mercoledì 16 maggio 2018

Recensione: Innamorarsi è la parte più facile di Andy Jones

Care lettrici, oggi Rossella vi parlerà di Innamorarsi è la parte più facile… ciò che conta è quello che succede dopo! scritto da Andy Jones, edito da Newton Compton.
Un libro che, nel corso della lettura, l'ha piacevolmente stupita perché non immaginava che un uomo potesse scrivere un romance (seppure atipico) così emozionante.


Titolo: Innamorarsi è la parte più facile…ciò che conta è quello che succede dopo!
Autore: Andy Jones
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Romance
Data di uscita: 10 maggio 2018
Pagine: 377
Costo: 1.99 euro Ebook Copertina rigida 10.00 euro

Trama:
«Scritto divinamente e incredibilmente romantico!» Daily Mail

Innamorarsi è la parte più facile... ciò che conta è quello che succede dopo!
L’amore è ricco di sfumature. Ognuno può dargli un significato diverso… Qualcuno dice che è tutta questione di chimica. E forse è persino vero. È qualcosa che scatta a livello molecolare… Oppure genetico. Non che importi davvero. Ciò che conta invece è quello che succede dopo che ci si è innamorati. Fisher e Ivy stanno insieme da appena diciannove giorni. Sono nella fase di entusiasmo iniziale, una sorta di luna di miele in cui non fanno altro che pensarsi, cercarsi, coccolarsi. Ogni particolare della loro vita è filtrato attraverso le lenti rosa dell’amore e il fatto che abbiano avuto pochissimo tempo per conoscersi è un dettaglio minimo... O almeno ne sono convinti. Nel corso di dodici mesi, durante i quali le loro vite sono destinate a cambiare per sempre, Fisher e Ivy affronteranno le sfide della vita di tutti i giorni, che richiedono impegno e responsabilità. Quando Ivy scoprirà di aspettare un bambino, sarà chiaro a entrambi che innamorarsi è un discorso, ma costruire insieme con convinzione il futuro è tutta un’altra storia.

Chiunque può innamorarsi
Non tutti sanno amare
Un autore tradotto in 12 lingue

«Emozionante e intelligente, con un intreccio ben strutturato e protagonisti straordinariamente credibili. Si fa amare.»
Daily Mail

«Un’appassionante commedia romantica sulle moderne relazioni sentimentali.»
Publishers Weekly

«L’esordio di questo autore è una favola moderna ipnotizzante. Divertente e profonda, raccomandata.»
Library Journal

«Chi tra noi non è stato stupido e ingenuo in amore? Gli amanti della commedia romantica adoreranno il personaggio di Fisher, specialmente dopo il finale, grandioso e commovente.»
Booklist

Chi è Andy Jones?
Vive a Londra con sua moglie e le loro bambine. Durante il giorno lavora in un’agenzia pubblicitaria ma durante il weekend e a ore improponibili del mattino scrive. È autore di tre bestseller, ma ha scritto anche una raccolta di racconti e due libri illustrati per ragazzi. I suoi romanzi sono tradotti in 12 lingue.

Pagina Facebook autore

Recensione
L’ho definito un romance atipico perché i protagonisti sono due persone assolutamente normali che, dopo aver vissuto un colpo di fulmine che ha letteralmente stravolto le loro vite, ora devono imparare a conoscersi perché, come dice il titolo stesso “Innamorarsi è la parte più facile… ciò che conta è quello che succede dopo!”
Dopo l’innamoramento arrivano infatti i problemi legati alla quotidianità, al vivere insieme, all’inserimento nelle famiglie di origine e, nel caso specifico di questo libro, anche i problemi relativi a notizie inaspettate.
Ma conosciamo un po’ i protagonisti di questa storia.
William Fisher è un regista di pubblicità che, durante un lavoro conosce Ivy, una truccatrice che fin da subito gli fa battere il cuore nonostante le sue imperfezioni e tra di loro scatta subito una passione irrefrenabile! I primi giorni della loro storia li passano praticamente sempre in casa a dare sfogo alla loro passione finché una notizia inaspettata metterà fortemente alla prova il loro amore appena nato.
A fare da contorno alla loro storia c’è Londra e ci saranno le loro famiglie e i loro amici più cari! Tra questi un posto speciale nel mio cuore lo ha conquistato El, un amico di infanzia di William affetto purtroppo da una brutta malattia degenerativa, che vi strapperà qualche sorriso ma anche qualche lacrimuccia!
I protagonisti di questo libro impariamo a conoscerli piano piano, pagina dopo pagina, seguendo il percorso della loro stessa conoscenza…conoscenza che ci accompagnerà fino all’ultima riga del libro, quando William e Ivy dovranno prendere una decisione su quello che sarà il loro futuro insieme.
Questo libro è tutto descritto secondo il Pov di William e, considerando che l’autore è un uomo, è la scelta migliore perché il personaggio è reso benissimo. Se c’è una pecca da trovare, è che c’è un minore approfondimento del personaggio di Ivy… ma, nella totalità del racconto si può sorvolare su questa cosa anche perché, nel corso del libro, Ivy impariamo comunque a conoscerla in maniera abbastanza approfondita, anche nelle sue emozioni.
Un pregio dell’autore è che ha strutturato il libro in maniera tale da tenerti incollata fino all’ultima parola. Questo libro infatti l’ho praticamente divorato, leggendolo in ogni momento libero perché non sapevo mai cosa aspettarmi e ogni volta che mi facevo un’idea su come potesse poi procedere la storia, puntualmente rimanevo spiazzata.
Nonostante il Pov maschile e nonostante sia scritto da un uomo, il libro è veramente emozionante e coinvolgente e in alcuni momenti è anche commovente, per cui (se siete di lacrima facile come me) tenete accanto un fazzolettino e di questo bisogna veramente rendere merito all’autore che è riuscito nell’intento di farci empatizzare con i personaggi di questa bellissima storia.
Il mio consiglio è assolutamente quello di leggerlo questo libro, perché se è bello immergersi nel romance da sogno, è altrettanto bello ogni tanto leggere un romanzo che, con un pizzico di ironia e tanto sentimento, ci parla in maniera realistica dell’amore e di un rapporto di coppia che prende vita tra due persone che potrebbero tranquillamente essere vere.

Come ci siamo conosciuti è un fatto relativo: non si chiede com’è che è iniziato a piovere, si apprezza l’arcobaleno e basta!
Quel che conta è che ci siamo conosciuti e soprattutto cosa è accaduto dopo.”

Rossella



Nessun commento:

Posta un commento