giovedì 26 luglio 2018

Recensione: Una romantica estate nella casa dei ricordi (Serie i ricordi perduti Vol. #3) Helen Pollard

Care cercatrici, dopo avervi parlato dei primi due capitoli della Serie dei ricordi perduti, adesso è il turno di "Una romantica estate nella casa dei ricordi" di Helen Pollard, edito da Newton Compton. Cosa succederà ancora a La Cour des Roses? Che cosa conbinerà ancora nostra Emmy? venite con me per scoprire qualche indizio.

Titolo: Una romantica estate nella casa dei ricordi
Autore: Helen Pollard
Editore: Newton Compton
Genere: Narrativa
Pagine: 414
Costo ebook:  2,99 cartaceo: 8,41
Data uscita: 12 luglio 2018

Trama:
«Questo libro è un incanto, ti conduce in un posto dove vorresti stare per sempre.»
La piccola locanda che ha fatto innamorare milioni di lettori

Un bel sole estivo, tanto relax, un buon bicchiere di vino e un fidanzato meraviglioso: che cosa si può volere di più? Emmy Jamieson ama la sua nuova vita tra le colline e i girasoli, coccolata dalla bellezza della campagna francese. La Cour des Roses, poi, la locanda costruita in pietra bianca, è una continua fonte di entusiasmo e vivacità, alimentata da Alain, il suo fidanzato dagli occhi color caramello, di cui Emmy è più innamorata che mai. Lei e Alain stanno per sposarsi e le cose non potrebbero andare meglio. Neanche l’uragano scatenato da sua madre in modalità wedding planner può scalfire il suo buonumore. E adesso che tutti i campanelli d’allarme provenienti dalle ex fidanzate di Alain si sono acquietati, Emmy si sente finalmente tranquilla. Del resto, il padrone della pensione e tutti gli ospiti si stanno assicurando che niente possa interferire con la sua felicità. Ma proprio quando il matrimonio è alle porte, un segreto del passato si prepara a sconvolgere tutti i piani. Le idilliache nozze francesi andranno come previsto o Emmy si ritroverà a fuggire di nuovo in Inghilterra con il cuore spezzato?
Nella locanda Cour des Roses questa estate è previsto un sole splendente
«Come in una sorta di incantesimo il lettore viene reso partecipe delle vicende in modo pieno. Le emozioni dei vari personaggi diventano le emozioni di chi legge.»
Libri perduti
«Un romanzo elegante e raffinato, i personaggi sono costruiti sapientemente con una particolare attenzione per quelli secondari. C’è una bellissima ambientazione ricca di colori e profumi che stimolano tantissime immagini.»
Mille splendidi libri
«L’autrice riesce a trascinarti e a farti perdere tra le righe di queste pagine, coinvolgendoti anche emotivamente, sotto tutti i punti di vista.»
Lo scrigno delle letture


Helen Pollard
Scrive sin da quando era bambina e da sempre preferisce le storie dei romanzi alla vita reale. Pensa che la chiave per un libro di successo sia creare buoni personaggi. Le piace tratteggiarli, attraverso la sua scrittura, in un modo ironico e che li renda cari al lettore. Helen è membro della Romantic Novelists’ Association e della Society of Authors. La Newton Compton ha pubblicato La piccola casa dei ricordi perduti e Ritorno alla casa dei ricordi. Una romantica estate nella casa dei ricordi è il terzo capitolo della Serie dei ricordi perduti.

Serie I ricordi perduti
(Le nostre recensioni)
Vol. #1  La piccola casa dei ricordi perduti
Vol. #2  Ritorno alla casa dei ricordi
Vol. #3 Una romantica estate nella casa dei ricordi 

Recensione:
Nel secondo volume della trilogia, abbiamo salutato Emmy e Alain, il suo nuovo fidanzato di zecca per metà inglese e metà francese.
Li ritroviamo un anno dopo.

Raccontato sempre dal pov della protagonista, che ritroviamo sempre più convinta di aver fatto la scelta giusta nel trasferirsi definitivamente in Francia. Ormai ha consolidato la sua posizione, affiancata da Rupert, all'interno del La Cour des Roses. La locanda situata nella valle della Loira, vicinissima alla suggestiva cittadina  francese  "Pierre-la-Fontaine".

In questo terzo libro Emmy non ha solo cambiato il percorso della sua vita ritornando a La Cour des Roses. A cambiare è la stessa Emmy. In realtà  più che cambiata è maturata, si è resa indipendente e intrepida e in grado di svolgere al meglio qualsiasi traguardo si ponga. Ha trovato il suo posto nel mondo, che le dona tutto quello di cui ha sempre sentito di desiderare. Oltre a Alain, il super sexy  e splendido fidanzato innamoratissimo di lei.


«Fai tutto quello che ritieni necessario, Emmy. E se hai bisogno di me, basta che tu me lo dica». Giusto un paio di ragioni per cui lo amavo così tanto: comprensione immediata, gentilezza e compassione.


A meno di 4 settimane al fatidico giorno del loro matrimonio, per Emmy sembra che tutto proceda per il meglio, o quasi. Sua madre si è investita del ruolo di wedding planner, tra le più feroci e fuori controllo. Situazione che si farà via via sempre più pesante e stressante.

A darle un po' di serenità sono le sue tre amiche Sophie, ellie e Katie, oltre Alain, che la sostiene cercando di distrarla il più possibile.

Ma quando tutto sembra organizzato al millesimo e in ogni dettaglio possibile e immaginabili, controllato visto e rivisto, ecco che  il passato viene a bussare e chiede un tributo. Tutto scoppia e precipita, tanto da esserci la seria possibilità, se non la certezza, che il matrimonio possa saltare, lasciando una Emmy col cuore a pezzi.
Ho trovato la lettura un po' più lenta nella prima metà del libro, arricchita forse di troppi dettagli che potrebbero distogliere un po' l'attenzione, ma che a me non hanno infastidito più di tanto.

Ma dopo poco più il 50% della storia, il libro prende un ritmo molto sostenuto che mi ha tenuta inchiodata al kindle fin oltre le 5.00 del mattino.

Mi misi a sedere e cercai di capire se il mio corpo sarebbe riuscito ad assistermi per dieci minuti e a consentirmi di fingere che andasse tutto bene, almeno date le circostanze. Be’, avrebbe dovuto farlo.

L'autrice riconferma il suo stile leggero e frizzante.
Ci fa assaporare i colori i sapori e le fragranze della terra francese. Un viaggio tra i profumi della natura, i cibi, i vini, i caffè, le patisserie. Ci fa  ingolosire di ogni ben di Dio, che la terra francese produce, offre e custodisce.

“Non fare la stupida, Emmy. È stato un grandissimo shock, tutto qua. Ha bisogno di tempo. Anche tu hai bisogno di tempo. Stiamo per sposarci. E ciò significa sostenersi a vicenda. Le coppie sposate incappano di continuo in qualche piccolo intoppo”.


Una storia che è una vera esperienza sensoriale, ambientata in questa terra straordinaria e incantevole.
Come andrà a finire la storia d'amore tra Emmy e Alain? Coroneranno infine il loro sogno d'amore?
Questo lo lascio scoprire a voi. 
Non mi resta che salutarvi e fiondarmi su quel piattino pieno di macaron, così  friabile e colorati, che sono una festa per gli occhi e una goduria per il palato.
Au revoir à la prochaine

Virgy


Nessun commento:

Posta un commento