mercoledì 18 luglio 2018

Review Party: Dammi mille baci di Tillie Cole

Carissime Cercatrici, oggi vi parlo di un libro assolutamente imperdibile e devastante: Dammi mille baci di Tillie Cole edito da Always Publishing.

Titolo: Dammi mille baci
Autore: Tillie Cole
Editore: Always publishing
Data d'uscita:  21 Giugno 2018
Prezzo: 13,90 € ed. cartacea - 5,99 € ed. digitale
Pagine: 304

Sinossi
Un ragazzo. Una ragazza. 
Un legame creato in un istante e custodito per un decennio. 
Un amicizia che né il tempo né la distanza possono spezzare. 
Un amore che durerà oltre il destino.
Poppy Litchfield ha solo nove anni quando si lancia nell’avventura più grande della sua vita, collezionare mille baci capaci di farle scoppiare il cuore. Il suo vicino di casa e migliore amico è il perfetto compagno per quest’avventura.
Poppy ha tutto quello che potrebbe desiderare: gioia, risate, baci da togliere il fiato, e il vero amore. 
Ma crescere è difficile e l’amore può non essere in grado di superare tutti gli ostacoli... 
Quando il diciassettenne Rune Kristiansen torna nella tranquilla cittadina della Georgia in cui ha abitato da bambino, ha in mente solo una cosa. 
Scoprire il motivo che ha spinto la sua inseparabile amica d’infanzia a escluderlo dalla sua vita senza una parola di spiegazione. 
Ma il suo cuore potrebbe rompersi di nuovo... 

Un bacio dura un attimo.
Ma mille baci possono durare un’eternità.


Recensione:

“Bacio 1.
Con il mio Rune nel frutteto.
Il mio cuore è quasi scoppiato.”



Avevo puntato questo romanzo secoli fa, attratta dalla cover e dal titolo, mi avevano sempre ispirata a prescindere da quello scritto nella sinossi e dalle varie recensioni che neppure avevo letto. Mi capita spesso di avere un colpo di fulmine a prescindere da tutto e quindi appena la Always Publishing ha pubblicato il romanzo in italiano mi ci sono fiondata letteralmente nel vero senso della parola.
Il mio unico grande rimpianto è stato quello di non essere riuscita a leggerlo prima del Rare per poter piangere e riempire di complimenti Tillie Cole perché vi garantisco che questo libro ha superato qualsiasi altra lettura precedente sui medesimi temi. 
Non credo di aver mai pianto tanto con un romanzo, un pianto continuo che mi ha accompagnato dall'inizio alla fine del libro, un pianto che non è stato solo di tristezza e dolore, ma ha praticamente assunto tutte le possibili sfumature delle emozioni a partire da lacrime iniziali di tenerezza per questo bambino sradicato dalla sua città che incontrerà una piccola Pollyanna che somiglia un pò a Pippi calzelunghe.
Sono due destini che si incontrano, due anime gemelle che si riconoscono nell'istante stesso in cui si parlano per la prima volta, perché Rune e Poppy sono due anime affini destinate a stare insieme sempre e per sempre.
La scrittura della Cole è al tempo stesso semplice e poetica, a tratti struggente di immagini e colori, e  a tratti si arricchisce di significati così importanti e profondi da rendere questo young adult una perla rara e unica che potrà conquistare anche un pubblico più adulto. 

Perché dobbiamo aspettare fino a che non c’è più tempo per incominciare a realizzare tutti i nostri sogni, quando prima avevamo tutto il tempo del mondo? Perché non guardiamo le persone che amiamo come se fosse l’ultima volta che le vedremo mai? Se lo facessimo, la vita sarebbe così vibrante. La vita sarebbe così vera e vissuta appieno

Nonostante il dolore profondo in alcuni punti, riesce a farti cogliere l'importanza di vivere l'attimo e di guardare il mondo e le cose che capitano da un'altra prospettiva e soprattutto con un luce più positiva, anche quando la vita ci mette di fronte a situazioni che non hanno via d'uscita, quando piangere, urlare non sono soluzioni perché non ci aiuteranno a risolvere il problema... perché la vita è spesso crudele, insensibile e meschina e ci strappa via gli affetti, l'amore.

E' dura da raccontare non tanto per non fare spoiler ma soprattutto perché nessuna mia parola riuscirà mai a rendervi l'idea di quanto sia dolcemente amaro questo libro, di quante lacrime ho versato e di quante ne sto versando anche ora solo a ripensare a Rune e Poppy e al loro grandissimo amore.

L'ottocentodiciannovesimo bacio fu quello che cambiò tutto. Quel bacio fu la prova che un cupo ragazzo norvegese coi capelli lunghi e un'eccentrica ragazza del profondo Sud potevano provare un amore che rivaleggiasse coi grandi. Dimostrava che l'amore era semplicemente la tenacia di assicurarsi che l'altra metà del tuo cuore sapesse che lui, o lei, fosse adorato in ogni modo possibile. Ogni minuto di ogni giorno. Quell'amore era tenerezza nella sua forma più pura.

La Cole mi ha trascinato dentro nel romanzo con un'intensità devastante, mi ci ha trascinato prima con la dolce innocenza di due bambini, poi con la tenerezza del primo amore tra due anime gemelle, e poi è stata rabbia, dolore, devastazione, tristezza, sconforto... non so più neppure dirvi quante emozioni mi sono strisciate sulla pelle, praticamente ogni riga, ogni parola era una nuova lacrima che nasceva.

«Forse noi siamo come i fiori di ciliegio, Rune. Come le stelle cadenti. Forse ci siamo amati troppo e siamo troppo giovani e l’amore ci ha fatto brillare così intensamente che ora dobbiamo spegnerci»

E' uno di quei romanzi che mi ha fatto scoppiare il cuore a tal punto che nonostante il pianto durato anche ore dopo la chiusura del romanzo, tornerei di nuovo a rileggere per gli insegnamenti e la forza d'animo insita nelle sue pagine.
Mi chiedevo, pagina dopo pagina, quanto fosse stata brava la Cole per arrivarmi dritta al cuore e farmi vibrare di emozioni e arrivata alla parte finale dei ringraziamenti ho capito anche perché questo libro arriva con tale potenza. L'autrice ha romanzato una storia ma ci ha infilato il suo bagaglio di esperienze, il suo vissuto ed è questo che ha fatto la differenza, i libri più sentiti e più veri sono quelli in cui un autore riesce a incanalare quello che conosce e ha esperito.
Rune e Poppy resteranno entrambi nel mio cuore, uno perché la forza del suo amore e della sua sofferenza mi hanno intenerito e mi hanno fatto soffrire, riuscendo perfettamente a immedesimarmi nel suo comportamento. 



«Poppymin! Significa la mia Poppy. All’infinito, sempre e per sempre. Tu sei la MIA Poppy!»

E poi Poppy con il suo modo di essere e di vivere, una piccola donna con uno sguardo che va oltre se stessa, uno sguardo che sa cogliere quanto c'è di bello nella vita in ogni più piccolo istante.

Il loro amore è unico, intenso, invincibile e straziante. Dopo questa lettura assolutamente indimenticabile, vi dico che anche io vorrei un barattolo dove custodire i mille baci più belli della mia vita, quelli che un giorno potrò ricordare con emozione.
Se un libro dopo giorni mi fa piangere anche mentre scrivo queste poche righe che non gli rendono giustizia assolutamente, allora questo è uno di quei romanzi che almeno una volta nella vita tutti dovrebbero leggere perché dà delle emozioni e degli insegnamenti indimenticabili.

Complimenti a Tillie Cole! E come dicono sempre nel libro «Ricorda, raggi di luna nei cuori e sole splendente nei sorrisi...»

Fabiana



Nessun commento:

Posta un commento