martedì 24 luglio 2018

Review Party KNIGHT. Il duetto rubato 2 di B.B. Reid

Oggi ospitiamo il Review Party del tanto atteso "KNIGHT" il seguito di Bandit che avevo già recensito per voi, questo è il secondo volume della duologia Il duetto rubato di B.B. Reid, portato in Italia grazie alla casa editrice Always Publishing,
In uscita oggi in formato ebook, per il cartaceo dovremo aspettare il 26 luglio 2018.

Titolo: KNIGHT
Autore: B.B. Reid
Editore:Always Publishing
Pagine: 270
Costo eBook €. 5,99  Cartaceo €. 11,82
Genere: Dark Romance
Uscita: Ebook il 24 luglio - Cartaceo il 26 luglio 2018

Trama:
Un segreto svelato.
Una vendetta consumata.
Una guerra alle porte.

Mian Ross ha fatto di tutto per proteggere suo figlio, scontrandosi con segreti a lungo celati, arrivando a scoprire la profondità delle tenebre dell’uomo che, prima di occupare i suoi incubi, aveva per lungo tempo occupato il suo cuore. 
Ma ora Mian non teme più Angel Knight.

Insieme non hanno trovato una favola, hanno trovato una guerra.

Per Angel il potere e la sete di vendetta si sono rivelati alleati inutili. Quale sarà la prossima mossa del Sesto Cavaliere? 
È disposto ad annientare ogni suo nemico, ad abbandonare il suo trono, a mettere a rischio la sua stessa vita pur di proteggere la sua ossessione. 
Ma alcuni tradimenti non posso trovare perdono. 

Bandit vi ha lasciato col fiato sospeso con le sue domande, Knight ve lo ruberà con le sue rivelazioni. 

Duologia il Il duetto rubato

(le nostre recensioni)
Vol. #1 Bandit uscito il 26/04/18
Vol. #2 Knight 

Recensione:
Tre anni prima, mi sarei beato della sua paura, perché era tutto quello che avrei potuto avere. Ma adesso non era tre anni prima, e lei non era più proibita. Lei era mia. Perché potessi averla, tenerla, rovinarla

Dallo sconvolgente colpo di scena finale di Bandit che mi aveva lasciato a bocca aperta, non ho aspettato altro che poter avere tra le mani Knight, sperando di non dover attendere mesi e mesi, ma grazie alla Always, una casa editrice in cui i cuori che battono sono quelli di una lettrice, la mia attesa è stata di soli 3 mesi.

Il seguito di Bandit è uno di quei libri in cui ho avuto una certa difficoltà a riportare su un foglio tutte quelle emozioni, sensazioni e colori che questo testo mi ha trasmesso. Si "colori" non è un errore di battitura, se potessi descrivere tutto ciò che ho provato durante la lettura scegliendo una tonalità di colore al posto delle parole, bene non potrei farlo, dovrei utilizzare tutta la tavolozza.

Non solo, dovrei attingere fra le sfumature più intense per ottenere il massimo della gamma cromatica, solo così riuscirei a esprimere tutte le percezioni e emozioni che mi si sono riversate addosso. 

Come l'arancio e il rosso, simboli di sensualità, della passione, dell'amore, della guerra, del sangue, del potere e degli inferi. La guerra la passione, l'amore l'odio intrisi di sangue sono la spirale che avvolgono Mian e Angel, con la caduta verso l'inferno sempre più vicina.

«Come ti aspetti che io possa amare un mostro?» Il suo sorriso affondò una lama nel mio cuore. «Ne diventi uno anche tu».

Così come il nero associato da sempre alla morte al male alla distruzione al mistero, ma anche al potere, in Knight i nostri eroi danzano con la morte e il male si veste di mistero, un mistero che dovranno svelare se vogliono sopravvivere è sarà una corsa contro il tempo.

«Mian» mi chiamò Angel. La mia attenzione si spostò e assorbii ogni dettaglio di lui. Mi resi conto che questo era il killer senza cuore che, finora, non avevo mai incontrato. Il mostro che aveva sguinzagliato contro di me era un semplice emissario. Una dimostrazione di pietà. Questo era il Bandito. Il Cavaliere della sua famiglia, dall’armatura oscura e sporca.

Così come l'azzurro che rappresenta la lealtà e amicizia, ed è quello che gli amici dimostrano a Mian e Angel, ogni singolo attimo a qualsiasi prezzo.
Ed infine il verde, la speranza l'armonia e la pace, ed è tutto quello che insegue la nostra Mian, per sé e per il suo adorato bambino, se Angel vorrà fare parte di tutto ciò, dipenderà solo da lui e dalla sua scelta. 

Se Bandit mi aveva conquistato, questo romanzo mi ha letteralmente travolto!
La storia tra Mian e Angel, riprende esattamente dal punto dove ci aveva lasciato ed è narrato sempre da entrambi i protagonisti.
Ho finalmente avuto le risposte alle mille domande lasciate in sospeso nel precedente libro, compreso il perché di certi comportamenti di Angel per me incomprensibili e poco chiari.

Ritroviamo una Mian più combattiva e agguerrita che mai, pronta a proteggere il suo bambino al costo della vita. Uno stile vita che non vuole e che non ha mai chiesto. Ne ha mai scelto di essere una pedina in una partita a scacchi, dove la vittoria porta al potere e la sconfitta porta alla morte.

Così come ritroviamo gli amici fraterni di Angel Z, Lucas e la giovanissima Anna amica di Mian a gravitare intorno a loro.
Il successo di questa storia a mio avviso è in parte anche la loro presenza, dire che li ho fortemente amati è riduttivo.
Ma parliamo di colui che ha il corpo e il viso di un Angelo ma l'animo oscuro da demone. Se vi ricordate nella mia recensione di Bandit, avevo rimandato a settembre. Angel, non era riuscito a conquistarmi.
In questo libro assistiamo al suo riscatto, alla sua consapevolezza, infine alla sua scelta. In questo libro non solo mi ha convinto, mi ha letteralmente conquistata, in alcuni passi mi ha commosso, è riuscito a farsi amare nonostante non sia di certo il classico principe azzurro.
Angeles è un cavaliere oscuro che protegge a ogni costo ciò che ritiene suo, dove il loro benessere e serenità viene prima di qualsiasi cosa, anche della sua stessa esistenza. Non c'è niente che lui non farebbe per loro. 
Ebbene Angel Knight è promosso col massimo dei voti.

«L’unica ragione che poteva tenermi separato da te era che mi serviva del tempo per fare tutto ciò che era in mio potere per aggiustare le cose e sperare che un giorno tu avresti potuto perdonarmi per non averlo fatto prima».

Una storia adrenalinica, che ti trascina in vere e proprie montagne russe, con scene al cardiopalma che tengono col fiato sospeso. Con momenti commoventi e teneri, e un finale da capogiro, che ci ripaga di tutto, e che ci fa sognare.

B.B. Reid in Knigth come in Bandit, col suo stile pulito e magnetico, ti coinvolge, stravolge e cattura, in un modo tale che è impossibile fare altro se non continuare a leggere fino a l'ultima pagina.
Una splendida duologia che consiglio a tutte, anche a chi non ama il dark romance, ma che ama le emozioni forti e quel pizzico di romanticismo che non ti aspetti in questo genere di libro.
Mi auguro con tutto il cuore che la Reid mantenga la promessa e ci faccia leggere di Z, Lucas e Anna, e chissà ci faccia rivedere Mian e Angel.
(*Leggete le note dell'autrice non ve ne pentirete).

La strinsi con più forza di quanto avrei dovuto. Senza dubbio le mie mani avrebbero lasciato dei segni sulla sua pelle morbida, il mio marchio, e dannazione se questo non mi spronò solo a scoparla ancora più forte.

Ho chiuso da qualche ora il libro e sento già la loro mancanza. Una duologia che mi è rimarrà per sempre nel cuore.
Purtroppo non leggendo in lingua, non posso che stra-ringraziare la CE per avermi dato l'opportunità di conoscere B.B. Reid una straordinaria autrice che per diritto entra fra le mie preferite.

Alla prossima!

Virgy




Nessun commento:

Posta un commento