sabato 4 agosto 2018

Recensione: Lost. Per colpa di un bacio (Liar Liar Series Vol. 1) di Tania Paxia

Cari lettori, Aurelia oggi ciu parla del nuovo romanzo di Tania Paxia: Lost. Per colpa di un bacio. Primo libro della Liar Liar Series, edito da Newton Compton.

Titolo: Lost. Per colpa di un bacio (Liar Liar Series Vol. 1)
Autore: Tania Paxia
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 16 Luglio 2018
Costo ebook: 0.99 €
Genere: Romance musicale
Pagine: 263

Trama:
Franklyn Reeves (detta Frankie) è cresciuta tra il negozio di musica di sua madre e il laboratorio di suo nonno, proprietario della Reeves Guitars. Dopo la sua morte improvvisa, Frankie parte per un viaggio alla ricerca di se stessa… e di suo padre, seguendo una lista che la porta di città in città, fino a New York. Qui incontra Jayden Maynard il chitarrista blues più giovane e affascinante d'America. All'inizio la guarda con sufficienza scambiandola per una punk, ma dopo averla sentita suonare e dopo aver saputo il suo cognome le commissiona una chitarra e fa di tutto per averla nel suo gruppo. Poi un bacio cambia tutto. Un bacio che però non c'è mai stato. Non per Jayden, almeno… 

Biografia:
Tania Paxia 
Vive in provincia di Livorno. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza di Pisa, ma la sua grande passione è scrivere. La Newton Compton ha pubblicato Le strane logiche dell’amore, un grande successo sul web, Ti amo ma non lo sai, Ti amo già da un po' e Prima che arrivassi tu

Recensione: 
Ho appena finito di leggere romanzo è devo dire che lo scossone che mi ha lasciato nell'ultima parte è tanto. 
Lost, per colpa di un bacio, parte in modo lento, elemento che ho riscontrato nei romanzi scritti da Tania fino ad ora. In questo caso Lost ha la stessa caratteristica, come una musica che parte lenta per proseguire in un crescendo di note, per terminare nel gran finale, quei finali che lasciano senza fiato, con il cuore che galoppa da sensazioni contrastanti. 
Franklyn Reeves detta Frankie è cresciuta tra chitarre e musica, la sua vita era composta da sua madre e suo nonno, noto liutaio che costruiva chitarre, dopo la sua morte, e la chiusura della famosa azienda la Reeves guitar, tutto ciò che le gira intorno non le sta bene, cosi parte alla volta di New York alla ricerca di se stessa, e con una lista in mano dei possibili padri, si avete capito! Purtroppo la nostra ragazza è cresciuta senza un padre, lei suo padre non ha mai saputo chi sia. 
Ad un provino come seconda chitarra, Frankie suona la chitarra in modo fantastico, incontra Jayden Maynard, famoso musicista blues e noto sciupa femmine, che la scambia per una punk, certo il modo di acconciarsi di Frankie è d'effetto, diciamo cosi, se poi si pensa al colore dei suoi capelli… questo dovrete scoprirlo voi... Insomma, Frankie per quanto punk suona in modo incredibile, il provino non lo supera, ma Jayden ne rimane folgorato tanto da volerla nel suo gruppo, con l'aggiunta che la nostra originale ragazza gli deve costruire una chitarra che rispecchi ciò che il blues-man famosissimo chiede, era o no la nipote di Frankie Reeves, liutaio famoso? Insomma galeotta la chitarra da costruire , tra Frankie e Jayden un bacio li avvicina e li allontana allo stesso tempo. 

Ci sarebbe tantissimo di cui parlare, ma come al solito non dirò altro! Lo so sono cattiva ; ) 
Posso parlarvi semplicemente delle mie impressioni, delle sensazioni che ho provato leggendo Lost. 
Come dicevo all'inizio della recensione, il romanzo parte con lentezza, ma io, che non demordo mai, ho continuato, andando avanti la storia inizia a prendere forma e spessore, creando interesse e curiosità. Andando avanti mi sono incuriosita sempre più, a partire dal fatto che nulla è scontato, non sai cosa aspettarti, ci sono tanti elementi da apprendere, situazioni da vivere con i vari personaggi che incontriamo attraverso queste pagine. 

I personaggi principali posso dire di averli apprezzati dall'inizio alla fine, l'unico pov che leggiamo è quello di Frankie, i dialoghi tra lei e Maynard sono qualcosa che alternano simpatia e dolcezza, complicità, silenzi e sguardi, ma purtroppo le cose belle non sempre sono per sempre... 

Per me quella, però, non era la prima difficoltà, ma l’ennesima grande delusione. Ma come si supera una delusione se a deluderti sono state le persone a cui vuoi bene e sulle quali dovresti poter sempre contare?

Per Frankie purtroppo arriverà il momento della verità, quella che pensava non sarebbe mai arrivato…

Cosa dovevo fare? Sedermi sul divano in attesa oppure correre fuori da quella porta verso un futuro incerto?

Mi congratulo con Tania per la terminologia tecnica, ricercata e precisa con cui parla delle chitarre, della musica, concerti, lancio album. Pochi se non nulla i momenti in cui non ero d'accordo, ma ragazze un romanzo è anche questo: trovare pareri diversi, modi di fare, aspetti caratteriali che sono diversi da come la pensiamo, una cosa è certa: ho tifato per Frakie e Jayden fino alla fine! Aspettando di leggere il prossimo romanzo mi congratulo con Tania! 

Aurelia

Nessun commento:

Posta un commento