giovedì 26 luglio 2018

Recensione: Trinity Life di Audrey Carlan

Carissime lettrici oggi vi parliamo di Trinity Life di Audrey Carlan, edito da Newton Compton.

Titolo: Trinity Life
Autore: Audrey Carlan
Editore: Newton
Genere: Contemporaneo
Data di pubblicazione: 26/07/2018
Pagine: 320
Costo: 3,99 (ebook); 9,90 (cartaceo)

Trama:
Maria De La Torre è una sopravvissuta. La sua vita non è stata semplice, ma ha lottato duramente e fatto molti sacrifici. Questa è la sua storia. La vita che ha scelto di vivere. La stessa vita che qualcuno, proveniente dal suo passato, sta cercando di portarle via. Elijah è l’ultimo uomo sulla faccia della terra di cui Maria potrebbe innamorarsi. È un cacciatore di taglie senza scrupoli, oscuro e scostante: l’esatto opposto dell’uomo che lei ha amato e perduto, che avrebbe fatto qualunque cosa per lei. Elijah, però, non è il tipo di persona che accetta un rifiuto. È abituato a prendere ciò che vuole e ha messo gli occhi su quella splendida donna dai capelli color ebano. Ma una nuova minaccia si abbatte su entrambi, qualcosa che Maria non avrebbe mai pensato di dover incontrare ancora. E questa volta c’è in gioco la sua vita.

Recensione: 
Trinity Life riprende la storia proprio da dove l’avevamo lasciata con Maria de la Torre che piange la morte del fidanzato Tommy ad opera dello stalker Danny.
Tommy era stato per Maria un uomo amorevole, comprensivo e protettivo. Ma il loro rapporto non era perfetto. Dopo la morte del suo uomo, Maria si rende conto di non avergli mai detto di amarlo e comincia a chiedersene il motivo. Le morti di Tommy e Danny avrebbero dovuto mettere un punto a quel periodo della sua vita vissuta nella paura e nel dolore, ma così non è. 
Nuove sorprese e pericoli si affacciano nella vita di Maria e delle sue amiche che saranno costrette a trovare ancora una volta la forza di combattere contro la violenza e la pazzia che questo mondo, anzi il genere umano, riserva loro.
Maria è una giovane donna passionale, carismatica, sarcastica, estremamente talentuosa e sincera. Nel momento più brutto della sua vita, incontra Elijah.
Elijah arriva nella vita di Maria come un fulmine a ciel sereno. È il motociclista sexy, l’uomo dal fisico travolgente, dalla bocca ardita e dalle idee chiare. Anche lui soffre per una perdita che in un certo senso li accomuna e, non appena vede Maria nel giorno più triste capisce di essere spacciato.
L’amore spesso arriva al momento sbagliato, nel posto sbagliato, ma quando la persona è quella giusta non esistono attenuanti o scuse che possano impedire al sentimento di fare il suo corso. 

In una situazione perfetta ed in un mondo in cui il male non esiste, Maria ed Elijah probabilmente non sarebbero mai dovuti stare insieme. La stessa attrazione che provano dovrebbe essere sbagliata sia per il momento che per la persona per cui la provano. Ma loro non vivono in quel mondo, anzi. Un uomo pericoloso del passato di Maria, che pensava di essersi messa alle spalle, ritorna più agguerrito che mai, pronto a completare il piano per cui era stato chiuso in prigione cinque anni prima.
In Trinity Life ritornano guardie del corpo, attacchi violenti, ferite e la paura di perdere qualcun altro, ma ritorna anche l’amore. Questa volta quello giusto, quello che brucia nelle vene e nello stomaco, quello che divampa all’improvviso e che dura per sempre.
Maria e le sue amiche sono ancora una volta messe alla prova. La loro amicizia sopravvivrà? Se avete letto i libri precedenti conoscete già la risposta.

“Non lo so, Gigi. Come possiamo essere sicure del disegno divino? Perché noi abbiamo dovuto sopportare tutto questo e altri hanno vite facili senza la benché minima preoccupazione?” Sorride e intreccia le dita alle mie. “Non possiamo esserne sicure. L’unica cosa che possiamo fare è vivere appieno ogni giorno. Dare il meglio di noi stesse a chi amiamo e non dimenticare mai che tutto quello a cui siamo sopravvissute ci rende ciò che siamo oggi, ma non ci definisce. È una lezione che Chase ha cercato di inculcarmi per un’inifinità di tempo.”

Trinity Life è un perfetto mix di suspense ed erotismo. Maria ed Elijah sono dinamite pura insieme. Vi consiglio di leggere questo libro senza pregiudizi o giudizi di ogni sorta. La loro relazione non sarà di certo classica, ma funziona e questo è l’importante. Tommy era un uomo d’oro, e lo dimostrerà anche dopo la morte, così come tutta la sua famiglia. Non vi voglio dire troppo perché non sarebbe giusto e vi rovinerebbe la sorpresa, se così possiamo definirla, ma mi raccomando approcciatevi al libro con mente aperte e senza troppo scetticismo.

Ancora una volta, l’autrice tratta un argomento importante: la violenza sulle donne. Maria ne è stata vittima. Una violenza che non macchia sola la pelle, ma che colpisce anche la mente in modo subdolo e strisciante. Audrey Carlan insegna alle sue lettrici a non aver paura di chiedere aiuto, a non provare vergogna per qualcosa di cui non si ha colpa, ma a reagire e a risollevarsi per cercare quell’amore che non percuote ma che scuote l’anima.
In conclusione, vi consiglio di leggere un libro che descrive in maniera perfetta la passionalità di Maria ed il suo amore per la vita.

Claudia


Nessun commento:

Posta un commento