mercoledì 16 maggio 2018

Recensione: The young boss: Revenge di Leda Moore

Carissime lettrici oggi vi parliamo del nuovo romanzo di Leda Moore “The young boss: Revenge” uscito in self publishing il 01 aprile.

Titolo: The young boss: Revenge
Autore: Leda Moore
Editore: Self Publishing
Genere: Mafia Romance
Pagine: 490
Costo: 2,99€ ebook gratis in KU 13,82€ copertina flessibile

Trama: 
Romanzo auto-conclusivo.

Angelo Cook, per la prima volta nella sua vita, sperimenta un sentimento mai provato per se stesso: amore. Ma il destino a volte è crudele perché la ragazza che lo ha sconvolto è l’unica di cui non si sarebbe mai dovuto innamorare.
Lei è Giorgia, una giovane sensibile, il cui unico desiderio è quello di scappare lontano dalla sua terra e soprattutto dal padre che odia profondamente. Figlia di un potente boss della mafia Catanese, insieme alla sua migliore amica, decide di andare a studiare a Siena; ma l’estate prima di partire incontra un ragazzo che sin dal primo istante la lascia senza fiato per la rude bellezza e il suo carisma. Lui è il figlio illegittimo di Giovanni Caruso, nemico giurato dei Barone, nato da una relazione extraconiugale con un’americana. La passione fra i due ragazzi, nonostante la rivalità fra le famiglie, è incandescente ma Angelo, soprannominato da tutti lo straniero, finirà per ferire Giorgia in modo spietato, riversando su di lei tutto il risentimento e l’odio che prova per se stesso.
L’amore della giovane donna sarà abbastanza forte da superare anche i dolori e le ferite che lacerano la sua anima?

Recensione:
Avevo già letto altre opere di Leda Moore e mi erano piaciute, ma con questo nuovo romanzo ha fatto breccia nel mio cuore! Ho fatto nottata per finirlo, letteralmente divorato in due giorni. E stiamo parlando di ben 490 pagine.

Attirata subito dalla cover, mi sono precipitata a leggere la trama, e mi sono un attimo bloccata, ops... odio, mafia, risentimenti, vendetta, una trama articolata dalle sfumature un pò dark. E l' Amore?! Lo sapete Cercatrici che per me non deve mancare, deve essere parte integrante di un libro. E' bastata una sola frase della trama per capire che forse lo avrei trovato. Mi son detta “bando alla ciance” e mi sono immersa nella lettura.

Tutto iniziò in Sicilia cinque anni prima e per un tragico evento Giorgia, che ora si era trasferita con la sua migliore amica a Siena e ricostruita una vita con Tony, un poliziotto, sarebbe dovuta rientrare al paesello e fare i conti con il passato. Erano trascorsi cinque lunghi anni da quel giorno, ma lei non aveva mai dimenticato..

“Ci avevo provato e riprovato e alle volte avevo anche creduto di esserci riuscita, grazie alla vicinanza di Tony, ma poi... bastava poco per farmelo tornare in mente, dandogli la libertà di disturbarmi e di distruggermi. Era come un veleno che però non uccideva, si insinuava e manovrava la mia psiche in una perenne tortura che poteva portarmi solo alla follia.”

Ma chi o cosa voleva lasciarsi alle spalle Giorgia?!

LUI. Angelo Cook, l'angelo che si era tramutato in diavolo. Lo straniero, The young boss, l'uomo che aveva scelto il potere invece che l'amore. Un uomo spietato, cattivo nell'anima, un uomo con la scritta REVENGE tatuata sul suo corpo, un uomo che sprizza odio da tutti i pori e che desidera solo la vendetta!

“Verrò a prenderti e non avrai più scampo... una minaccia senza voce, ma carica di vendetta”

Ma perchè Angelo ce l'ha così tanto con Giorgia?! Perché è così rancoroso nei suoi confronti?!

Giorgia dovrà fare i conti con la sua vita, con le persone, le situazioni e le paure che dovrà affrontare lungo il suo percorso. Verrà spezzata, cadrà e si rialzerà. O almeno ci proverà fino a quando verrà messa anche davanti a una scelta. Tony, sempre così protettivo e amorevole nei suoi riguardi, era stato il suo salvatore, forse la scelta più sicura... e poi Angelo, il suo distruttore, il suo tormento che anche con il tempo, non passava mai.

Una storia piene di intrighi, segreti e passione. Una storia di tormenti, rappresaglie, gelosie e di perdono. Perdono anche verso se stessi, perché a volte siamo proprio noi che con le nostre stesse mani distruggiamo ciò che abbiamo raggiunto con tanta fatica. Un romanzo che mi ha coinvolto talmente tanto da non riuscire a staccarmi, dovevo assolutamente sapere cosa sarebbe successo dopo, pagina dopo pagina.

E' stato un susseguirsi di emozioni contrastanti tra loro che mi hanno fatto amare questo libro. Non è mai come sembra, si vive tutto sul filo del rasoio, e mi è decisamente piaciuto provare questa adrenalina nella lettura.

Un libro che è raccontato in prima persona da Giorgia, e a volte con il pov maschile, vi farà catapultare direttamente in contatto con la storia e i personaggi, vi ritroverete anche a soffrire con loro, talmente la storia vi entrerà dentro. Perché forse non sono quello che dicono di essere realmente, forse nel loro passato c'è qualcosa ancora più grande di loro e forse non tutto viene sempre per nuocere.

“In fondo questo era la vita: un semplice raggio di sole che illuminava la tua strada. A volte spariva fra le nuvole, si nascondeva fra le tempeste, ma poi riappariva più accecante che mai e ti restituiva la voglia di andare avanti..”

Quindi grazie Leda per questo libro, mi hai fatto innamorare di ogni singola parola e ora non mi resta che aspettare per leggere di... Tu sai a chi mi riferisco... ;-) perché è in programma vero?!

Cercatrici non fatevi scappare Giorgia e Angelo, e non fermatevi alle apparenze di quello che il genere del libro possa rappresentare, nasconde molto altro.

Alla prossima lettura!!

Elena Bellini

Nessun commento:

Posta un commento