martedì 17 luglio 2018

Recensione: International guy. Parigi, New York, Copenaghen:1 di Audrey Carlan

Carissime lettrici oggi vi parliamo della raccolta dei primi tre volumi della nuova serie di Audrey Carlan: International guy. Parigi, New York, Copenaghen, riuscirà l’autrice a bissare il contestato successo di Calendar Girl? Vediamo di cosa parla questo romanzo.

Titolo: International guy. Parigi, New York, Copenaghen:1
Autore: Audrey Carlan
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 17 luglio 2018
Genere: Narrativa erotica
Pagine: 392
Costo: 7,99 € e-book, 12,66 € copertina flessibile

Trama:
Parker Ellis ha un dono: capisce davvero noi donne. Ci adora tutte, alte magre grasse, giovani e non, in ognuna di noi vede qualcosa di unico e speciale. Per questo ha fondato la International Guy, per esaudire i nostri sogni. Qualsiasi cosa desideriamo dalla vita lui la renderà realtà. Nessuna richiesta è troppo esigente o troppo strana. Per il giusto prezzo tutto è possibile. Per questo Ellis si definisce Dream Maker, il creatore di sogni, dei nostri sogni. A lavorare con Parker c'è Bo, il Love Maker, l'uomo dell'amore. La sua bravura nel corteggiare le donne è senza pari. Se una di noi ha bisogno di trovare l'amore, di potenziare il sex appeal, se ci serve un accompagnatore affascinante per far colpo su qualcuno o per concludere un affare lui è il nostro uomo. Bo è un camaleonte: può essere qualunque cosa ci serva. E poi c'è Royce, il Money Maker, l'uomo dei soldi. Trasforma in oro tutto quello che tocca. Se hai problemi di soldi, preoccupazioni relative all'andamento della tua attività, è lui quello che può fare la differenza. E se fossi confusa su quello che vuoi davvero? Nessun problema. La International Guy è capace di tirarti fuori i desideri più nascosti, di capire veramente cosa ti muove, il bisogno reale dietro qualsiasi tua richiesta. E se quello che davvero ti serve è semplicemente una notte di passione con un uomo senza inibizioni? Ancora una volta nessun problema...

Chi è Audrey Carlan?
Autrice bestseller per le testate New York Times, USA Today, e Wall Street Journal, Audrey Carlan vive nella California Valley con il marito e due figli. In Italia ha pubblicato con Mondadori la serie Calendar Girl.

Recensione:
Avete un problema qualsiasi? Avete un animo da vamp nascosto sotto un vestito banale e delle scarpe senza tacco? Avete perso la vostra ispirazione nella vita privata e sul lavoro? Non sapere come amministrare la vostro fortuna?

Nessun problema, da oggi esiste la soluzione a tutto… anzi sono tre le soluzioni: i mitici “ragazzi” dell’International guy! Basta avere un portafogli ben fornito e dream maker, love maker e money maker saranno disponibili ad attraversare mezzo mondo per far emergere la sirena che si è assopita, risvegliare la vostra musa interiore e farvi diventare delle vere manager di successo! E non sono solo bellissimi, super affascinanti, dotati, sensibili ed intelligenti ma hanno anche un profondo amore e rispetto per il mondo femminile. Cosa chiedere di più?

“Indipendentemente da quello che pensavi all’inizio o da quello che avevo in mente quando vi ho chiamati, Parker, le cose evolvono. Mi hai dato molto di più che fiducia in me stessa e strumenti necessari per guidare la mia azienda. Voi tre mi avete cambiata. Avete fatto di me una donna nuova. Una donna di cui essere fiera.”

Devo dire che l’idea di base della Carlan è frizzante e decisamente interessante con tre protagonisti che risultano spiritosi oltre che indubbiamente seducenti.

In questi primi 3 volumi il protagonista indiscusso è Parker, il dream maker, colui che è in grado di scoprire i segreti dell’animo femminile e di far letteralmente sbocciare una donna conducendola con i suoi leit motiv a reimpossessarsi della propria vita.

“Ma chérie, sei perfetta. Con affetto, io”
“Pesca, vivi la tua verità. Con amore, io”
“Il futuro è nelle tue mani. Con affetto, io”

Bo e Royce rimangono invece un po’ in disparte, in secondo piano, anche se sono convinta che i prossimi episodi ci permetteranno di scoprirli meglio in tutto il loro fascino e le loro potenzialità che non vedono l’ora di mettere al servizio del mondo femminile.

Una narrazione scorrevole, una storia accattivante, dei protagonisti che farebbero sognare ogni donna ed il miraggio dell’amore con la A maiuscola sono i punti di forza di questo libro. Ho invece avuto dei dubbi su quello che dovrebbe essere la componente erotica dei diversi episodi ovvero il marchio di fabbrica della Carlan. Le frequenti scene di sesso non mi hanno trascinata né ammaliata, le ho trovate prive di seduzione ed erotismo e quindi mi hanno delusa perché mi sono apparse come mere descrizioni prive di pathos e coinvolgimento.

In ogni caso non posso che consigliare questo nuovo libro a tutte le lettrici che si erano già appassionate a Calendar girl: sono sicura che i ragazzi dell’International guy sapranno come intrattenervi in questa estate bollente... ovunque voi siate!

Elena

Nessun commento:

Posta un commento