lunedì 2 luglio 2018

Recensione: Volevo vendere sogni di Annalisa Baldinelli

Oggi vi parliamo del libro di Annalisa Baldinelli, Volevo vendere sogni edito da Bertoni editore.

Titolo: Volevo vendere sogni
Autore:  Annalisa Baldinelli
Editore: Bertoni editore
Pagine: 132
Costo cartaceo 15.00€

Trama:    
Solo chi ha avuto a che fare con il 'pubblico', quell'interminabile flusso di vacanzieri che ogni anno puntualmente varca la soglia dell'agenzia di viaggi, invadendola e spesso 'occupandola' tra indecisioni e richieste imprevedibili, per prenotare la propria vacanza, può comprendere a fondo il significato del detto che afferma: 'Il mondo è bello perché è vario!'. Tutti invece tra una risata e un momento di riflessione possiamo riconoscerci nei nostri comportamenti quando vestiamo i panni del cliente, perché almeno una volta nella vita siamo stati clienti. Mi chiamo Annalisa, ho 35 anni e ho passato quasi dieci anni lavorando nel mondo del turismo. In queste pagine raccolgo alcuni tra gli episodi più significativi e le tante esperienze che ho vissuto, da chi vuole a tutti i costi il viaggio strepitoso al prezzo più vantaggioso, alla luna di miele più originale, a chi decide di portare con sé familiari, amici e anche Fido, a chi approfitta dei propri viaggi d'affari per vivere la sua 'doppia vita'. Un diario di esperienze divertenti, autentiche e vissute in prima persona, nel quale ognuno può ritrovare comportamenti 'tipici' della società attuale." (L'autrice)

Recensione:
Bentornati lettori oggi vi parlo del libro di Annalisa Baldinelli, Volevo vendere sogni, che ci racconta la sua esperienza lavorativa e di vita  come banconista in un' agenzia viaggi.
Certo per noi viaggiatori quello che si cela dietro un viaggio e la sua organizzazione da parte degli agenti, non potremo mai saperlo. 
Annalisa non vende semplicemente biglietti aerei e viaggi, ma veri e propri sogni ai clienti  e con loro ci vuole veramente anche tanta pazienza, il suo lavoro sembra qualcosa di veramente bello, ma dopo aver letto queste pagine la mia prospettiva è leggermente cambiata.
Il rapporto con il cliente non è sempre facile perché quando il cliente paga pretende anche il meglio, anche se a volte è impossibile assecondare tutte le richieste, ma in questo romanzo con Annalisa e con il suo  proverbiale dono della pazienza tutto può diventare reale. 
L'esperienza lavorativa  che Annalisa compie fino alla fine è un agglomerato di esperienza soprattutto a livello umano, ma anche visivo. 
Un libro leggero, da leggere in pieno relax, tra aneddoti di clienti, tra colleghi, un messaggio subliminale lo lascia… ma sta a voi scoprirlo. Mi raccomando sedetevi, armatevi di un po’ di pazienza, un pizzico di fantasia, senza pretese, cercate di immedesimarvi, e poi potete partire per il viaggio dei vostri sogni. Un viaggio che comunque, come dice Annalisa nella trama, vi porterà a riscoprire i comportamenti tipici della società attuale.
Aurelia

Nessun commento:

Posta un commento