martedì 10 luglio 2018

Recensione: Sei dove batte il cuore di Simona Giorgino

Carissime lettrici oggi vi parliamo di “Sei dove batte il cuore” di Simona Giorgino, uscito l'anno scorso in versione self ed ora edito Newton Compton.
Titolo: Sei dove batte il cuore
Autore: Simona Giorgino
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 04 luglio 2018
Genere: Romance Contemporaneo
Pagine: 320
Costo: 1,99€ ebook 9,90€ cartaceo

Trama: 
Tessa ha trent’anni, è originaria di Lecce, ma vive a Milano, dove lavora come traduttrice e mediatrice culturale in una struttura d’accoglienza, il Paradise Corner. In un giorno di pioggia incontra Brando: è un momento perfetto, romantico, come la scena di un film. Tessa non riesce a smettere di pensarci, ma non ha idea di come contattare quel ragazzo, scomparso senza lasciarle nemmeno un numero di telefono. Nel frattempo, al Paradise Corner arriva Leo: ha un passato pesante alle spalle che ha spinto la sua famiglia a non volerne più sapere di lui. Tessa prova a capirlo, a stargli vicina, si offre persino di accompagnarlo in Puglia perché possa confrontarsi con gli errori commessi. Tra loro a poco a poco si instaura un legame di profonda fiducia. Mentre la mente di Tessa continua a essere occupata dal pensiero costante di Brando, il destino le regala un altro incontro, con un ragazzo dolce e gentile. E Tessa sembra sentirsi finalmente felice. Ma non è sempre facile capire il proprio cuore, soprattutto quando sembra spingerci in direzioni diverse. E scegliere, allora, diventa un obbligo davvero complicato… 

SIMONA GIORGINO è nata in provincia di Lecce nel 1986, è laureata in Traduzione e Interpretariato e insegna Inglese nella scuola secondaria. La passione per la scrittura la accompagna da sempre. Ha esordito, nel 2012, con il romanzo Jeans e cioccolato, seguito poi da Quel ridicolo pensiero. Sei dove batte il cuore è il primo romanzo pubblicato dalla Newton Compton.

Recensione: 
Cercatrici, oggi ritorno a parlarvi di questo libro che avevo letto l'anno scorso in versione self e non mi aveva entusiasmato molto, ed ora esce in una nuova versione editata dalla Newton Compton. 

Anche questa volta sono stata colpita dal titolo e dalla cover, che io trovo sempre entrambi dolcissime, e mi sono immersa subito nella lettura di queste pagine, e in un giorno l'ho terminato. Ho voluto dare una seconda possibilità a questo libro perché a parer mio aveva una bella storia alle spalle e per fortuna non ne sono rimasta delusa, anzi, direi che sono stata piacevolmente colpita.

Il libro parla di Tessa, una ragazza che dalla Puglia si trasferisce a Milano per lavoro e che si ritroverà nel giro di un paio di settimane a vivere una situazione sentimentale tormentata cercando di rimette in gioco il suo cuore dopo la fine della relazione con il suo ex. Nel suo cammino si imbatterà in Brando, incontrato durante un temporale, e sarà attratta da lui fisicamente. Rocco, il ragazzo dell'agenzia che le affitterà l'alloggio la attrarrà per la sua dolcezza e infine c'è Leo, un ragazzo con un passato difficile alle spalle che arriverà nella comunità in cui lei lavora.

Il libro è scritto bene, in prima persona, e questa volta l'autrice è riuscita a creare un legame con Tessa, con la storia e con i personaggi. Le descrizioni leggere delle situazioni e dei luoghi mi hanno catapultata a tratti insieme a loro, a vivere di “antiche sere” in questi posti magici che anche Milano possiede.

L'autrice metterà sempre Tessa a dura prova e in continua discussione con se stessa per farla uscire dal suo torpore sentimentale. I tre ragazzi avranno il loro modo di corteggiarla e piano piano, forse, qualcuno riuscirà a sussurrarle al cuore e a farle abbassare tutte le paure che ha e abbandonarsi finalmente all'amore. E tra tutti e tre i pretendenti, io ho il mio preferito, ed è sempre stato lui, Leo.

L'amore non sono le bugie, l'amore non è l'obbligo di stare per forza con qualcuno, l'amore non è quell'affetto fraterno che si può provare verso una persona, o forse no? Cos'è l'amore per Tessa? Da quanto è confusa sarà davvero complicato dare una risposta a questa domanda.

A volte è dura essere sinceri con noi stessi e con i nostri sentimenti, non riusciamo mai a far chiarezza fino a quando un bel giorno, arriva qualcuno a sbatterci la realtà in faccia e in un attimo, ecco lì la risposta che tanto cercavamo.

“Sai, Tessa, la risposta è proprio là dentro: chiunque sia la persona con cui ti piacerebbe essere in quel dipinto, QUELLA è la persona che vorresti al tuo fianco.”

E la risposta l'ha proprio trovata guardando un dipinto di Leonid Afremov, Il fruscio della pioggia. Sapete, sono andata a cercarlo questo quadro e dopo averlo guardato, osservato, pure io mi sono vista con la scelta della mia vita. Provate a farlo anche voi e poi Cercatrici ditemi se mi sono sbagliata o se sono sempre io la solita romanticona.

Complimenti Simona, sei riuscita a riscattarti ai miei occhi e questo era l'epilogo che mi aspettavo di leggere anche nella versione precedente, quindi grazie.
Alla prossima lettura Cercatrici!

Elena

Nessun commento:

Posta un commento