà di non farcela.

«La parola “coraggio” è molto interessante: viene dalla parola latina cor, che significa “cuore”. Quindi essere coraggiosi significa “vivere con il cuore”», mi spiega e poi sorride. Un sorriso bello, pieno di energia. «Tu stai vivendo con il cuore, Sole! E questa è una cosa magnifica, la cosa che più ammiro di te! È così raro trovare qualcuno che agisce col cuore, inseguendo i suoi sogni e superando continuamente i propri limiti. Qualcuno che trova la forza di essere sé stesso, di seguire la cosa che sente giusta per sé, affrontando sfide e difficoltà, perseverando e non mollando mai. Nel Piccolo principe Antoine de Saint-Exupéry scrive che forse le stelle in cielo sono illuminate perché ognuno di noi un giorno possa trovare la sua. Ecco, dopo averti conosciuta, Sole, io penso che ogni atto di coraggio ci porti sempre più vicino alla nostra stella. Che è proprio quello che stai facendo tu», mi fa e a me si stringe il cuore. «Per questo non puoi mollare. Perché sei troppo vicina alla tua Stella per tornare indietro. Sei una ragazza coraggiosa.» Non so se è per le sue parole, per il modo semplice e naturale con cui le dice, come se sgorgassero direttamente dal suo cuore sincero e traboccante, ma Samuele riesce a far breccia nel mio animo.

E poi c’è un personaggio atipico, il Molise tanto amato da Sole, che non conoscevo e che ho scoperto anche grazie a questo libro!
La storia che ci viene narrata in questo libro è una storia di amicizia, di grande coraggio, di amore, di dolore ma soprattutto di rinascita!
Sole potrebbe tranquillamente essere chiunque di noi, perché sfido a trovare qualcuno che non ha mai avuto paura nella sua vita, e forse proprio per questo è facilissimo entrare in empatia con lei.
E questo libro merita di essere letto perché l’autrice ha saputo caratterizzare alla perfezione Sole e i personaggi che fanno da contorno alla sua storia e ha saputo trovare una scrittura capace di arrivare al cuore di legge! E ho un consiglio da darvi… gustatevela questa storia, non affrettatevi nella lettura e lasciatela sedimentare dentro di voi! E, se vi va, prendete esempio da Sole e dal suo coraggio!
Non tutto nella vita è facile e non tutti i nostri sogni si realizzeranno, ma bisogna almeno provarci, senza paura! È questo forse l’insegnamento più importante di questo libro perché:

“non c’è niente di più lontano dalla felicità che cercarla nella testa degli altri invece che in noi stessi.”

Non posso garantirvi che sarà una lettura indolore (per me non lo è stata) ma, credetemi, se deciderete di leggere questo libro, ne varrà veramente la pena!
E voglio lasciarvi con una frase di Antoine de Saint Exupery che io ripeto spesso nella mia mente un po’ come se fosse il mio mantra e che potrebbe essere perfetta anche per Sole:

“Fai della tua vita un sogno e di un sogno una realtà!”

Rossella

Nessun commento:

Posta un commento