martedì 31 luglio 2018

Recensione: Traveling love di Antonella Maggio

Carissime, oggi Fra vi parla della nuova uscita della Darcy edizioni, Traveling love di Antonella Maggio. Si tratta di una versione riveduta e ampliata di nuovi contenuti del romanzo breve Dall'altra parte del mondo con te pubblicato da youfeel (Rizzoli).

Titolo: Traveling love
Autore: Antonella Maggio
Editore: Darcy edizioni
Genere: Commedia romantica
Pagine: 250
Data d’uscita: 1 agosto
Costo:  2,99€ ebook -  14 € cartaceo - in offerta lancio per il pre-order e il 1 agosto a 1,99 €

Trama:
Adele Castelli ha quasi trent’anni e una costellazione di fallimenti alle spalle. Divorziata, disoccupata e con una famiglia che si accanisce contro i suoi errori, l’unica salvezza di Adele è quella di fare la valigia e accettare il lavoro che le hanno offerto in Australia, sperando che dall’altra parte del mondo possa finalmente far fortuna e trovare l’amore con qualche straniero che le faccia dimenticare quanto siano sbagliati gli uomini italiani.
Luca Accardi lavora per una multinazionale ed è felicemente single. Cambia residenza e donna senza
problemi ogni volta che ha un ingaggio nuovo. La carriera viene sempre prima di tutto, anche prima di se stesso, prima della felicità che non riesce mai a toccare con mano.
Luca e Adele, a quanto pare, sono gli unici italiani che lavorano per conto della K-Byte Entreprise di Sydney.
Il mondo appare davvero troppo piccolo se a 16.216 km dall’Italia Adele finirà per incontrare proprio quello da cui scappava…

Recensione:
Ho conosciuto Antonella Maggio con il suo Profumo d'amore a New York, in un periodo dove leggevo quasi solamente straniere, mi ero approcciata ai self e alle piccole C.E. con un pò di riserva perché il fatto che chiunque può pubblicare mi lasciava un pò titubante, ma appena ho iniziato a leggerla non mi sono pentita, negli anni ho letto vari suoi lavori e l'ho sempre apprezzata anche cambiando genere.
Oggi vi parlo di Traveling Love: dall'altra parte del mondo con te, un carinissimo romanzo rosa che ci farà viaggiare attraverso gli occhi di due italiani Adele, una giovane siciliana divorziata, e Luca milanese senza fissa dimora ma sposato con il suo lavoro che lo porta spesso a viaggiare. 
Adele è una donna forte e coraggiosa, è umana e di errori ne ha fatti anche lei, il suo più grande errore si chiama Santuzzo ed è il suo ex marito.
Adele proviene da una famiglia che ripone grandi valori nel matrimonio e nella famiglia, da loro si sente oppressa finché le arriva una proposta quasi folle, è disoccupata e all'ufficio di collocamento le propongo un lavoro, fichissimo direte voi, in Australia!
Salvezza o Nostalgia? 
Partire e buttarsi o restare e affogare?
Luca è un uomo un pò nomade, per lavoro si trasferisce molto spesso un mese, tre, un anno... ogni posto dove va non è mai per sempre, il suo punto fisso è il suo lavoro che ama e che lo porta a vedere altre realtà e altri paesi/stati, non si è mai innamorato, è un pò arrogante e la vita "sedentaria" che sta facendo inizia a stargli un pò stretta complice anche una "coinquilina " invadente e oppressiva. 

Luca è come un desiderio, una voglia o un sogno che si realizza, si fa concreto ma non ti lascia il vuoto dentro e l’amara sensazione di dover presto trovare un nuovo desiderio per sentirti sempre viva. Lui si realizza e resta, lui si avvera e mi rende felice, non mi fa desiderare nient’altro.

È un romanzo ma è molto reale, i temi che affronta lo sono: pregiudizi, la difficoltà a riprendersi da una storia finita in macerie, il dovere spostarsi per quella grande piaga estremamente attuale che stiamo vivendo in Italia quale la disoccupazione e che costringe migliaia di giovani a spostarsi alla ricerca della "chimera" il lavoro, immancabile il contrasto familiare e l'amore fra sorelle. Nei contorni rosa di un romanzo breve Antonella offre tanti spunti su cui riflettere, l'aspetto che mi è piaciuto di più è il concetto di casa, che spesso tendiamo a dare per scontato.
Alla fine casa dov'è? 

Casa può essere ovunque, basta che ci siano le persone a cui vogliamo bene

Un personaggio che mi ha colpito tantissimo è Carmen, la sorellina di Adele, che nonostante sia più piccola è il suo Grillo parlante, il suo sostegno nei momenti bui e colei che con tanta ironia sdrammatizza i casini della sorella. Nonostante la giovane età, saprà offrire ad Adele tanti buoni consigli, vi lascio scoprire da soli se poi Adele li abbia o meno messi in pratica...
Carmen è spumeggiante e lascia presagire che è un tipo tosto, mi piacerebbe leggere la sua storia e spero che la Darcy e Antonella ci faranno questa "sorpresa ", perché secondo me ne vedremo delle belle!
Intanto godetevi la storia di Luca e Adele.
Buona lettura! 

Fra






Cover reveal: Origini di Daniela Ruggero

COVER REVEAL
ORIGINI 
DANIELA RUGGERO
TITOLO: ORIGINI ( racconti correlati alla saga I GUARDIANI DEGLI INFERI)
AUTORE: DANIELA RUGGERO
PROGETTO GRAFICO E ILLUSTRATORE: ELENA GALATI GIORDANO
FORMATO: EBOOK
DATA DI PUBBLICAZIONE: 6 Agosto 2018
SINOSSI
Dalla Saga DARK FANTASY I GUARDIANI DEGLI INFERI nasce la raccolta di racconti ORIGINI.
Uomini di grande potere mistico si sono trasformati in dannati al servizio di Lucifero. Druidi, Sacerdoti, condottieri e personalità influenti hanno vissuto nell’inganno e nella corruzione per essere poi trascinati vivi all’inferno.
Il peccato non è forse una scelta?

La saga I GUARDIANI DEGLI INFERI :
- La sposa oscura
- Genesi
- Legami di sangue
- Giuramento di sangue
- Risveglio
- Tradimento

Anteprima: I Am Fallen Scarlet Blackwell

I Am Fallen
Scarlet Blackwell

Titolo: I Am Fallen (Edizione italiana)
Titolo originale: I Am Fallen
Autrice: Scarlet Blackwel
Editore: Triskell Edizioni
Traduttrice: Carolina Gaetano
Collana: Triskell Rainbow
ISBN EBOOK: 978-88-9312-415-7
Genere: Paranormale
Lunghezza: 127 pagine
Prezzo Ebook: € 3,99
Uscita: 3/8/2018

Sinossi: 
Lo scrittore per bambini Jacob Bailey si è rifugiato in Scozia
per morire da solo, tormentato dalla scomparsa dell’amore della sua vita e
con il desiderio che le sue sofferenze abbiano fine. Nella remota casa
sulla scogliera in cui vive, riceve la visita di un angelo con la sua
personale storia di dolore, una creatura che regalerà agli ultimi giorni
di Jacob molto più di quanto lui avrebbe mai potuto sperare.

Pre-order

Recensione: Chloe di Leila Awad

Carissime, vi parliamo del nuovo romanzo di Leila Awad un contemporary romance su modelle e principi, Chloe

Titolo: Chloe
Autrice: Leila Awad
Editore: self-publishing su Amazon (anche Unlimited)
Data di uscita: 22 luglio 2018
Genere: contemporary romance
Costo: 2,99 euro e-book.
12,00 euro cartaceo

Trama:
Chi la segue sui Social Network pensa di conoscere tutto di Chloe Bennett: calca le passerelle più importanti, vive a New York, ama fare colazione da Tiffany ed è
fidanzatissima. Quello che non sanno è ciò che si nasconde dietro la patina di dorata perfezione, oltre le copertine e i selfie con le amiche.
Alla sua carriera manca solo la grande occasione che la consacri nell’Olimpo delle topmodel,
che arriva sotto forma di un piccolo regno europeo.
Anche di Brygge si sa ben poco, ma quando vi viene organizzata una settimana della moda assurge agli onori della cronaca con le sue scogliere, le strade acciottolate e,
soprattutto, i suoi rampolli reali, giovani, belli e scapoli!
Quando Chloe incrocia gli occhi verdi del bel principe è come fare un tuffo nel passato.
I pettegolezzi si inseguono, lo scoop sembra servito, ma nulla è come appare e, per la seconda volta, la modella si trova costretta a decidere tra il grande amore e il proprio futuro.

***
Leila è nata a Roma, dove vive. Il suo libro d’esordio, Ombre sulla pelle, è edito da Centauria. Su Amazon ha pubblicato anche Abbastanza da tentarmi, retelling in chiave moderna di Orgoglio e Pregiudizio.

Recensione:
Quante volte poteva spezzarsi, prima che ricomporsi diventasse impossibile?

Questo è uno di quei libri che mi ha attirato dalla copertina come una falena dalla luce, poi ho letto la trama e ci sono rimasta letteralmente impantanata. Erano presenti tutti gli elementi per una favola moderna: una modella, un principe, un regno lontano. 
Ovviamente l'amore istantaneo si è cementato e non vedevo l'ora di leggerlo. Ho avuto la fortuna di leggerlo in anteprima e l'ho letteralmente divorato.
Mi sono dovuta prendere dei giorni prima di scrivere la recensione perché il libro mi ha lasciato un sentimento contrastante una volta chiuso e avevo le idee alquanto appannate e confuse.
Un parte di me lo ha amato incredibilmente per lo stile della scrittrice che mi ha coinvolto nonostante io odi intensamente la terza persona, soprattutto in alcuni generi di romanzi... invece lei ha saputo dosarla in un modo che riusciva a mantenere desta la mia curiosità. Ho amato gli ingredienti della favola moderna, mi sono piaciuti tantissimo alcuni personaggi, soprattutto quelli secondari e ho sperato che ci fosse un romanzo solo per loro e che non fossero semplicemente abbozzati in questo volume. Ho amato quel piccolo mistero che piano piano si mostra tra le pagine e che poi esploderà... ma qui inizia anche il mio ma, perché questo mistero si porta dietro una serie di situazioni che scompiglieranno la trama ma che ho avvertito, nonostante ci siano delle spiegazioni, più fiacche e meno incisive. Non sarò più precisa di così perché non voglio rovinare a nessuno il gusto della lettura, però io come lettrice non sono riuscita a farmele piacere totalmente, mi sono sembrate giustificazioni blande e in alcuni casi anche un pò improbabili visto quanto ormai siamo dipendenti dai social e quanto i media siano tentacolari nella vita di questi nobili. Così come il motivo e la successiva risoluzione di come tutto è iniziato nella vita di Chloe... qui poi è stato come leggere ma mai entrare in empatia con il problema.
Ci sono delle scene veramente belle, sotto alla neve tra i due protagonisti che mi faranno battere il cuore, ma fra tutti il principe con gli occhi verdi è quello che appare più sfuggente e meno inquadrato, un pò a ricalcare anche il suo non essere in grado di trovare un posto nel mondo.

Ho realizzato che siamo persone diverse, ma io sono rimasto indietro, fermo dov’ero allora, in una vita impostata da altri, mentre tu sei andata avanti e… Mi sembra di perderti non appena ti sto afferrando.

Soprattutto verso la fine, ci sarebbe stato bisogno di tante più pagine su di lui, visto che poi l'autrice è stata bravissima a creare per tutti gli altri un bel background.
Un altro aspetto molto bello è quello che l'autrice ha saputo creare in maniera sapiente questo regno , Brygge, che è pura fantasia e pure sembra in tutto e per tutto di poterci camminare dentro e ammirarlo da vicino. Molto interessante anche tutto l'aspetto legato alle sfilate della moda, insomma si vede che l'autrice si è documentata sulla nobiltà e sul mondo della moda.
Consiglio questo romanzo a tutti quelli che amano le favole moderne perché anche se in alcuni punti non mi ha propriamente convinto si vede che l'autrice ha la stoffa per confezionare dei bei lavori.

Fabiana

lunedì 30 luglio 2018

Recensione: La vittima perfetta di Robert Bryndza

Cari lettori, oggi Anita vi parla di La vittima perfetta di Robert Bryndza, edito da Newton Compton.

Titolo: La vittima perfetta
Autore: Robert Bryndza
Editore: New Compton
Genere: Thriller
Pagine: 366
Costo: €.2.99 e-book €.8.41 Copertina rigida
Data di pubblicazione: 7 giugno 2018

Trama:
Autore del bestseller La donna di ghiaccio
Oltre 2 milioni di copie vendute
Un grande thriller

Nel bel mezzo di un’afosa notte estiva, un’ombra si muove oscura, animata da un odio feroce e da un’irrefrenabile sete di sangue. Per la detective Erika Foster è un nuovo caso. Un omicidio, ancora. La vittima è un dottore ed è stato soffocato nel suo letto. Ha i polsi legati e gli occhi gonfi, un sacchetto di plastica trasparente stretto intorno alla testa. Pochi giorni dopo, un altro uomo viene trovato morto nello stesso modo. Erika e la sua squadra si trovano al cospetto di un serial killer freddo e calcolatore: è chiaro che segue le sue prede in attesa del momento perfetto per ucciderle. E le vittime sono tutti uomini single, che custodivano gelosamente i segreti della loro vita privata. Ma cosa lega questi individui all’assassino? Nell’ondata di caldo soffocante che invade Londra, Erika farà di tutto per fermare “l’Ombra della notte” prima che la conta degli omicidi aumenti ancora. Anche a costo di mettere a rischio il suo lavoro e la sua incolumità. Perché mentre Erika segue le tracce del killer, qualcuno segue lei e la osserva da molto vicino…

Dall’autore di La donna di ghiaccio
Ai primi posti delle classifiche italiane e inglesi
Tradotto in 27 Paesi
Hanno scritto di La donna di ghiaccio:
«Ho amato, amato e amato questo libro: Erika Foster è la mia nuova eroina. È intelligente, tenace e appassionata, e la storia mi ha tenuto con il fiato sospeso fino alla fine. Ho trovato la scrittura efficace, suggestiva e coinvolgente e sono curiosissima di leggere il prossimo episodio della serie.»
Angela Marsons
«Una nuova eroina detective tinge di rosa il thriller di debutto di Robert Bryndza. Si chiama Erika Foster, ed è una poliziotta tenace e testarda. Come Clarice Starling di Il silenzio degli innocenti. Risolvere il caso diventa per lei questione di vita, occasione di riscatto.»
D di Repubblica
«Robert Bryndza, inglese che ora vive in Slovacchia, è l’autore del 2017. Il suo thriller è diventato un caso.»

La Lettura

Robert Bryndza 
Dopo anni dedicati alla scrittura, si è conquistato una fama incredibile con il suo thriller d’esordio, La donna di ghiaccio, finalista al Premio Roma, che in pochi mesi ha scalato le classifiche ed è in corso di traduzione in 27 Paesi. I successivi romanzi incentrati su Erika Foster sono bestseller internazionali che contano oltre 2 milioni di copie vendute. La vittima perfetta è il secondo romanzo pubblicato con la Newton Compton. Robert è inglese e vive in Slovacchia con suo marito Ján.

Recensione:

"La stampa dipinge sempre le persone come mostri, e anche noi non siamo da meno. Ma mostri non si nasce. Un bambino appena nato non è un mostro.
E' la vita, sono le sofferenze e le cose che accadono a creare le persone cattive, no? "

Sono stata attratta da questo romanzo sia per la bellissima immagine di copertina, sia per il titolo che mi ha intrigato al primo impatto.
Si tratta di un romanzo facente parte di una serie, la cui protagonista è la detective Erika Foster, dove ogni libro è dedicato ad una specifica indagine e, pertanto, può essere letto singolarmente.
Devo dire che per tutta la prima parte di questo romanzo sono stata rapita dalla trama presentata in maniera esemplare, che mi ha inglobata nei due diversi punti di vista voluti dall'autore: la detective e il serial killer.
Lo stile è fluido e semplice, ogni situazione viene descritta in maniera eccellente e dettagliata, portando il lettore non solo ad immaginare la scena del crimine, ma a viverla.
Questo idillio subisce una battuta d'arresto nel momento in cui l'autore decide di portare l'identità del killer allo scoperto, facendo perdere la suspense fino a quel momento tangibile ed il gusto di raccogliere "indizi e prove" assieme alla nostra protagonista per giungere alla verità.
Personalmente ho trovato tutta la seconda parte del libro meno entusiasmante e credo che, sviluppando la storia in questa maniera, l'autore abbia concretamente fatto perdere punti ad un romanzo che aveva un ottimo potenziale.
Più della protagonista, la detective a briglia sciolta che agisce sopra le righe con la quale non sono per niente riuscita ad entrare in connessione, il personaggio che ha monopolizzato le mie simpatie è l'anatomopatologo Isaac Strong, il quale mostra sia il suo brillante lato professionale, sia la
sua fragilità e umanità durante l'avvicendarsi degli eventi; ho trovato alquanto stereotipato invece il personaggio del capo della polizia, Marsh.
Uno dei temi che emergono dalla lettura di questo romanzo è quello attuale, e sempre spinoso, della violenza domestica, facendo riflettere su quanto spesso questo genere di episodi si verifichino senza che se ne riesca a dare la dovuta importanza e la giusta soluzione.

"La gente giusta non ti ama mai! Tua madre dovrebbe amarti. Le persone di cui ti fidi. Ma ti deludono sempre! E una volta che permetti a qualcuno di ferirti... effetto domino... Diventi vulnerabile, e la gente se ne approfitta"

Tutto sommato una lettura piacevole, consigliata agli amanti del genere.

Anita


Recensione: Quando tutto cambia di Abbi Glines

Care cercatrici vi parlo di Quando tutto cambia di Abbi Glines, dopo anni la Mondadori porta di nuovo in Italia questa autrice da molte di noi amata.

Titolo: Quando tutto cambia 
Autore: Abbi Glines 
Editore: Mondadori 

Data di pubblicazione:10 luglio

Costo ebook 8.99€
Prezzo cartaceo 14,36
Pagine: 259
Genere: N.A.

Trama:
Ho sempre amato le fiabe, fin da quand'ero piccola. E ho sempre creduto nel vero amore. Per me però è stato facile, perché quando mi sono innamorata di lui avevo sei anni. Lui era il mio Principe Azzurro. E insieme credevamo di essere speciali. La vita felice che avevamo, però, fu spazzata via in un lampo, e noi non eravamo pronti. Ma del resto, chi mai lo è?
È una notte speciale per Vale e Crawford. La macchina che corre veloce, nell'aria il profumo delle serate estive, e negli occhi e nelle orecchie le immagini e le parole della giornata appena trascorsa. Sono giovani, belli, radiosi: hanno appena preso il diploma, davanti a loro le vacanze, ma soprattutto il progetto di una nuova vita, un nuovo inizio. Da assaporare insieme. Perché insieme loro due si sentono forti, invincibili, come solo ci si può sentire a diciott'anni, quando si è innamorati e in procinto di cominciare una nuova avventura. Poi, tutto a un tratto, una frenata improvvisa, il mondo che prende a girare, lo stridore delle ruote che travolgono ogni pensiero, e tutti i sogni inghiottiti dal buio.

Passa un mese e niente è come Vale e Crawford si erano immaginati. Da quella notte terribile, infatti, lui è in coma. E lei trascorre ogni suo attimo in ospedale, in attesa di poter entrare nella sua stanza per leggergli qualcosa, sognando il momento in cui aprirà di nuovo gli occhi e tutti i loro progetti potranno riprendere da dove si sono interrotti.

Un giorno, mentre aspetta di fargli visita, Vale conosce Slate, un ragazzo poco più grande di lei dagli occhi verdi e l'aria da spaccone, in ospedale per assistere lo zio malato. Tra i due inizia uno strano rapporto fatto di confidenze, prese in giro e caffè bollenti. Slate riesce in qualche modo ad alleviare il dolore di Vale, tanto che in lei, col passare dei giorni e pur tra i sensi di colpa, inizia a farsi spazio l'idea che forse sia possibile andare avanti con la propria vita, anche senza Crawford. Quel che ancora non sa è che il destino è pronto, dietro l'angolo, a cambiare ancora una volta le carte in tavola.

Biografia:

Abigail Potts Glines  è una scrittrice e giornalista statunitense, meglio nota come Abbi Glines.

Lavora come giornalista per il New York Times, il Usa Today e il The Wall Street Journal e scrive romanzi bestseller a nome dei giornali per cui lavora.
Ha pubblicato in Italia con Mondadori la duologia Vincent e Rush della Rosemary Beach.

Recensione:
Era il "lontano" 2014 quando conobbi dei fantastici ragazzoni, loro erano i fratelli Vincent, sexy da morire. Dopo questa doppietta, mi sono perdutamente innamorata della meravigliosa penna di Abbi Glines, e del suo nuovo protagonista della serie Rosemary Beach: Rush Finlay uno dei primi bad boy a cui mi approcciavo, sexy, arrogante, tatuato e portatore di piercing alla lingua.

Purtroppo la CE anziché proseguire con la  giusta sequenza della Rosemary Beach facendoci conoscere la storia di Woods, ha sospeso la continuazione della serie. A quel punto ero praticamente già in lutto,  disperata e quasi senza speranze. 
Perciò quando ho visto il nome della Glines nel catalogo dello store mesi fa ero già in defibrillazione, non mi importava se non era la Rosemary (anche se per un pò ci ho sperato), ero così contenta che stesse ritornando questa talentuosa autrice che non vedevo l'ora di avere il suo libro tra le mani.


Il romanzo è narrato in prima persona, il pov principale è  quello di Vale, ma la sua non è  la sola voce narrante, non posso raccontarvi di più perché rischierei di spoilerarvi e rovinarvi il gusto di leggerlo.
Confesso che quando ho letto la sinossi ero un po' preoccupata, perché grazie a questa autrice, ho versato lacrime amare dopo aver letto con  fatica (dovuto alla barriera linguistica) una sua novella in inglese, questo di Quando tutto cambia è stato un viaggio che ho iniziato armata di cioccolata e fazzolettini.

In  Quando tutto cambia, Vale la nostra giovane protagonista, ha il mondo sul palmo della mano: una vita tranquilla, una famiglia meravigliosa, relativamente senza problemi,  un fidanzato di cui è innamorata dall'età di sei anni, l'università già pagata e un avvenire già scritto. 

Tutto perfetto,  quasi troppo, perché la vita ci mette lo zampino. 
Il mondo perfetto di Vale scoppia e si capovolge.
Ma è tutto effettivamente così perfetto?  Ciò che si ha è poi ciò che si vuole? O spesso finiamo per accontentarci alla mano di carte che la vita ci porge?
Saranno gli imprevisti che la vita  metterà di fronte alla nostra Vale a farle capire che deve ricominciare. Che deve crescere e imparare a camminare sulle sue gambe. Ma non deve essere la Vale di Crawford,  non più,  lei adesso non si accontenta più di essere un appendice del suo ragazzo. 


<Per quanto non volessi sentirlo, mi resi conto che mio fratello aveva ragione. Avevo lasciato che Crawford decidesse per me. Volevo renderlo felice, mi preoccupavo moltissimo di non essere egoista. Non avevo mai capito niente? Avevo perso me stessa, in tutti quegli anni?> 

Adesso dovrà capire cosa vuole cosa e desidera per sé. Che strada percorrere come individuo singolo e non accettare più di lasciarsi influenzare da altri vivendo in funzione dei desideri altrui, ma ascoltare se stessa e i propri desideri.

La narrazione è in prima persona ma non aggiungo altro perché anche un minimo particolare in riferimento alla trama diventa spoiler, quindi non posso aggiungere altro. 

Avevo molte aspettative su questa storia, mi aspettavo tanto da questo ritorno, forse per questo non è  riuscito a conquistarmi completamente.
Nonostante abbia apprezzato la penna  e abbia divorato letteralmente questo romanzo, non ho trovato il mordente che mi ha fatto amare i precedenti libri dell'autrice.

Anche il colpo di scena, diciamo così, non mi ha sorpreso o colpito più di tanto. Così come la scelta fatta da Vale che ho trovata scontata. In poche parole questo romanzo aveva tante potenzialità, ma  non sono state sfruttate al meglio, come se fosse mancante di qualcosa, quel qualcosa che ti fa amare un libro alla fine, e non solo leggerlo.

È  un romanzo che però da tanti spunti di  riflessione, come un mondo perfetto può improvvisamente scoppiare e ritrovarsi davanti alla crudeltà della vita,  di come possa essere fragile e breve, che va vissuta completamente, senza aver paura di viverla, di amare, di sbagliare. Di non lasciare che siano gli altri a decidere per noi o lasciarci influenzare tanto da perdere la nostra individualità, soprattutto all'interno di una coppia. Non bisogna mai dimenticare la propria identità personale e non bisogna piegarsi ai voleri altrui, perché alla fine... 
Tutto cambia!


Fra


venerdì 27 luglio 2018

Recensione: Boss Love (Boss Series #3) di Victoria Quinn

Care Cercatrici, siamo arrivate al terzo libro della "BOSS Series"  "Boss Love" della brava Victoria Quinn.


Titolo: Boss Love
Autore: Victoria Quinn
Editore: Hartwick Publishing
Genere: Erotic Romance - 
Pagine: 214 pagine
Costo:7 ,99 euro formato kindle - 
Data pubblicazione: 14 luglio 2018

SINOSSI
Lei è inginocchiata.
Tatum Titan.
Solo per me.
Sono il suo dominatore. Lei appartiene a me.
Ma il nostro tempo insieme sta per scadere.
Non posso lasciarla andare. Non posso permettere che sposi Thorn.
Non quando è me che dovrebbe sposare.




Serie Boss
(le nostre recensioni)
Vol. #1 BOSS LADY
Vol. #2 BOSS MAN

RECENSIONE
Avevamo lasciato un Diesel pronto a dominare la SUA donna, e in questo libro l'ha fatto.
L'ha dominata come ha voluto e Titan si è lasciata dominare dal SUO uomo.

Ora le regole del gioco erano cambiate.
Ero eccitatissimo. 

Su questo terzo libro, nonostante non sia molto lungo, le scene erotiche la fanno da padrone e non solo, i due protagonisti sono sempre più attratti l'uno dall'altra, ormai non è solo sesso tra loro. Si sono aperti, si sono dati corpo e anima e ora che il tempo tra i due sta per scadere, Hunt ha il terrore di perdere Titan. La paura però è anche per Titan, sarà in grado di dimenticare Diesel? Ma soprattutto sarà in grado di mantenere la promessa fatta a Thorn.

Finalmente, in questo terzo capitolo i sentimenti, oltre che al sesso, la faranno da padrone. Il POV è sempre alternato, così com'era stato nei precedenti.
Riusciremo anche a capire il forte legame che lega Titan a Thorn tanto da aver pianificato il futuro insieme. 
Matrimonio, figli e una solida partnership lavorativa. Tutto senza amore.
Confida a Diesel il segreto che si porta dietro e che ha fatto in modo di legare in maniera definitiva la sua vita a quello del suo migliore amico.

Era una cosa che non avrei mai voluto che accadesse, un risultato che non avrei mai potuto prevedere. Ma ora eravamo entrambi lì, a cuore aperto. "Ti amo, Diesel Hunt. Ti amo così tanto da averne paura." Non appena sbattei le palpebre, da entrambi gli occhi una lacrima scese a rigarmi il viso.

Ma è proprio quando i nostri protagonisti aprono il proprio cuore, i propri sentimenti  e si mettono in gioco e sembra che tutto vada nella direzione sperata che il colpo di scena è in agguato.

Un finale inaspettato che mi ha lasciato a bocca aperta.
Brava la Quinn a creare un po' di suspense perché se la storia è ancora lunga molte cose devono accadere e credo che questa sia solo la punta dell'iceberg.

Ovviamente ora non vedo l'ora che arrivi il seguito per capire come le cose procederanno e che strade intraprenderanno i due protagonisti.
Credo che i colpi di scena non siano terminati.
Rimango però un po' dell'idea che nove libri siano un pò troppi e che forse si sarebbe potuto impostare in un'altra maniera le varie uscite anche per il costo dell'ebook. 
Al momento però questa mia critica l'accantono, e quando avremo avuto il piacere di leggere tutti i libri,forse, a quel punto potremmo dire se ne è valsa la pena oppure no.
In attesa del prossimo quarto volume "BOSS WOMAN".

Sabrina

Review Party + Giveaway: Imperfetto di Sagara Lux

Cover Reveal Imperfetto

Care cercatrici oggi ospiamo la tappa del Review Party più Giveavay del l'ultimo lavoro della bravissima Sagara Lux  "IMPERFETTO" pubblicato in self il 13 luglio 2018.
Per partecipare al giveaway basta seguire le regole di Rafflecopter.

Titolo: Imperfetto
Autore: Sagara Lux
Genere: New-Adult
Data di uscita: 13 luglio 2018
AUTOCONCLUSIVO.

TRAMA
Daniel Crowne è l’uomo perfetto.

È affascinante, metodico, organizzato e sta per ricevere la proposta che gli cambierà la vita.
Quello che non si aspetta è di dover condividere l'occasione con una ragazza che non ha mai visto, ma che a quanto pare tutti sembrano conoscere.
Valery Tutcher è tutto fuorché perfetta.
È irriverente, disordinata e testarda. Ha un carattere indomito e una visione molto precisa della realtà delle cose. Al contrario di Daniel, da sempre abituato a muoversi in un mondo fatto di limiti, non ha regole. Non ha tentennamenti.
E non ha alcuna intenzione di rendergli le cose facili.

"Emozionante e bellissima".
"Una storia fuori dal comune, che non ti lascia andare via".



goodreads


premi


Era tutto ciò che lui non era.
Ed era anche tutto ciò che lui temeva. 

C’è una linea sottile tra la ragione e il cuore, la paura di scegliere e di capire, può deviare il treno della vita su binari che non avresti mai scelto: l’autrice con questo romanzo lo strilla a gran voce. 
Grazie a Sagara ho conosciuto il genere oscuro, il dark romance che un tempo rifiutavo ma ora l'autrice torna con una nuova storia, un new adult chiuso in un cassetto per anni. Il titolo “Imperfetto” racchiude la realtà di due personaggi perfetti nella loro imperfezione. 
Daniel Crowne è il figlio di un importante industriale e di una famosa registra. È dotato di un’intelligenza brillante e abituato a tenere tutto sotto controllo e a non mostrarsi debole e al di sotto delle aspettative, fino al giorno che il professor Rubens lo mette alla prova assegnandogli un progetto da condividere insieme ad un altro studente: Valery.

“Piccola, nera e potenzialmente pericolosa” 

Valery è l’opposto di Daniel. Appartiene a un mondo di piercing, anelli d’argento, tatuaggi, feste rock e alcool, ma sarà lei a rovesciare le regole del mondo di Daniel, perché ne ha le capacità e il potere.

“La più eccitante attrazione è esercitata da due opposti 
che non si incontreranno mai”.
Daniel si sente in soggezione con la piccola ragazza oscura e nutre dal primo sguardo, un sentimento di odio nei suoi confronti. 
Valery ha occhi scuri che scintillano una promessa distruttiva e feroce, pare fatta di fuoco e Daniel non 
ha alcuna intenzione di bruciarsi. Le emozioni si accavallano all’interno dei loro corpi. Per discutere le parole non bastano perché quando si ritrovano a condividere insieme il progetto, le scariche elettriche ripercuotono i loro corpi. 

Caos. Passione. Perdizione. 

Il desiderio tra loro è loquace, l’introspezione emotiva si accumula tra i personaggi muovendo nuovi fili nella narrazione, dando vita a una crescita personale. 
Per Daniel è impossibile gestire Valery che non rispetta le regole, orari e scadenze. Nascosta in profondità, la ragazza ha un’anima libera, originale e creativa, capace di guardare ben oltre l’ordinario e di sorprendere Daniel, mettendo in discussione quel filo sottile che vi ho accennato all’inizio: ragione o cuore, bene o male. 

“Tu mi rendi ciò che non sono”
Il romanzo scorre veloce, la narrazione è coinvolgente e anche poetica. Ho sottolineato molte frasi e citazioni inserite all’inizio di ogni capitolo, ma la scelta della terza persona non mi ha permesso di entrare nei pensieri  nei sentimenti  e nelle sensazioni dei personaggi. 
Attraverso le parole si deducono i comportamenti e una prospettiva esterna che ha filtrato i pensieri di Daniel e Valery, con i quali invece avrei voluto entrare ancora più in profondità per conoscere meglio e da vicino la loro personalità. 
Ho apprezzato la caratterizzazione e l’originalità dei personaggi che si accettato per quello che sono per arrivare alle loro consapevolezze, ma la staticità e il non approfondimento dello stato emotivo non ha dato quella dinamicità, che a mio modesto parere, meritava di più visto la tematica di differenza sociale e caratteriali. 
Ciò non toglie che sia un bel romanzo e che terrà desta l’attenzione del lettore e vi farà riflettere. 
Buona lettura a presto !


Chicca

premi

a Rafflecopter giveaway

L'AUTORE



Sagara Lux crede nelle seconde occasioni, benché la vita non gliene abbia mai concesse.
Non ama parlare di sé, ma ama scrivere e dare a vita a personaggi capaci di colpire stomaco e cuore insieme.
Se volete, potete trovarla qui.


Facebook | Website | Amazon | Goodreads | Instagram | Youtube




giovedì 26 luglio 2018

Recensione: Una casa troppo tranquilla di Jane Shemilt

Care cercatrici, Anita vi parla di thriller edito da Newton Compton: Una casa troppo tranquilla di Jane Shemilt

Titolo: Una casa troppo tranquilla
Autore: Jane Shemilt
Editore: Newton Compton
Genere: Thriller
Pagine: 330
Costo: €.2.99 e-book €.12.90 Copertina flessibile
Data di pubblicazione: 19 luglio 2018

Trama:
Ai primi posti delle classifiche di tutto il mondo

Un grande thriller dall’autrice del bestseller Una famiglia quasi perfetta
Per Beth incontrare Albie, chirurgo dalla carriera in ascesa, ha significato ricominciare da zero e lasciarsi il passato alle spalle. Adesso Beth sembra avere tutto ciò che desiderava: un marito nuovo di zecca, una vita da inventarsi da capo e un futuro luminoso davanti a sé. Per conto suo, anche Albie pare attraversare un buon momento: il suo mentore, Ted, l’uomo che con autorevolezza e fascino magnetico tiene le fila dell’intero ospedale, gli ha fatto capire che intende fare di lui il suo “erede”. Ma quello che non sa, o che la sua ambizione sfrenata gli impedisce di vedere, è che qualcosa si sta già incrinando nella sua vita perfetta. E in lontananza si scorgono i lampi che annunciano l’arrivo di una tempesta di dimensioni catastrofiche…
Dall’autrice del bestseller numero 1 in classifica Una famiglia quasi perfetta
Esiste veramente il matrimonio perfetto?
«Leggi Jane Shemilt e l’inquietudine è assicurata. Oggi il brivido è donna. E i gialli al femminile hanno un’arma in più, i travagli dell’anima.»
Il Venerdì di Repubblica
«Jane Shemilt sa come tenere alta la suspense e la sua prosa eloquente dipinge alla perfezione il tormento.»
Booklist
«Un Macbeth moderno, con un senso del luogo irresistibile, ottimi colpi di scena e un finale intenso e teso.»
Sarah Vaughan, autrice bestseller di Anatomia di uno scandalo

Jane Shemilt
È un medico di professione e ha conseguito una laurea in Scrittura creativa alla Bristol University e una specializzazione all’università di Bath. Il suo romanzo d’esordio, Una famiglia quasi perfetta, è diventato un bestseller internazionale e le ha dato un’immediata notorietà. La Newton Compton ha pubblicato anche Un delitto quasi perfetto e Una casa troppo tranquilla. Vive a Bristol con il marito, professore di neurochirurgia, e i loro cinque figli.

Recensione:
" Quello che si vede non è quello che è, quello che si vede
 non è neanche la metà di quello che c'è "

Ho letto con interesse questo romanzo, apprezzando già lo stile e la fantasia dell'autrice, conosciuta con il romanzo "una famiglia quasi perfetta".
In questa nuova opera abbiamo due figure chiave: Beth, giovane avvenente infermiera con un passato segnato dalla perdita e dall'abbandono e Albie, brillante chirurgo dalla sconfinata ambizione.
L'enigmatico prologo ci introduce a una storia controversa e angosciante che trascina il lettore in una spirale di eventi che lo terranno incollato alle pagine del libro fino al drammatico epilogo.
L'autrice riesce a trasmettere chiaramente gli stati d'animo dei protagonisti; non è difficile immedesimarsi nella disperata smania di Beth, desiderosa solo di essere amata e considerata e, di conseguenza provare una gran pena per lei, nonostante i grossi errori che compie; Albie, inizialmente soggiogato dall'influenza della sua adorata compagna, si rivelerà un freddo e abile calcolatore, disposto a tutto pur di ottenere ciò che si è prefissato.
Inquietanti sono gli interrogativi che mi hanno accompagnato durante la lettura di questo romanzo: sin dove siamo disposti a spingerci per ottenere ciò che vogliamo?... Il fine giustifica i mezzi? Possiamo asserire con assoluta certezza di conoscere la persona che abbiamo accanto? La vendetta è mai giustificabile? Sono le azioni a determinare il nostro destino?
Capitolo dopo capitolo il lettore si ritrova testimone di situazioni sempre più agghiaccianti, che non lasciano scampo. fino ad arrivare al punto di non ritorno.

"Il fato non ti dà quello che vuoi, di solito te lo prende. 
Se vuoi una cosa, devi faticare per averla, soffrire."

Pur non apprezzando particolarmente la scrittura in terza persona, ho trovato questo romanzo coinvolgente, sia per gli argomenti  trattati, così delicati e sempre attuali, sia per la fluidità con cui l'autrice espone argomenti tecnici di ordine medico, rendendoli facilmente comprensibili anche a chi
non mastica quotidianamente testi di medicina.
Consigliato agli amanti del genere.

Piccola nota: qualche refuso ed errori grammaticali che non influiscono negativamente sul piacere di lettura.

Anita


Recensione: Trinity Life di Audrey Carlan

Carissime lettrici oggi vi parliamo di Trinity Life di Audrey Carlan, edito da Newton Compton.

Titolo: Trinity Life
Autore: Audrey Carlan
Editore: Newton
Genere: Contemporaneo
Data di pubblicazione: 26/07/2018
Pagine: 320
Costo: 3,99 (ebook); 9,90 (cartaceo)

Trama:
Maria De La Torre è una sopravvissuta. La sua vita non è stata semplice, ma ha lottato duramente e fatto molti sacrifici. Questa è la sua storia. La vita che ha scelto di vivere. La stessa vita che qualcuno, proveniente dal suo passato, sta cercando di portarle via. Elijah è l’ultimo uomo sulla faccia della terra di cui Maria potrebbe innamorarsi. È un cacciatore di taglie senza scrupoli, oscuro e scostante: l’esatto opposto dell’uomo che lei ha amato e perduto, che avrebbe fatto qualunque cosa per lei. Elijah, però, non è il tipo di persona che accetta un rifiuto. È abituato a prendere ciò che vuole e ha messo gli occhi su quella splendida donna dai capelli color ebano. Ma una nuova minaccia si abbatte su entrambi, qualcosa che Maria non avrebbe mai pensato di dover incontrare ancora. E questa volta c’è in gioco la sua vita.

Recensione: 
Trinity Life riprende la storia proprio da dove l’avevamo lasciata con Maria de la Torre che piange la morte del fidanzato Tommy ad opera dello stalker Danny.
Tommy era stato per Maria un uomo amorevole, comprensivo e protettivo. Ma il loro rapporto non era perfetto. Dopo la morte del suo uomo, Maria si rende conto di non avergli mai detto di amarlo e comincia a chiedersene il motivo. Le morti di Tommy e Danny avrebbero dovuto mettere un punto a quel periodo della sua vita vissuta nella paura e nel dolore, ma così non è. 
Nuove sorprese e pericoli si affacciano nella vita di Maria e delle sue amiche che saranno costrette a trovare ancora una volta la forza di combattere contro la violenza e la pazzia che questo mondo, anzi il genere umano, riserva loro.
Maria è una giovane donna passionale, carismatica, sarcastica, estremamente talentuosa e sincera. Nel momento più brutto della sua vita, incontra Elijah.
Elijah arriva nella vita di Maria come un fulmine a ciel sereno. È il motociclista sexy, l’uomo dal fisico travolgente, dalla bocca ardita e dalle idee chiare. Anche lui soffre per una perdita che in un certo senso li accomuna e, non appena vede Maria nel giorno più triste capisce di essere spacciato.
L’amore spesso arriva al momento sbagliato, nel posto sbagliato, ma quando la persona è quella giusta non esistono attenuanti o scuse che possano impedire al sentimento di fare il suo corso. 

In una situazione perfetta ed in un mondo in cui il male non esiste, Maria ed Elijah probabilmente non sarebbero mai dovuti stare insieme. La stessa attrazione che provano dovrebbe essere sbagliata sia per il momento che per la persona per cui la provano. Ma loro non vivono in quel mondo, anzi. Un uomo pericoloso del passato di Maria, che pensava di essersi messa alle spalle, ritorna più agguerrito che mai, pronto a completare il piano per cui era stato chiuso in prigione cinque anni prima.
In Trinity Life ritornano guardie del corpo, attacchi violenti, ferite e la paura di perdere qualcun altro, ma ritorna anche l’amore. Questa volta quello giusto, quello che brucia nelle vene e nello stomaco, quello che divampa all’improvviso e che dura per sempre.
Maria e le sue amiche sono ancora una volta messe alla prova. La loro amicizia sopravvivrà? Se avete letto i libri precedenti conoscete già la risposta.

“Non lo so, Gigi. Come possiamo essere sicure del disegno divino? Perché noi abbiamo dovuto sopportare tutto questo e altri hanno vite facili senza la benché minima preoccupazione?” Sorride e intreccia le dita alle mie. “Non possiamo esserne sicure. L’unica cosa che possiamo fare è vivere appieno ogni giorno. Dare il meglio di noi stesse a chi amiamo e non dimenticare mai che tutto quello a cui siamo sopravvissute ci rende ciò che siamo oggi, ma non ci definisce. È una lezione che Chase ha cercato di inculcarmi per un’inifinità di tempo.”

Trinity Life è un perfetto mix di suspense ed erotismo. Maria ed Elijah sono dinamite pura insieme. Vi consiglio di leggere questo libro senza pregiudizi o giudizi di ogni sorta. La loro relazione non sarà di certo classica, ma funziona e questo è l’importante. Tommy era un uomo d’oro, e lo dimostrerà anche dopo la morte, così come tutta la sua famiglia. Non vi voglio dire troppo perché non sarebbe giusto e vi rovinerebbe la sorpresa, se così possiamo definirla, ma mi raccomando approcciatevi al libro con mente aperte e senza troppo scetticismo.

Ancora una volta, l’autrice tratta un argomento importante: la violenza sulle donne. Maria ne è stata vittima. Una violenza che non macchia sola la pelle, ma che colpisce anche la mente in modo subdolo e strisciante. Audrey Carlan insegna alle sue lettrici a non aver paura di chiedere aiuto, a non provare vergogna per qualcosa di cui non si ha colpa, ma a reagire e a risollevarsi per cercare quell’amore che non percuote ma che scuote l’anima.
In conclusione, vi consiglio di leggere un libro che descrive in maniera perfetta la passionalità di Maria ed il suo amore per la vita.

Claudia