lunedì 20 novembre 2017

Recensione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Care Cercatrici, Ale vi parla di:  Non basta dirmi ti amo,  ultima fatica della bravissima Daniela Volontè,  un autrice molto amata del panorama italiano. 

Titolo: Non basta dirmi ti amo
Autore: Daniela Volonté
Editore: Newton Compton
Serie: Autoconclusivo
Genere: Romance
Pagine: 312
Prezzo ebook: 2.99 euro
Prezzo cartaceo: 10 euro

Trama
Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha organizzato un weekend in Toscana con le due persone a cui deve la vita. In pochi giorni tutto cambia e Beatrice dovrà prendere decisioni difficili pur di seguire il suo cuore. Sarà pronta a lasciarsi andare?

Recensione:
Vorrei iniziare questa recensione spendendo qualche parola sul titolo scelto dall’autrice, per questo suo nuovo libro: “Non basta dire ti amo”.
Per noi che leggiamo romance e vorremmo sempre il lieto fine in ogni storia, il “ti amo” è una formula magica con cui vengono spazzati via i problemi e si risolve ogni situazione complicata. Daniela Volonté invece ci mostra quanto nella vita di tutti i giorni non sia sufficiente dire “ti amo” per cancellare tutti gli errori. Lo sanno bene Beatrice e Callan, i due protagonisti di questa storia. Due protagonisti segnati dalla vita e dalle delusioni.
Callan è uomo duro, disincantato, con una storia dolorosa da raccontare. Le cicatrici che gli segnano il corpo sono il risultato dell’odio degli uomini ma quelle che gli hanno menomato l’anima sono il risultato dell’amore, un amore mal riposto. Uno che delude. Con il suo aspetto Callan sembra aver perso anche la confidenza in se stesso, e la volontà di costruirsi un futuro. Negli ultimi cinque anni ha preferito mettere il proprio cuore in pausa e vivere in una sorta di limbo che chiama vita, uno in cui prende le distanze da tutti.
Beatrice è una donna semplice, ama la sua famiglia e il suo lavoro. Non ha grilli per la testa e ancora deve capacitarsi di trovarsi a un passo dal realizzare il sogno romantico per eccellenza: Bea sta infatti per sposare il rampollo di una nota famiglia e scapolo d’oro della moda: Matthias Allard. Beatrice e Callan non potrebbero avere vite e interessi più distanti, e non solo perché lei abita a Monza e lui a Londra. Quando il destino decide di metterci lo zampino, e farli conoscere dall'altra parte del mondo. Il loro primo incontro è di quelli che si ricordano: non capita tutti i giorni di salvare la vita a un estraneo nel bel mezzo di un aeroporto! Quello tra Beatrice e Callan è una pausa breve nelle loro vite, una parentesi destinata però a segnarle più di quanto possano immaginare. I due tornano alla loro routine, e Beatrice è assorbita dai preparativi del matrimonio.
Beatrice è la dolcezza fatta persona, una protagonista solare e piena di fiducia. Fiducia purtroppo mal riposta. La dolcezza può però far male quando dall’altra parte si trova chi non corrisponde quel sentimento con la stessa intensità. Beatrice è Callan si incontreranno di nuovo a mesi di distanza, durante un fine settimana in Toscana e troveranno all'istante la sintonia avvertita e l'alchimia a cui non avevano dato ascolto.

"Mi posa un bacio sulla guancia e il calore del suo respiro si infrange sulla mia pelle. È una sensazione assolutamente deliziosa, anche se non dovrebbe esserlo e non dovrei nemmeno desiderare che questo momento si cristallizzi."

Mi fermo qui per non raccontarvi troppo del romanzo. L’evolversi della storia è raccontato in prima persona attraverso l’alternarsi dei punti di vista, il rivedere la stessa scena attraverso gli occhi di entrambi i personaggi aiuta a capire i sentimenti di entrambi e creare una grande empatia con il lettore.

“E, anche se mi sento la pelle del viso tirare, per una volta scelgo di non accorgermene.”

Questo è un libro di speranza e di rinascita. Questa storia lancia anche un messaggio importante, non bisogna mai vergognarsi delle cicatrici che abbiamo sul nostro corpo, perché non sono sfregi ma sono la nostra storia, raccontano chi siamo e bisogna portarle con fierezza. Questo concetto è ben espresso dalla dedica che apre il romanzo: “A chi ogni giorno porta con orgoglio le proprie cicatrici, sul corpo o nell’anima. Sono la nostra storia, non vergognatevi mai..”
Giunta al suo ottavo libro Daniela Volontè è ormai una certezza nel panorama del romance italiano.

Ale
LCDL

Recensione: MIRACOLO NELLA 5a STRADA di Sarah Morgan

Oggi Sabrina ha il piacere di parlarvi dell'ultimo romanzo di Sarah Morgan uscito il 16 novembre. Si tratta di MIRACOLO NELLA 5a STRADA (Da Manhattan con amore series vol. 3) edito dalla HarperCollins Italia. Vi aveva già parlato di  parlato del secondo volume della serie, precisamente  di: Tramonto a Central Park (Qui)

Titolo: Miracolo nella 5a strada
Autore: Sarah Morgan
Editore: HarperCollins Italia
Genere: Contemporary romance 
Pagine: 381
Costo: 6,99 prezzo kindle - 14,14 prezzo cartaceo

Trama: 
Delle tre socie di Urban Genie, Eva Jordan è la più romantica e il Natale, con le sue luci e l'atmosfera magica è in assoluto il periodo dell'anno che preferisce. Certo, l'idea di passare le vacanze da sola non è il massimo, ma non ha intenzione di abbandonarsi all'autocommiserazione visto che ha la possibilità di trascorrere qualche giorno a lavorare in uno spettacolare attico nella 5a Strada: Manhattan è senz'altro il posto più bello per godersi lo spettacolo della città addobbata a festa, e una spruzzata di neve non farà che rendere più suggestivo il panorama.
Quando arriva, però, scopre che il lussuoso appartamento è ancora occupato dal suo affascinante e molto misterioso proprietario, Lucas Blade.
Quello che il celebre giallista sta vivendo, più che un miracolo di Natale è un incubo: con la consegna del nuovo romanzo minacciosamente vicina e l'anniversario della defunta moglie che incombe, si è tappato in casa, solo, in compagnia del proprio dolore. Non vuole interruzioni né decori natalizi, e soprattutto non ha intenzione di lasciarsi distrarre dall'intrusa che sostiene di essere stata mandata lì da sua nonna per addobbargli la casa.
Ma quando la nevicata assume proporzioni epiche ed Eva si ritrova bloccata nell'attico insieme a lui, Lucas a poco a poco si apre alla magia che quella donna bellissima ed effervescente ha portato con sé. E scopre di essere finalmente pronto a credere che a Natale tutto è possibile... anche trovare l'amore.


Chi è Sarah Morgan?
Sarah Morgan è inglese, adora la vita all'aria aperta, e tra un romanzo e l'altro le piace sciare e fare trekking. La serie "Da Manhattan con amore" 
inizia con il primo volume che è "Su e giù per Manhattan"
e continua col secondo volume che è"Tramonto a Central Park"

Recensione:
Care Cercatrici e Cari Cercatori, oggi vi parlerò di un libro che nel mio cuore ha lasciato un segno: MIRACOLO NELLA 5a STRADA.
La Morgan ha fatto davvero centro, mi sono immedesimata come non mai nei panni di Eva, eterna romanticona e sognatrice, ma soprattutto una ragazza dall'animo buono e positivo, ma non per questo sciocca come potrebbe inizialmente sembrare.
Lei non vede il brutto né nelle persone e nemmeno nelle situazioni che possono accadere, nonostante la vita non sia stata tanto indulgente nei suoi riguardi.

"Sii il sole, Eva, non la pioggia."

Dall'altra parte invece troviamo Lucas Blade, scrittore di romanzi thriller alle prese con una grossa crisi, il famoso blocco dello scrittore. L'avvicinarsi della scadenza del libro e dell'anniversario della morte della moglie rende tutto più difficile.
Eva in questo caso sarà davvero il sole nella vita di Lucas? O porterà ancora più problemi allo scrittore?

Il romanzo è ambientato come sempre nella magnifica New York, bella più che mai illuminata dalle luci natalizie e da una magica coltre bianca.... la nevicata più abbondante di sempre.
I due protagonisti si troveranno costretti a una convivenza forzata a causa delle condizioni climatiche avverse in cui vive New York nei giorni antecedenti al Natale.
La neve e il ghiaccio hanno praticamente paralizzato la città che non dorme mai. Per una volta la Metropoli più frenetica di sempre dovrà fermarsi.
Eva e Lucas impareranno a conoscersi, vivere fianco a fianco, darà loro l'opportunità di tirar fuori cose che nessuno dei loro cari conosce. Segreti mai raccontati prima. 
Lo zampino di una nonna preoccupata, il mix di una buona cucina condito tutto da una sapiente alchimia creerà non poche occasioni ai due protagonisti per stuzzicarsi, avvicinarsi e assaggiarsi.

--Per Lucas era molto difficile rilassarsi con il corpo di Eva che gli strusciava addosso a ogni passo.  
" Quella della cattiva ragazza era una battuta vero?"
"No, dicevo sul serio. Ma prometto che starò attenta."
"Perché filtrerai i pensieri prima di parlare?"
"No, perché userò il preservativo." --

Se dovessi dirvi cosa mi è piaciuto in particolare di questo romanzo non saprei cosa rispondervi perché mi è piaciuto tutto.
La Morgan sa ben amalgamare gli ingredienti: amicizia, amore, rispetto verso il prossimo sono tutti elementi che si trovano nei suoi libri e che fanno amare la storia e i suoi personaggi, che essi siano giardinieri, uomini di potere o scrittori in piena crisi.
Il Pov alternato poi ci fa entrare nella mente dei due protagonisti e ci fa capire il loro stato d'animo, le loro fragilità e le loro paure.
Per ultimare, posso dirvi che il finale è da favola, l'happy ending per eccellenza.
Se vi ho incuriosita non dovete far altro che leggerlo e magari commentarlo con noi.
Alla prossima recensione.

Sabrina
LCDL


sabato 18 novembre 2017

Contest Delrai Edizioni: Una casa senza libri è come una stanza senza finestre

CONTEST
Una casa senza libri è come una stanza senza finestre

A PARTIRE DA DICEMBRE 2017
Ogni mese la Delrai Edizioni premierà un blogger e un lettore. In palio tanti cartacei e gadget a tema. 
Un piccolo gesto per ringraziare di cuore ogni singolo lettore, per dimostrare che appartiene, che non è solo.
PER SCOPRIRE I VINCITORI 
il primo lunedì del mese. 
Se volete aiutare la fortuna, ricordatevi di caricare su 

ricordatevi di caricare su AMAZON e GOODREADS le recensioni di

FRACTURE, SACRIFICE, DECEPTION,
UNA SCRITTRICE TROPPO BUGIARDA, 
TROPPO GIOVANE PER ME,
DRACULA, IL BATTESIMO DI SANGUE
e SOLO NOI NELL'UNIVERSO.

CHE COSA STATE ASPETTANDO? 
TENTAR NON NUOCE!
I VINCITORI POTRESTE ESSERE PROPRIO VOI.

Anteprima: Non dirgli che ti amo di Deborah Fasola

Oggi vi mostriamo una nuova ghiottissima anteprima del panorama self italiano, un romanzo autoconclusivo di Deborah Fasola in uscita il 21 novembre, Non dirgli che ti amo.


Titolo: Non dirgli che ti amo
Autore: Deborah Fasola
Serie: Autoconclusivo – No serie
Data di uscita: 21 novembre 2017
Genere: Contemporary romance
Editore: Self Publishing
Numero pagine: 284
Formati: Ebook e Cartaceo
Prezzo: 0,99 Ebook – 7€ cartaceo

Sinossi:
Viviana vive una vita tranquilla a Roma, circondata dall'affetto dei suoi cari e riuscendo a realizzare i sogni della sua infanzia. 
Ben presto la sua routine viene sconvolta da una notizia inaspettata che, in seguito a dei controlli medici che le diagnosticano un male incurabile, la vedrà mettere in discussione desideri e speranze future, primo fra tutte quello di diventare madre. 
Il tempo a sua disposizione è poco e istintivamente fa una cosa che non avrebbe mai preso in considerazione altrimenti: iscriversi a un sito di incontri. 
Proprio online conosce Cristian, che sembra provare una sorta di interesse nei suoi confronti. La ragazza gli aprirà in parte il suo cuore e, sebbene Cristian non conosca realmente i suoi piani, giorno dopo giorno si innamorerà di lei. 
Purtroppo Viviana non ha fatto i conti con la famiglia di lui, soprattutto con il fratello, che sembra aver compreso il suo doppiogioco e che interviene prepotentemente nella sua vita, sconvolgendogliela più di quanto non lo sia già. 
Un romance drammatico che sa di amore e di speranza. 
Un amore impossibile. 
Una storia di vita vera e di sofferenza, ma al tempo stesso romantica e intensa.

Recensione: Goldy: Una ragazza complicata di Melissa Spadoni

Carissime, oggi Antonella vi parla di Goldy: Una ragazza complicata di Melissa Spadoni edito da Elister Edizioni.

Titolo: Goldy: Una ragazza complicata
Autrice: Melissa Spadoni
Genere: Romance
Data di pubblicazione: 10 agosto 2016
Pagine: 124
Formato: e-book
Editore: Elister Edizioni
Disponibile su Amazon e maggiori store online
Sinossi:
Amilia sembra la classica ragazza invisibile, dedita solo allo studio e al suo lavoro come tutor per racimolare qualche soldo per mantenersi all’Università, ma in realtà Amilia non è solo questo. È una ragazza determinata, testarda, che sa ciò che vuole e che di notte si trasforma in Goldy, una spogliarellista!
Nulla di più compromettente e opposto all’immagine che si ha di lei di giorno.
Tutto sembra procedere per il meglio verso la laurea, almeno finché sul suo cammino non finisce il famoso quaterback dell’università, Gideon, prima come cliente di Goldy e poi come studente alla ricerca di un tutor.
Peccato che Gideon capisca in fretta il segreto di Amilia e non ci metterà molto a ricattarla per ottenere ciò che desidera. 
Ma cosa succederà quando il ricatto si trasformerà in attrazione e l’attrazione in amore?
Come potrà Amilia avere la certezza che Gideon voglia lei e non Goldy?
Come potrà Gideon scendere a dei compromessi sapendo che Amilia non potrà mai essere solo sua?

Recensione:
Buongiorno a tutte!
Oggi vi parlo di Goldy: Una ragazza complicata, precedentemente intitolato “È complicato”, romanzo breve con il quale Melissa Spadoni (di cui personalmente ho letto già Afire Love trovandolo davvero bello), autrice emergente forse meglio conosciuta per la sua The Season Trilogy, ha vinto, aggiudicandosi il secondo posto, il concorso “Femme pour Femme” indetto dalla Elister Edizioni nel 2015.
La storia, ambientata negli Stati Uniti, più precisamente a New York, è narrata al presente, con i doppi punti di vista nei quali ritroviamo i protagonisti: Amilia e Gideon. Entrambi sono studenti all’università, ma ciascuno di loro serba sogni e aspirazioni per il futuro.
Amilia è una ragazza un po’ schiva, si nasconde dentro alle felpe con taglie in più rispetto alla sua, porta gli occhiali e ha deciso di dedicare tutto il suo tempo allo studio perché il suo sogno è quello di lavorare presso la più importante e quotata agenzia pubblicitaria del paese, la Drescher & Co. Presso l’università ricopre anche il ruolo di tutor, per tutti gli studenti che con lo studio non vanno molto d’accordo.
Ecco che incontriamo Gideon Callaway, il quaterback dell’università, il solito ragazzo ambito e bellissimo, che a causa della sua allergia per lo studio, rischia seriamente di non realizzare mai la sua massima aspirazione: entrare a far parte della National Football League.

I presupposti sono ottimi. Gli opposti si attraggono e i nostri protagonisti si incontrano per la prima volta al Rainbow Gold, un locale per spogliarelliste dove Amilia lavora di sera, ricoprendo il ruolo di Goldy, trasformandosi in ragazza disinibita, completamente diversa nell’aspetto fisico e nel carattere rispetto a quello che lei davvero è.

“Riconosco quel tipo di sguardo.
L’ho visto almeno un milione di volte negli occhi che mi fissano mentre mi esibisco.
È desiderio.
Desiderio puro e semplice e mi mette a disagio!”

Gideon, in seguito a quest’esperienza carica di eccitazione (leggere per credere :P), non impiega molto tempo a fare due più due, smascherando la ragazza, la sua tutor che ricatterà per ottenere ciò che vuole.

“«Credi forse che solo perché lavori al Rainbow io sia una facile?».
«Beh, devi ammettere che in fondo non lavori in una caffetteria», rispondo cauto ma come termino la frase mi rendo conto dell’enormità della stronzata che ho appena detto.
La sua faccia diventa come di pietra.
«Va’ al diavolo, Gideon!».
Non aggiunge altro, si volta e inizia a correre veloce.
Potrei benissimo raggiungerla, ma qualcosa me lo impedisce.
Credo si chiami senso di colpa.”

Una storia che si basa su odio e amore, botta e risposta, attimi di passione davvero bollenti, gelosia e colpi di testa improvvisi, allontanamenti, pianti, abbracci, una New York insolita nei Shakespeare Gardens. Una storia spensierata, scritta in modo semplice e scorrevole.
Forse, a mio avviso, ma si tratta di un parere puramente personale e poi bisogna tener conto che parliamo una penna un po’ più acerba visto che nel frattempo sono trascorsi due anni, la brevità del testo penalizza un po’ i due protagonisti. Ammetto che mi sarebbe piaciuto tanto leggere di più di loro, soprattutto il punto di vista maschile, vedere Gideon nei panni di giocatore di football, qualche schermaglia con i suoi amici, o di Amilia, definita come una ragazza complicata perché diffidente nei confronti degli uomini a causa di una delusione del passato.

Posso però affermare che l’autrice ha mantenuto una coerenza invidiabile proprio per quanto riguarda la nostra Goldy. Si tratta di una ragazza decisa, innamorata ma non per questo succube del ragazzo per il quale prova sentimenti. Gideon e Amilia trovano un punto d’incontro, nessuno dei due abbassa per primo la testa e tutto ciò è fantastico e giusto, così come l’epilogo dove Melissa Spadoni ci insegna che i propri sogni non vanno mai abbandonati, nemmeno quando troviamo una persona che ci fa stare bene, piuttosto si coltivano insieme.

“Io non so niente di lui, come lui non sa nulla di me, eppure… eppure eccoci nuovamente qui, a guardarci negli occhi come se non esistesse nessun altro a questo mondo.”

Non vi resta dunque che leggere questo romanzo breve e lasciarvi trasportare da Goldy e Gideon, trascorrere con loro un paio d’ore di spensieratezza!

Antonella
LCDL


Molto carino

Anteprima: Fuoco e fiamme (Vol. #9) di Abigail Roux

La Triskell Edizioni presenta la prossima uscita della collana Rainbow. "Fuoco e fiamme" di Abigail Roux, disponibile dal 20 Novembre.

Titolo: Fuoco e fiamme

Titolo originale: Crash & Burn

Serie: Armi e bagagli #9
Autore: Abigail Roux

Traduttore: Caterina Bolognesi

Genere: Poliziesco, Contemporaneo
Lunghezza: 353 pagine
Prezzo: € 6,99
ISBN: 978-88-9312-314-3


Trama:

Sono passati cinque anni da quando gli Agenti Speciali Ty Grady e Zane Garrett hanno lavorato per la prima volta insieme per risolvere il caso degli omicidi dei Tre Stati, e con loro il tempo è stato sia duro che clemente. Ormai ufficialmente fidanzati, affrontano la sfida di pianificare insieme un futuro incerto. Zane è all’apice della propria carriera, con un ultimo mistero da risolvere, mentre Ty naviga in un mondo in cui non è più la punta di nessuna lancia.

C’è solo un ultimo intoppo sulla strada verso il lieto fine: un traditore tra le persone a loro più vicine che minaccia di distruggere il loro mondo in un mare di fiamme.
Costretti a destreggiarsi tra il cartello de la Vega, una talpa sconosciuta e fin troppe agenzie dai nomi strani, Ty e Zane dovranno raccogliere tutte le loro forze e risorse per vedersela con la sfida più ardua che abbiano mai dovuto affrontare. Per uscirne vivi, avranno bisogno dell’aiuto di ogni loro amico. Persino di quelli che potrebbero tradire la loro fiducia.
PRE-ORDER

venerdì 17 novembre 2017

Recensione: Cuore di Cenere di Viviana Leo

Carissime, oggi Fabiana vi parla di un nuovo romanzo uscito da pochi giorni nel panorama del self publishing italiano... il nuovo romanzo di Viviana Leo, Cuore di Cenere.

Titolo: Cuore di Cenere
Autore: Viviana Leo
Editore: Self Publishing
Genere: Rosa contemporaneo
Costo: 0.99 in promo per pochi giorni, poi a 1,99

Trama:
Può l’amore diventare un incubo?
Emma se lo chiede continuamente, imprigionata in una vita apparentemente perfetta. Omar, il suo compagno, agli occhi del resto del mondo è un uomo affascinante e carismatico, ma in realtà ogni giorno, fra le mura domestiche, per Emma si trasforma in un orco.
Quanto può reggere il cuore di una donna? E soprattutto, può la dolcezza di un altro uomo far risorgere Emma dalle sue ceneri?



Recensione:
A sorpresa torna Viviana Leo, di nuovo in self publishing, con il  nuovo romanzo rosa contemporaneo, Cuore di Cenere, dalle tinte più crude rispetto a quelle a cui ci ha abituato finora.
Quello che contraddistingue alcuni dei suoi romanzi self riproposti dalla Newton è la sua capacità di scrivere storie che ci raccontano della vita di persone normali, quella che potrebbe essere tranquillamente la nostra vita, la nostra storia. Non le serve portarci fuori dall'Italia, parlare di miliardi, le basta semplicemente raccontarci le storie di questi personaggi che sono sempre concrete, vere per incantare il lettore.
Anche stavolta, Viviana ci racconta un mondo che è tristemente noto, ma che spesso nella letteratura rosa, soprattutto con lo sdoganamento del dark romance ha subito un vero e proprio snaturamento, che molto spesso perde i contorni della credibilità. Viviana ci parla della violenza sulle donne, ci racconta di quegli abusi perpetuati quotidianamente all'interno di una casa, nascosti alla luce del sole. Ci mostra come noi stesse per amore restiamo vittime di questi carnefici, ci annulliamo, disintegriamo noi stesse, fino a stringere un cuore di cui restano solo briciole di cenere. Non si ha abbastanza forza per alzare la testa, ribellarsi... tutte le energie sono impiegate nel tentativo di compiacere quel mostro che sembra non essere mai contento.

«Ti perdono, Omar», mormoro con voce tremante, mentre lo abbraccio a fatica. Non so più quante volte ho pronunciato questa frase. Non so più neanche io se ci credo o meno.

Questa è Emma, la protagonista del romanzo, una donna senza più un passato, senza più un futuro che vive un presente di terrore, ma non è capace di salvare se stessa. 
Viviana ci mostra come questi uomini hanno una duplice maschera, pieni di carisma nel mondo esterno, crudeli e spietati aguzzini dentro le mura domestiche.

Quando scendiamo dall’auto sono otto passi fino alla soglia di casa. Ne faccio solo un altro e mi arriva uno schiaffo. Un calcio, uno schiaffo, un pugno nelle costole. Continuo a non sentire nulla. Dolore fisico, sì, quello non manca, ma dentro sono vuota. Mi piego su me stessa e subisco in silenzio. Omar sa dove colpire, le sue botte non sono mai a caso, ma su punti precisi che posso poi nascondere con gli abiti. Non gli chiedo neppure cosa ho fatto male, perché lo so, conosco il suo modo di pensare. Penserà che l’ho umiliato, che non l’ho compiaciuto come dovevo, o che io abbia cercato di rubargli la scena.

E' un romanzo che cammina in punta di piedi in mezzo a queste forti tematiche psicologiche di abuso, violenza e accettazione di questo circolo vizioso. Avresti voglia di spaccare qualcosa addosso a Omar, prendere per mano Emma e strapparla a questa non vita. 
E' solo un fortunato caso in tanta crudele sofferenza se nella strada di Emma si apre uno spiraglio di luce, se nella sua vita finalmente compaiono delle persone piene di buoni sentimenti, che non si faranno indietro nel momento del bisogno. Non tutte le donne, nella medesima situazione di Emma, possono dirsi altrettanto fortunate. Alcune sono monadi isolate che non riusciranno mai a scappare da questa violenza gratuita.
Queste persone che Viviana ci dipinge entrano in scena con tutta la loro semplicità d'animo e anche di modi di vivere. Mi hanno molto colpito, soprattutto Mirko a cui piano piano si sfalda la corazza dietro cui si era nascosto tutta la vita. Pensava di essere taciturno e burbero e invece nasconde anche lui tanti buoni sentimenti e una gentilezza d'animo di cui non potrete fare a meno di innamorarmi. Poi beh... assomiglia anche a Chris Hemsworth... che volete di più?
«Ti amo», dico ad alta voce esprimendo i miei pensieri. Lui resta per un attimo immobile, mi guarda, poi si avventa sulle mie labbra. E stavolta sento la differenza tra i baci che ci diamo di solito e questo.
È come se volesse scavare nella mia anima.
È come se la possedesse già.
È come se possedesse anche il mio cuore.

Non posso veramente raccontare altro percheè non voglio rischiare di spoilerare nulla, è un libro che va semplicemente letto, soprattutto se amate quelle storie vere dolorose ma al tempo stesso piene di speranze.

Non è solo la mia storia, è la storia di tante donne che, come me, hanno dovuto affrontare percosse e violenze psicologiche, ma ne sono uscite a testa alta, da sole o con l’aiuto di qualcuno, come è successo a me. A volte nella vita facciamo piccoli errori, ingenuamente, credendo di poter cambiare eventi e persone, ma certe cose sono più grandi di noi e tentano di soffocarci in ogni modo. E allora si deve fare un passo indietro per farne uno in avanti, ma spesso la paura di fare quel passo è talmente tanto forte da farci restare dove siamo, anche se ci manca l’aria e tutto si sgretola.

Complimenti a Viviana!

Fabiana
LCDL




Recensione: Andante con moto di Vera Demes

Ciao a tutti il romanzo self, che Aurelia ha avuto il piacere di leggere e  recensire oggi è "Andante con moto" di Vera Demes, un libro che l'ha sorpreso molto positivamente.

Titolo: Andante con moto
Autore: Vera Demes
Editore: Self Publishing
Genere: Romance 
Pagine: 455
Costo ebook: 1,99 Cartaceo: 11,43
Gratis in abbonamento K.U.

Trama:
«L'amore non è compassione… e neppure pietà…» la voce di Euridice era rotta da un dolore profondo e insanabile «… e io non ho bisogno della tua pietà… non mi interessa… non voglio che mi guardi come se avessi paura di me… io voglio che mi ami, voglio che mi desideri, voglio la nostra storia…» Un ragazzo simpatico e spavaldo, un vero talento calcistico, uno sciupafemmine dal cuore romantico. 

E una ragazza bionda e gentile. Una musicista introversa e malinconica, con un'anima libera, coraggiosa e selvatica, ricca di pensieri segreti, di dolcezza e di sensualità rivelata. Può l'amore superare il tempo, lo spazio e l'ineluttabilità del destino? Matteo non ama complicarsi la vita. È un ragazzo semplice e deciso e ha molto chiari gli obiettivi da raggiungere. Gioca a calcio da quando era un bambino e, nella sua vita, non ha mai impedito all'istinto di indicargli la strada.

Così, quando, grazie ad un incontro fortuito, sul suo cammino compare Euridice, ancora una volta l'istinto decide per lui tracciando chiaramente la parabola dei suoi sentimenti.

Ma la realtà è più complicata di una partita di calcio.

Euridice è taciturna, misteriosa ed introversa e, dietro al proprio violoncello e al suo modo esitante di affrontare la vita, nasconde terribili verità.

In un percorso di passione e desiderio, rinuncia, espiazione e struggente lotta contro il tempo, lui cercherà di salvarla. Per salvare sé stesso.


Recensione:
Matteo è simpatico, spavaldo, uno sciupafemmine, determinato ed è un talento del calcio, con degli obiettivi ben precisi da raggiungere.... Euridice è silenziosa, misteriosa, chiusa in se stessa, il violoncello e le sue note sono coloro che la sostengono nella quotidianità della sua giovane vita. Un blocco dell'ascensore li fa incontrare la prima volta, ma nessuno dei due è preparato a ciò che il futuro porta con sé.
ANCHE SOLO UN ISTANTE. E ASCOLTARE INFINITO
La scrittura di Vera Demes è accurata, particolare, ricca di termini ricercati, descrizioni perfette come se stessi vivendo tra le pagine di quel che leggevo. Ho iniziato a leggere questo romanzo non sapendo cosa aspettarmi. Le emozioni non sono mai mancate, iniziando dalla prima pagina, è stato come essere risucchiata dalla storia e vivere invisibilmente con Matteo ed Euridice, tutto è stato un' altalena di sensazioni, gioia, felicità, sorrisi, tenerezza ma anche tristezza, dolore, rabbia, ansia, pena, ho vissuto tutto questo ed era molto tempo che un libro non mi dava tutto questo.
Ho pianto come una bambina in un'occasione particolare  di cui non posso parlarvi. Se deciderete di leggere "Andante con moto" preparatevi a questo e molto altro, perché c'è tanto da riflettere tra queste pagine, l'amore, il sollievo, la speranza momentanea, la fine di qualcosa, la lotta quella personale e quella con il mondo intero, perdere qualcuno affinché sia felice nonostante tutto, la pace, l'afflizione, i segreti e poi la fine
" IN OGNI EVENTO C'ERA UNA CAUSA ED UN EFFETTO "
Complimenti all’autrice.
Buona lettura,

Aurelia
LCDL

Uscite Newton Compton del 23 Novembre 2017


Love Forever

In uscita il: 23/11/2017
Pag. 352


Dall'autrice del bestseller Oltre le regole

Welcome Series


Titus King è un uomo che ha sempre visto il mondo in bianco e nero. Giusto o sbagliato, niente mezze misure. E questo è uno dei motivi per cui, da adolescente, ha lasciato la famiglia per cercare di costruirsi una vita migliore, da solo. Adesso che è diventato un investigatore di polizia in una delle città con il più alto tasso di criminalità del Paese, non può negare che la sua esistenza abbia assunto notevoli sfumature di grigio. In giro c’è un criminale che si è lasciato alle spalle una lunga scia di distruzione e morte, e la differenza tra giusto e sbagliato, quando Titus pensa a lui, si fa sempre più labile. Come se non bastasse, a minare il suo ferreo senso della moralità c’è anche la bellissima e misteriosa Reeve Black, tornata di recente in città. Reeve rappresenta un pericolo ma anche ciò di cui lui ha davvero bisogno: insieme si troveranno nel fuoco incrociato di una guerra sotterranea e letale. La posta in gioco è la redenzione... 

Da un’autrice bestseller in USA e in Italia

La storia di due anime coraggiose che combattono in nome dell’amore


«Una lettura che crea una disperata dipendenza!»
Cora Carmack

«Deliziosamente vero, crudo e romantico. Jay Crownover è incredibile!»
Monica Murphy

«Pieno di scene piccanti, questo romanzo porta i lettori su una montagna russa di emozioni.»
la Repubblica

«Trentenne del Colorado, tatuatissima, autrice selfpublished, Jay Crownover scrive storie di amori seriali. Non è amata dalla critica, però sforna bestseller.»
Libero Quotidiano

La ragazza della neve

In uscita il: 23/11/2017
Pag. 352

Per mesi tra i bestseller del New York Times

Noa ha sedici anni ed è stata cacciata di casa quando i genitori hanno scoperto che è rimasta incinta dopo una notte passata con un soldato nazista. Rifugiatasi in una struttura per ragazze madri, viene però costretta a rinunciare al figlio appena nato. Sola e senza mezzi trova ospitalità in una piccola stazione ferroviaria, dove lavora come inserviente per guadagnarsi da vivere. Un giorno Noa scopre un carro merci dove sono stipate decine di bambini ebrei destinati a un campo di concentramento e non può fare a meno di ricordare suo figlio. È un attimo che cambierà il corso della sua vita: senza pensare alle conseguenze di quel gesto, prende uno dei neonati e fugge nella notte fredda. Dopo ore di cammino in mezzo ai boschi Noa e il piccolo, stremati, vengono accolti in un circo tedesco, ma potranno rimanere a una condizione: Noa dovrà imparare a volteggiare sul trapezio, sotto la guida della misteriosa Astrid. In alto, sopra la folla, Noa e Astrid dovranno imparare a fidarsi l’una dell’altra, a costo della loro stessa vita.

Per settimane tra i bestseller del New York Times
Pubblicato in 12 Paesi

Una storia travolgente di amicizia, coraggio e cambiamento sullo sfondo dell’occupazione nazista


«La prosa di Pam Jenoff è evocativa e coinvolgente…»
The Globe and Mail

«Un meraviglioso tributo allo spirito umano e al coraggio che vince la disperazione…»

giovedì 16 novembre 2017

Recensione: LE FRAGILITÀ DEL CUORE di Susan Elizabeth Phillips

Care Cercatrici, oggi Fra vi parla di: LE FRAGILITÀ DEL CUOREDa quando era uscita la notizia della Leggereditore su una prossima pubblicazione della S.E.P.  ( per chi non lo conoscesse  è l'acronimo di Susan Elizabeth Phillips una delle più grandi regine del rosa internazionale nota per il suo stile ironico e per i suoi personaggi molto controversi e complessi) non stavo nella pelle, c'è qualche suo libro che ho amato di più, alcuni meno ma anche quelli che mi hanno entusiasmato meno sono libri che mi hanno divertita e fatta riflettere e che mi hanno fatto amare questa talentuosissima scrittrice. 

Titolo:
Autore: Susan Elizabeth Phillips
Editore: Leggereditore
Costo: ebook €4,99 cartaceo €16
Pagine. 384
Genere: Romance contemporaneo
Uscita: 16/11/17

Trama:
Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso, Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore... 
Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese. 

Biografia:
Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre della narrativa femminile internazionale, l’unica ad aver vinto ben cinque volte il prestigioso rita Award. I suoi romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche americane e hanno raggiunto i primi posti anche nel Regno Unito e in Germania. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco d’ironia le sfumature dell’animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. 

Di questa autrice, Leggereditore ha già pubblicato i romanzi Odio quindi amo, Volare fino alle stelle, Le promesse di una vita, Una scelta impossibile, La grande fuga, La prima stella della notte e Cosa ho fatto per amore, e la serie completa Chicago Stars, composta dai romanzi Il gioco della seduzione, Heaven, Texas. Un posto nel tuo cuore, E se fosse lui quello giusto?, Un piccolo sogno, Il lago dei desideri, Lady Cupido e Seduttore dalla nascita.

Recensione:
Spesso quando si hanno grandi aspettative possono derivare grosse delusioni quindi appena arrivato il romanzo in lettura al blog mi sono tuffata nel libro rosa  piena di curiosità, e mi sono ritrovata catapultata in una sperduta isola al largo del Maine.

Appena iniziato ho cominciato a provare tutte le sensazioni della protagonista: malessere, ansia, paura del futuro e una grande angoscia, dopo essere finita fuori strada in una sperdutissima isola in inverno, nel bel mezzo di una bufera di neve, dopo aver perso la madre, ancora convalescente dopo una bruttissima broncopolmonite, essere piena di debiti e l'unica sua speranza è un cottage, e l'eredità che sua madre in un momento di lucidità sul letto di morte le confessa essere contenuto in esso. Sembrava quasi un film horror, avevo un'ansia addosso e ho cominciato a maledirmi per averlo iniziato di notte, e quasi stentavo a riconoscere la penna della SEP solitamente ironica e quasi spensierata nonostante affronti sempre temi importanti.
La Phillips cambia un pò registro, diversamente da come siamo abituati con questo libro si mostra con una sfumatura diversa più seria, con una vena thriller e psicologica molto più che abbozzata ma che tiene banco per tutta la durata del libro tenendoci costantemente sul filo del rasoio.
Con la sua bravura affronta temi delicatissimi e importanti: malattie mentali gravi che portano ad atti spaventosi come tentati omicidi e suicidi, violenza domestica grave, insicurezza instillata dai genitori, senso di colpa, problemi che in un momento di difficoltà sembrano insormontabili, il ventriloquismo e i burattini che probabilmente vi chiederete cosa c'entrano con queste tematiche ma posso dirvi soltanto che sono veramente importanti, senza mancare dell'ironia tratto che la contraddistingue nella sua penna anche se in questo caso è un pò ai margini .
Annie (Antoniette)  Hewitt è una donna di trentatré anni che se ne sente molti di più, in un momento molto delicato e faticoso della sua vita, si sente che tutto sta andando a pezzi e a rotoli, sommersa di debiti senza un tetto sulla testa. 

Aveva perso fiducia in sé stessa e, all’età di trentatré anni, dubitava che i giorni migliori della sua vita dovessero ancora arrivare. Era fisicamente debole, emotivamente svuotata e alquanto terrorizzata: non proprio la condizione ideale per qualcuno costretto a trascorrere due mesi su un’isola sperduta del Maine

Non le resta nulla se non la chimera di un'ipotetica eredità in un cottage e i suoi fedeli burattini, inizialmente lei mi sembrava un po spostata, i suoi burattini non sono esseri inanimati ma hanno una loro personalità molto spiccata e diversa una dall'altro che le parlano, si avete capito bene lei non solo parla fra sé cosa molto comune che ci rende tutti un pò sopra le righe ma dialoga con i suoi personaggi quasi fossero reali e godessero di vita propria, e nonostante inizialmente l'avessi creduta un pò matta è invece sanissima di mente, dotata di una spiccata intelligenza e un forte senso dell'onore e della giustizia che la rendono un personaggio bellissimo e originale; riccia minuta non inequivocabilmente bella ma originale e dotata di quella bellezza d'animo che la rende bellissima.
Theo Harp è un uomo pieno di ombre, bellissimo e inquietante, complesso pieno di spigoli e sfumature, un personaggio che dovrete scoprire pagina dopo pagina per comprenderlo e poter decidere se vi piace . Un uomo che con Annie ha in comune un passato molto ingombrante, quasi la sua nemesi. Si daranno molto filo da torcere.
Come immaginerete leggendo la mia recensione è un libro che mi ha conquistato con calma pagina dopo pagina, si è insinuato dentro di me forse per la sua diversità rispetto "al registro" della SEP o per gli argomenti che tocca e per i suoi protagonisti in primis Annie che con i suoi burattini mi ha letteralmente conquistata, per i misteri che nasconde in sé questo libro, profondi e a volte devastanti, che si svela pian pianino.
Un personaggio che mi ha colpita tantissimo oltre a Annie è Liv una bambina di 4 anni apparentemente muta che creerà con Annie un rapporto che mi ha commosso,una bambina dolcissima che conquisterà sicuramente anche Voi.
Non voglio svelarvi di più... per non rovinarvi la lettura!
Ora se posso vorrei farle una critica, ecco nel miracoloso imprevisto che tu mi stessi leggendo Susan Eslizabeth Phillips, il mio amore per te non muterà ma nella carbonara aglio e parmigiano e pancetta Non ci vanno! Soltanto guanciale, uova,sale pepe e pecorino lol
I miei più grandi complimenti a questa magnifica regina del rosa che ha saputo ancora una volta "mutare la pelle" fornenedoci un libro particolare.


Fra
LCDL